Sassuolo, De Zerbi: “Faremo di tutto per l’Europa, Parma come la Juve”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:54

Domani al Tardini il Sassuolo sfida il Parma per continuare ad inseguire il settimo posto, le parole di De Zerbi alla vigilia.

Sassuolo, il tecnico Roberto De Zerbi nella conferenza stampa di presentazione della gara con l'Atalanta. Serie A, 1 maggio 2021 (foto © U.S. Sassuolo Calcio).
Sassuolo, il tecnico Roberto De Zerbi (Credits: Getty Images)

La fiamma della speranza è ancora accesa e tra oggi e domani si potrebbe decidere molto del futuro del settimo posto. Stasera la Roma affronta la Lazio nel derby, domani alle 18 il Sassuolo se la vedrà con il Parma. L’operazione sorpasso è partita e De Zerbi ci crede: “Faremo di tutto per centrare l’obiettivo Europa anche se mancano due gare alla fine e la Roma ci è davanti e con il derby da giocare. Per noi c’è il Parma che è una squadra viva”. Neroverdi pronti alla battaglia quindi senza paura e anche senza pressioni perché consapevoli di meritarsi tutto quello che sarà, anche ciò che potrebbe non arrivare, come racconta il tecnico ormai pronto a lasciare la sua attuale panchina per approdare allo Shakthar Donetsk.

De Zerbi alla vigilia di Parma-Sassuolo

Nell’ultimo turno non è andata benissimo, contro la Juventus il Sassulo ha perso 3-1, ma secondi molto meritava di più, per questo De Zerbi tiene alta la tensione e spiega che la sua squadra dovrà scendere in campo al Tardini proprio come ha fatto con i più quotati bianconeri.

LEGGI ANCHE: Sassuolo, De Zerbi amaro: “Fatta grande gara, dispiace”

Con la consapevolezza che: “ Il Parma non ci regalerà niente. I ducali hanno avuto molta sfortuna in questo campionato, poi rimettersi in carreggiata non è facile e lo so bene visto che mi è successo in passato”.

Infine le indicazioni sulla formazione, con poco turnover come spiega De Zerbi, qualcuno che ha giocato contro la Juve ci sarà, altri inizieranno in panchina. Niente rotazione ampia o meglio cambi sì ma solo per adattarsi meglio al tipo di partita, ma è quello che la squadra ha sempre fatto. Unico assente sarà Magnanelli, mentre tutti gli altri saranno a disposizione. Resta il dubbio sul centravanti con Caputo che potrebbe tornare dal primo minuto al posto della stellina Raspadori.