Fiorentina, Iachini presenta la sfida al Napoli: “Ce la giochiamo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:33
0

La Fiorentina giocherà domani (12:30) contro il Napoli: l’allenatore viola Giuseppe Iachini ha presentato il match in conferenza stampa.

Iachini Fiorentina
Giuseppe Iachini, allenatore della Fiorentina [credit: Getty Images]
La Fiorentina è pronta a chiudere il campionato in totale serenità. Durante l’ultima giornata è arrivata la tanto attesa salvezza aritmetica che permetterà alla squadra viola di terminare la stagione con la mente libera. La partita di domani, però, sarà molto difficile: il Napoli ha bisogno di punti per chiudere il discorso Champions League e la squadra di Gattuso (il prossimo possibile allenatore della Fiorentina) non vuole rivivere l’incubo di tre anni fa. La memoria, infatti, torna all’ultima stagione di Sarri sulla panchina azzurra, quando con una sconfitta a Firenze svanirono le speranze Scudetto (come in questo turno, anche in quella giornata si sfidavano Inter e Juve).

L’allenatore della Fiorentina Giuseppe Iachini ha presentato la partita in conferenza stampa: di seguito le sue dichiarazioni.

LEGGI ANCHE -> Commisso: “Metto in vendita la Fiorentina, costa 335 milioni” VIDEO

Le dichiarazioni di Iachini prima di Fiorentina-Napoli

“Posso dire di aver dato una mano alla mia Fiorentina”

L’allenatore viola ha commentato la conferenza stampa del presidente Commisso, che ha detto che Iachini meriterebbe una statua in Piazzale Michelangelo. Il tecnico non ha nascosto la felicità per questa affermazione: “Quest’anno abbiamo spezzettato il lavoro, il fatto che il presidente dica una cosa del genere non è normale nel calcio, conferma sempre di più quanto sia grande, onesta e sincera la persona del presidente Commisso. Posso dire di aver dato una mano alla mia Fiorentina, la squadra dove ho giocato di più, sono legato alla città, ai tifosi, all’ambiente. Ringrazio le persone che ci sono state vicino, la società, i ragazzi”.

“Ci siamo messi sotto a lavorare”

Iachini è soddisfatto per la salvezza ottenuta in anticipo dopo una stagione molto complicata. L’allenatore ha commentato così: “Questa è stata molto difficile, perché non aveva dietro una continuità di lavoro. Abbiamo iniziato con le prime 7 partite, dopo 5 mesi sono tornato con un calendario tosto e complicato, ritrovando una squadra e un ambiente impaurito, con tensione. Non avendo avuto continuità che ci permette automatismi e nei dettagli di fare al meglio, è dura. Ma ci siamo messi sotto a lavorare. Il condottiero non deve mai abbassare la testa e deve guidare tutti, attraverso il lavoro, i colloqui individuali e collettivi, ma non nascondo che c’era un pizzico di preoccupazione”.

“Kokorin si sta allenando da qualche giorno con noi”

C’è spazio anche per parlare di Kokorin: il calciatore russo sta convivendo con problemi fisici da diverso tempo. Iachini ha affermato che lo valuterà nei prossimi giorni: “Kokorin si sta allenando da qualche giorno con noi, valuterò di allenamento in allenamento quanto possa aver superato l’infortunio, anche a livello mentale”.

“È giusto che io faccia la mia strada e la Fiorentina la sua”

Iachini ha commentato la mancata conferma sulla panchina viola. L’allenatore ha rivelato che Commisso lo avrebbe voluto trattenere, ma è stata una scelta dell’allenatore in persona: “Il presidente me l’aveva detto dopo la Lazio, mi aveva detto che quando saremmo arrivati alla salvezza avrebbe detto che sarei stato il prossimo allenatore della Fiorentina. Io l’ho fermato. Ma io ho detto che è giusto che io faccia la mia strada, e la Fiorentina la sua. Io andrò con grande rispetto per la città, per i fiorentini, per la squadra, tutti quelli con cui abbiamo condiviso il percorso insieme. Ma è giusto che ci si fermi qui”. Secondo l’allenatore è giusto che la Fiorentina dia vita ad un nuovo corso: “Voglio che Beppe sia sempre Beppe per i fiorentini e per Firenze, giusto che la Fiorentina faccia il suo percorso e io rimarrò sempre tifoso”.

“Non so quale sarà il mio futuro”

Iachini ha dichiarato di non aver ancora pensato al futuro: “Sono concentrato su queste due partite. C’è la consapevolezza di aver fatto un gran lavoro qui. Si vedrà quale progetto arriverà”.

“Il Napoli è una squadra pericolosissima”

L’allenatore viola ha analizzato il momento del Napoli, squadra che al momento è in un grande stato di forma: “È una squadra di grande qualità, che già aveva lottato nei primi posti negli anni precedenti. Si sono aggiunti giocatori molto forti, sono in un ottimo momento di forma. Sta giocando alla grande, fa 4-5-6 gol a tutti. Da parte nostra ci vorrà una partita più che perfetta per essere all’altezza della situazione”. Iachini ha ribadito che il campionato va onorato fino alla fine.

“La continuità porta ad avere risultati”

Secondo Iachini la continuità è la chiave per un progetto vincente. Per l’allenatore è stato difficile trovarla sulla panchina della Fiorentina: “L’anno scorso ho fatto un mese e mezzo e poi c’è stato il lockdown, ma la continuità nel finale si è vista, con una media da Europa. E il presidente mi ha confermato. Quest’anno siamo partiti senza preparazione, con giocatori arrivati in ritardo. Non si fa i maghi”. Poi ha aggiunto un confronto con altre società: “Se non ti alleni insieme e non giochi insieme non vedi neanche i difetti e non puoi migliorare. È mancata questa continuità, che ha portato il Sassuolo a fare risultati in tre anni di lavoro, il Verona in due anni di lavoro, la Lazio in cinque anni di lavoro”.

“Il Napoli ha dimostrato di essere una squadra molto forte”

Iachini non ha voluto rilasciare commenti sulla sconfitta per 6-0 dell’andata, quando la Fiorentina era guidata da Prandelli: “Non mi permetto di giudicare nessun risultato di altri. Ogni partita è una storia a sé”. E sulla partita ha aggiunto: “Il Napoli ha dimostrato di essere una squadra molto forte, in salute, molto ben organizzata. Tutti i presupposti perché possa essere una partita difficile, ma noi ce la giochiamo, dobbiamo onorare il campionato”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here