Il Presidente Fifa Infantino: “Disapproviamo la Superlega, è un negozio chiuso”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:09
0

Aumenta il coro dei no alla Superlega, dopo la Uefa si schiera contro la competizione anche la Fifa con le parole del presidente Infantino.

Fifa Infantino
Il presidente della FIFA Gianni Infantino (Credits: Getty Images)

Il fronte del “no” alla Superlega è compatto. Una larga parte del calcio mondiale è contraria alla nascita di un torneo in cui i club fondatori, ora 12 che dovrebbero arrivare a 15, sarebbero intoccabili e solo cinque cambierebbero di anno in anno. Ieri il presidente della Uefa Ceferin l’aveva definita uno “sputo in faccia” a chi ama il calcio. Oggi arrivano le parole, meno colorite, ma comunque contrarie della FIFA, Federazione Mondiale del calcio, e a unirsi al corso dei “no” è direttamente il presidente Gianni Infantino.

Le parole di Infantino sulla Superlega

Il numero uno del calcio mondiale non usa mezzi termini: “ Voglio essere estremamente chiaro al riguardo. La FIFA è costruita su alcuni valori, i veri valori dello sport. È basata sui nostri statuti, che prevedono la piramide. Come FIFA, possiamo soltanto disapprovare la Superlega: è un negozio chiuso, una fuga dalle attuali istituzioni, dalle leghe e dalle associazioni”.

LEGGI ANCHE: Superlega, parla Florentino Perez: “Salveremo il calcio”

E poi rincara la dose: “ È fuori dal sistema. Non c’è alcun dubbio sulla disapprovazione della FIFA”. Ai club dice poi “o siete dentro o siete fuori” e non è una minaccia casuale, perché la FIFA organizza i Campionati Mondiali e da ormai due giorni si parla della possibile esclusione di tutti i giocatori che prenderanno parte alla Superlega dalla competizione in Qatar del 2022.

Infantino poi cerca di mediare sui toni: “Ieri ho letto parole terribili come guerra e crimine, ancora più terribili se legate al calcio, il gioco che tutti amiamo e che dovrebbe dare gioia a tutti. Parlo ovviamente di questo progetto Superlega”. Tutti contro, dopo la UEFA, tocca alla FIFA, ma il progetto al momento non si ferma, anzi secondo il Segretario Generale della competizione partirà già settembre prossimo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here