Il Pisa si salva ma perde Caracciolo e Vido

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:25
0

Con il pareggio di oggi contro il Venezia il Pisa è matematicamente salvo. Ma resta l’amarezza per il doppio vantaggio sciupato nella ripresa. Meroni: “Dispiace per gli infortuni di Caracciolo e Vido”.

Andrea Meroni, 24 anni, difensore del Pisa (foto Getty Images)

Solo un punto per il Pisa al termine del match di oggi contro il Venezia. I nerazzurri di Luca D’Angelo stavano già pregustando il bottino pieno. Avanti 2-0 a fine primo tempo con le reti di Marconi su rigore e di Marsura, i nerazzurri nella ripresa hanno subìto il ritorno del Venezia che prima è riuscito ad accorciare le distanze al 77′ con Maleh e poi a pareggiare in pieno recupero grazie a un rigore trasformato da Forte al 92′ per un fallo di mano in area di Siega molto contestato dai toscani. Il 2-2 finale ha comunque regalato ai padroni di casa la salvezza e agli ospiti il pass per i play-off.

Meroni: “Rigore discutibile”

Proprio il penalty che ha permesso ai lagunari di uscire imbattuti dall’Arena Garibaldi ha scatenato le proteste del Pisa. Due minuti dopo capitan Robert Gucher è stato espulso da Amabile. Sull’episodio è tornato a fine partita Andrea Meroni“Per una scelta discutibile dell’arbitro abbiamo subìto il pareggio”, ha detto polemicamente il difensore nerazzurro ai microfoni di Tuttopisa.com a fine gara.

Caracciolo e Vido usciti per infortunio

All’amarezza del pareggio si è aggiunta l’apprensione per le condizioni di Antonio Caracciolo e Luca Vido, entrambi costretti ad uscire per infortuni muscolari nel corso del primo tempo. D’Angelo è stato obbligato ad operare due cambi. “Purtroppo c’è stato l’infortunio di Antonio e Luca che hanno compromesso le sostituzioni”, ha osservato Meroni nel post-gara.

Le condizioni dei due giocatori usciti dal campo verranno valutate nelle prossime ore.

Salvezza raggiunta

Grazie al punto conquistato oggi, comunque, il Pisa ha ottenuto la matematica certezza della permanenza in Serie B. L’ultima giornata del calendario, infatti, vedrà opposte Pordenone e Cosenza: anche se i toscani non dovessero fare più punti e il Cosenza dovesse vincerle tutte, andrebbe infatti a -4 dai nerazzurri e il Pordenone non avrebbe più la possibilità di superare i nerazzurri. Nell’ipotesi in cui il Pordenone dovesse battere il Cosenza, invece, la squadra calabrese non potrebbe arrivare a -4 dalla formazione di D’Angelo, presupposto indispensabile per la disputa dei play-off.

Pisa in campo venerdì a Brescia

Intanto, tra meno di 72 ore il Pisa scenderà di nuovo in campo: venerdì 7 maggio è atteso dal Brescia di Clotet.

LEGGI ANCHE —> Pisa-Venezia 2-2 | Tabellino | Cronaca | Highlights | Classifica

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here