Juventus, Pirlo esulta: “Stasera una bella reazione”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:55
0

La Juventus batte il Sassuolo a Reggio Emilia e continua a sperare nella Champions League: Pirlo ha commentato la gara al termine dei 90 minuti.

Pirlo Juventus
Andrea Pirlo, allenatore della Juventus [credit: Getty Images]
La Juventus si rialza e spera: i gol di Rabiot, Ronaldo e Dybala donano una possibilità ai bianconeri di qualificarsi alla prossima Champions League. La squadra di Pirlo ha indirizzato la gara già nel primo tempo, reggendo bene in difesa e concludendo con freddezza in zona offensiva. Decisivo anche Buffon, che sullo 0-0 ha parato un rigore a Berardi concesso ingenuamente da Bonucci. Le vittorie di Milan, Atalanta e Napoli non hanno cambiato la situazione: la Juve non è padrona del proprio destino quando mancano 180 minuti alla chiusura del campionato.

Al termine della gara Andrea Pirlo ha commento la prestazione dei suoi calciatori ai canali ufficiali del club bianconero: di seguito le sue dichiarazioni.

LEGGI ANCHE -> Sassuolo-Juventus 1-3, blitz bianconero: cronaca, tabellino e highlights

Il commento di Pirlo dopo Sassuolo-Juventus

“Abbiamo giocato con un grande orgoglio”

Pirlo è soddisfatto per la reazione dei suoi calciatori. La Juve è ripartita dopo la sconfitta contro il Milan: “Stasera una bella reazione. Il lato mentale viene prima di quello fisico e stasera abbiamo giocato con un grande orgoglio“.

“Dybala aveva una gamba viva”

Protagonista della serata è stato Paulo Dybala. L’argentino ha segnato il gol del KO grazie ad un dolce pallonetto. Pirlo è entusiasta della sua prestazione: “Dybala aveva una gamba viva. Col passare dei minuti ha migliorato, ha fatto quello che doveva e anche uno splendido gol”.

“Rassegnazione è una parola da perdenti”

L’allenatore della Juventus è consapevole: per il quarto posto dipende anche dalle altre squadre. Ma Pirlo non vuole arrendersi: “Noi dobbiamo fare il nostro dovere e vincere le ultime due partite. Non dobbiamo parlare di rassegnazione perché è una parola da perdenti. Bisogna tenere la testa alta”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here