Cagliari-Sampdoria 3-1: cronaca del match, tabellino e dichiarazioni post partita

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:28

Il Cagliari vince 3-1 la sua prima partita di campionato battendo la Sampdoria in casa: la decide un super Joao Pedro.

Cagliari Sampdoria
Joao Pedro esulta dopo il gol del vantaggio [credit: Getty Images] – Meteoweek

Cronaca del match – Cagliari-Sampdoria

Primo tempo

Il Cagliari approccia il match con grande aggressività e trova il vantaggio immediato grazie ad un grande lavoro di Keita sulla sinistra: il suo cross perfetto trova la testa di Joao Pedro che deve solo spingere il pallone in rete. La Samp reagisce furiosamente e prova la conclusione con Candreva, ma il suo destro dal limite si stampa contro il palo. L’87 blucerchiato è l’uomo più pericoloso dei suoi: verso la fine del primo tempo prova l’iniziativa personale, ma un grande intervento di Godin lo ferma nel momento decisivo.

Secondo tempo

È ancora il Cagliari ad entrare in campo con più convinzione: dopo 40 secondi Marin si accentra dalla destra e scarica il sinistro sul primo palo, ma il suo tiro è respinto. I rossoblù vanno vicini al raddoppio con un destro al volo di Keita da distanza ravvicinata, ma il pallone sfila sul fondo. Il gol arriva a 15 minuti dalla fine dagli sviluppi di una punizione: Caceres raccoglie il pallone fuori area e scarica un destro che viene deviato da Thorsby e si infila nel sette. È proprio il 2 blucerchiato a riaprire il match a 10 dalla fine grazie ad un bel colpo di testa dall’area piccola su assist di Caputo. Joao Pedro, però, chiude il match all’ultimo minuto di recupero grazie all’assist di Nandez: per il brasiliano è un gioco da ragazzi segnare a porta vuota.

LEGGI ANCHE -> Napoli-Torino: probabili formazioni, precedenti e curiosità
LEGGI ANCHE -> Milan capolista in attesa del Napoli

Tabellino

Cagliari-Sampdoria 3-1 (4′, 90’+4 J. Pedro, 74′ Caceres; 82′ Thorsby)
Ammonizioni
: 13′ Carboni, 51′ Thorsby, 55′ Deiola, 59′ Yoshida, 86′ Strootman, 90’+1 Pavoletti
Espulsione: 90’+2 D’Aversa

Cagliari (4-4-2)  Cragno; Caceres, Godin (58′ Ceppitelli), Carboni, Lykogiannis; Nandez, Marin, Strootman, Dalbert (11′ Deiola); Joao Pedro, Keita (87′ Pavoletti).
A disposizione: Aresti, Radunovic, Bellanova, Altare, Ceppitelli, Zappa, Deiola, Pereiro, Oliva, Grassi, Farias, Pavoletti.
Allenatore: W. Mazzarri

Sampdoria (4-3-3) Audero; Bereszynski (87′ Depaoli), Yoshida, Colley, Augello (64′ Murru); Thorsby, Silva, Askildsen (64′ Verre); Gabbiadini (53′ Caputo), Quagliarella, Candreva.
A disposizione: Falcone, Chabot, Depaoli, Dragusin, Ferrari, Murru, Ekdal, Verre, Yepes, Trimboli, Caputo, Ciervo.
Allenatore: R. D’Aversa

Dichiarazioni

Walter Mazzarri

È felice per la vittoria Walter Mazzarri, ma tiene comunque sempre a mente la classifica: pretende un miglioramento della sua squadra. L’allenatore ha dichiarato: “Dobbiamo migliorare e avere la testa giusta. Quando abbiamo la palla sbagliamo troppi passaggi”.

Secondo Mazzarri, la stagione del suo Cagliari non è ancora cambiata, ma ha anche ammesso che una vittoria era ciò che serviva oggi. La testa, però, è già alla prossima partita: “Sto già pensando ad una trasferta terribile come quella di Firenze. Oggi mi sono piaciute poche cose, tra cui l’inizio di partita”.

Roberto D’Aversa

D’Aversa si è detto soddisfatto per la prestazione dei suoi calciatori nonostante la sconfitta, ma ha anche aggiunto che, alla fine, conta solo il risultato: “Se si vanno ad analizzare occasioni e numeri abbiamo fatto meglio noi. Quello che conta è il risultato, quindi complimenti a loro”.

L’allenatore blucerchiato ha dichiarato di dover migliorare sotto il punto di vista del carattere: “La squadra ha bisogno di uno schiaffo per svegliarsi, sotto questo aspetto dobbiamo migliorare”.