Marquez: “Sachsenring dovrebbe consentirci di essere più competitivi”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:13
0

Marc Marquez torna nel circuito con cui ha più feeling: 10 vittorie negli ultimi 10 Gran Premi corsi sul Sachsenring. Il pilota è positivo: “Mi piacerebbe sfruttare , attaccare il fattore pista e fare bene, ma non so se ci riuscirò”

GP Germania Marquez

Marquez: “Sachsenring dovrebbe consentirci di essere più competitivi” Credit Foto Getty ImagesPer Marc Marquez il GP di Germania è una sicurezza a livello di vittorie: 10 vittorie consecutive negli ultimi 10 GP disputati sul Sachsenring. Lo spagnolo spera di fare bene anche quest’anno: “Il layout di questa pista dovrebbe consentirci di essere più competitivi sul lato fisico, mi piacerebbe sfruttare questa cosa, attaccare e fare bene, ma non so se ci riuscirò. Di certo con tante curve a sinistra e solo tre a destra il Sachsenring è meno faticoso per spalla e braccio ed è il primo GP in cui non pensiamo di avere limitazioni sul piano fisico: sotto questo aspetto sono molto fiducioso“.

Leggi anche -> GP Germania, Quartararo: “Spero di ottenere un bel risultato nel weekend”

Marc: “La moto non va ancora bene per me”

La Honda per ora non sta dando i risultati sperati: “Quest’anno per ora è deludente, dobbiamo valutare la situazione che non appare la migliore per noi perché tutte le nostre moto faticano. Dal mio lato del box posso dire che non sono felice di come sto sulla moto e la moto non va ancora bene per me, ma lavoriamo tutti insieme per migliorare la prestazione e arrivare a fine stagione con buon pacchetto per essere top al 2022. Ora stiamo lavorando bene, Bradl ha fatto un ottimo lavoro, ma la stagione passata è stata strana e i rivali sono cresciuti molto“.

Leggi anche -> GP Catalunya: Oliveira vince davanti a Zarco e a Miller

Marquez commenta anche la vittoria di Ana Carrasco, a Misano, nella gara della Supersport 300: “Sono molto felice per lei, capisco cosa le sia successo ed è bello che sia tornata al successo dopo un lungo recupero e un brutto infortunio. Lei si è allenata molto, se lo merita, è una cosa che le dà molta spinta e dà sicurezza pure a me: ma piacerebbe avere il suo stesso ritorno, ma la situazione è differente. Certo, prima della fine di stagione mi piacerebbe ottenere lo stesso risultato suo. In prova e sul giro riesco ad avere il mio ritmo, ma in gara non ce la faccio ancora: serve fare ancora un passo alla volta per riprendere, ma la strada è quella“.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here