Genoa, la fascia destra non ha un padrone, Ballardini cambia ancora

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:28
0

Domani sera il Genoa vola a Bologna per provare a staccare il pass per la salvezza, problemi sulla fascia destra per Ballardini.

Genoa Cassata Bologna
Il centrocampista del Genoa Cassata (Credits: Getty Images)

Mercoledì 12 maggio ore 20,45 ultima chiamata per vivere un finale di stagione tranquillo. Il Genoa, dopo la sconfitta interna con il Sassuolo vive un nuovo momento di ansia. La salvezza, che Ballardini sembrava aver quasi conquistato grazie ad una super rimonta da gennaio ad aprile, è ora di nuovo in discussione. Niente allarme rosso, per carità, ma il Benevento è dietro di cinque punti a tre giornate dalla fine. Ha ragione il tecnico a invitare alla calma, quindi, ma uno scatto da tre punti contro i rossoblu chiuderebbe la questione e regalerebbe il primo finale di stagione senza patemi al Grifone dopo un paio di stagione da incubo.

Genoa, verso il Bologna con il dubbio a destra

Il Grifone lavora così a Pegli per il colpo esterno. Ballardini deve trovare il modo per sistemare la fascia destra, orfana dello strepitoso Zappacosta, spostato a sinistra per ovviare all’infortunio di Pellegrini e alle non scintillanti prestazioni di Czyborra. Così ora il buco è a destra perché chiunque è stato provato su quel lato del campo non ha dato garanzie assolute.

LEGGI ANCHE: Genoa, doppio colpo da una retrocessa, il prezzo è fissato

Va detto che solo Ghiglione ha le caratteristiche per fare l’esterno a tutto campo nella rosa. Il prodotto del vivaio rossoblu è una fucina di assist da un paio di stagioni a questa parte, ma spesso evidenzia limiti soprattutto in fase difensiva.

Così Ballardini ha provato altre soluzioni, come Biraschi, centrale “puro” che con grande corsa, impegno e dedizione ha coperto la fascia. Il discorso rispetto a Ghiglione si ribalta, ottima la fase difensiva, meno buona quella offensiva. Stessa situazione per Goldaniga, anche lui impiegato sulla corsia, ma centrale di difesa di ruolo, e stessi problemi di Biraschi.

Così a Bologna, il Genoa potrebbe cambiare ancora. Ballardini studia l’opzione Cassata, jolly della mediana spesso ai box in questa stagione, ma ora al cento per cento. Ha corsa e maggiore predisposizione al ruolo rispetto a Goldaniga, mentre Biraschi non ci sarà per infortunio. Chissà che non possa essere proprio Cassata la soluzione definitiva al problema della fascia destra del Grifone.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here