Genoa, Ballardini: “Stagione straordinaria, futuro? Decide Preziosi”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:17
0

L’allenatore del Genoa Davide Ballardini commenta il pirotecnico 3-4 del suo Genoa contro l’Atalanta, sconfitta senza conseguenze.

Genoa Ballardini
Il tecncio del Genoa Daide Ballardini (Credits: Getty Images)

Quattro gol fatti, tre subiti, una gara spettacolare per il Genoa di Ballardini che alla fine contro l’Atalanta ha perso ma ha venduto cara la pelle. E non era facile visto che il primo tempo è finito 3-0 per la Dea. La riscossa è arrivata nella ripresa con una rimonta fermatasi a pochi metri dal traguardo.

L’allenatore dei rossoblu alla fine si dice infatti soddisfatto perché quello che è stato fatto sul campo è stato piacevole, e non solo oggi ma durante tutta la stagione definita straordinaria. Il segreto per la salvezza è un mix: “Uomini, umiltà e serietà fuori dal comune. Poi il coinvolgimento e il lavoro quotidiano con idee”. Così il Genoa ha conquistato una permanenza in Serie A che fino a Natale sembrava molto difficile.

Ballardini parla dopo Genoa-Atalanta 3-4

E’ felice Ballardini, per oggi, per il suo Genoa che ha fatto un percorso duro, ma alla fine vincente e che lo stesso tecnico non si aspettava potesse essere così denso di soddisfazioni. Sulla gara di oggi c’è ancora più orgoglio perché è stata affrontata una squadra di livello europeo con tanti ragazzi in campo. Rovella e Melegoni dall’inizio, poi anche Portanova, Caso e Eyango.

LEGGI ANCHE: Atalanta, Gasperini: “La qualificazione più difficile, ora la Coppa Italia”

Infine una battuta sul futuro. Il contratto sarà rinnovato perché l’obiettivo è stato raggiunto, ma prima di essere l’allenatore del Genoa Ballardini dovrà parlare con Preziosi dei progetti futuri. La decisione non è stata ancora presa perché, dice l’allenatore: “l’ultima parola spetta sempre alla proprietà e al presidente Preziosi”. La prossima settimana potrebbe già esserci qualche sviluppo, i tifosi sperano che Ballardini possa rimanere e magari questa volta partire con una squadra a sua immagine e somiglianza che possa viaggiare tranquilla e non sempre con l’acqua alla gola.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here