Sassuolo, De Zerbi amaro: “Fatta grande gara, dispiace”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:04
0

Il Sassuolo gioca bene, ma perde in casa contro la Juventus per 1-3: a fine gara Roberto De Zerbi ha espresso la sua amarezza.

De Zerbi Sassuolo
Roberto De Zerbi, allenatore del Sassuolo [credit: Getty Images]
Il Sassuolo gioca un ottimo primo, reagisce nel secondo, ma cade sotto i colpi di Rabiot, Ronaldo e Dybala; nel mezzo il bello, ma inutile, gol di Giacomo Raspadori. I neroverdi possono comunque continuare a sperare nella qualificazione in Conference League: la Roma ha perso a San Siro contro l’Inter, rimanendo dunque a sole due lunghezze di distanza. La squadra di De Zerbi chiuderà la stagione contro Parma e Lazio.

A fine partita l’allenatore neroverde ha commentato la gara ai microfoni di DAZN: di seguito le sue dichiarazioni.

LEGGI ANCHE -> Sassuolo-Juventus 1-3, blitz bianconero: cronaca, tabellino e highlights

I commenti di De Zerbi dopo Sassuolo-Juventus

“Ho una mia idea sulla partita”

Roberto De Zerbi è amareggiato. Il Sassuolo ha giocato bene, ma ha perso in casa contro la Juventus. Questo il commento dell’allenatore neroverde: “Ho una mia idea sulla partita, però non voglio essere di parte. Abbiamo fatto una grande gara, andando sotto 2-0 nel primo tempo prendendo gol su una seconda palla. Dispiace perché nel secondo abbiamo forzato un po’ troppo ma per riprenderla dovevamo fare così. Sul gol di Dybala, Maxime Lopez ha forzato il passaggio mentre serviva un po’ più di pazienza. Però mettere sotto la Juve, seppur ferita, vuol dire tanto per noi”.

“Raspadori forte e completo”

Non mancano i complimenti per Raspadori. Il giovane centravanti ha trovato ancora il gol grazie ad una bella giocata individuale: “Raspadori è un giocatore forte e completo, un ragazzo già pronto, stasera ha segnato un grande gol e queste sono soddisfazioni per un allenatore”.

“Non dribblo le domande sul futuro”

Sono sempre più insistenti le voci del trasferimento di De Zerbi in Ucraina (destinazione Shakhtar Donetsk).- L’allenatore non ha voluto nascondersi: “Quando sarà il momento comunicheremo le decisioni. So la fortuna che ho nel lavorare per questa società però so anche che stiamo andando oltre ogni aspettativa iniziale. Sono un professionista che deve essere giudicato attraverso i risultati, questo è il punto. La società e i miei giocatori conoscono già la mia decisione”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here