Venezia-Fiorentina: cronaca del match, tabellino e dichiarazioni post partita

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:00

Il Venezia batte la Fiorentina in casa grazie al gol di Aramu nel primo tempo: festeggiano gli arancioneroverdi.

Venezia Fiorentina
Mattia Aramu esulta dopo il suo gol [credit: Getty Images] – Meteoweek

Cronaca del match

Primo tempo

La partita si accende dopo poco più di 10 minuti grazie ad un bello spunto di Sottil che prova il mancino da posizione molto defilata: pallone che sfiora il palo. La Fiorentina spinge con insistenza e sfiora il vantaggio al 22′: il destro di Bonaventura viene deviato e assume una traiettoria pericolosa, ben letta però da Romero. A sbloccare il risultato, però, è il Venezia: Busio inventa un gran pallone per Henry che, davanti al portiere, serve Aramu per la rete a porta vuota.

Secondo tempo

La seconda metà della partita inizia con una fase di studio interrotta dalla punizione di Torreira: il suo destro si spegna sul fondo. Sottil prova la replica dell’azione provata nel primo tempo, ma il suo tiro è troppo debole per preoccupare Romero. I Viola cercano con insistenza il gol del pareggio: al 75′ il sinistro violento di Duncan sorvola di poco la traversa. La partita si complica quando, due minuti dopo, Sottil rimedia un secondo cartellino giallo per un’ingenuità. Il Venezia prova ad approfittarne per segnare il raddoppio con una bella girata di sinistro di Okereke, ma Terracciano blocca con sicurezza. La squadra di Italiano non si arrende e prova a sfondare il muro arancioneroverde, ma Romero è ancora pronto sul colpo di testa di Gonzalez.

LEGGI ANCHE -> Champions League: le sfide del martedì della terza giornata
LEGGI ANCHE -> Inter, Inzaghi in conferenza: “Importantissimo vincere per qualificarci”

Venezia-Fiorentina: il tabellino

Venezia-Fiorentina 1-0 (36′ Aramu)
Ammonizioni
: 24′ Amrabat, 28′ Odriozola, 61′ Benassi, 62′ Ceccaroni, 69′ Sottil, 71′ Ampadu
Espulsione: 77′ Sottil (doppia ammonizione)

Venezia (4-3-3): Romero; Ebuehi, Svoboda, Ceccaroni, Haps; Busio, Vacca (65′ Crnigoj), Ampadu; Aramu (87′ Caldara), Henry (87′ Heymans), Johnsen (50′ Okereke).
A disposizione: Maenpaa, Molinaro, Mazzocchi, Caldara, Tessman, Sigurdsson, Heymans, Kiyine, Crnigoj, Peretz, Forte, Okereke.
Allenatore: P. Zanetti

Fiorentina (4-3-3): Terracciano; Odriozola (46′ Benassi), Milenkovic, Igor, Biraghi; Bonaventura (75′ Maleh), Amrabat (56′ Torreira), Duncan (82′ Pulgar); Callejon (57′ Gonzalez), Vlahovic, Sottil.
A disposizione: Rosati, Martinez Quarta, Venuti, Nastasic, Saponara, Maleh, Pulgar, Torreira, Benassi, Gonzalez, Munteanu.
Allenatore: V. Italiano

Dichiarazioni post partita

Paolo Zanetti

Zanetti si è detto molto contento per la vittoria importante ottenuta contro la Fiorentina, la prima in casa in questo campionato. Il Venezia si è difeso bene contro una squadra offensiva secondo l’allenatore arancioneroverde, aggiungendo anche che il cinismo è fondamentali a questi livelli: “Questi giocatori hanno dimostrato di poter stare in Serie A”.

Sono arrivati anche gli elogi per l’esordiente Romero: “È arrivato da subito con grande voglia di blindare la porta e oggi lo ha fatto“. Tornando sul gol segnato da Aramu, Zanetti ha sottolineato il buon lavoro dei suoi giocatori nell’applicare quanto preparato in settimana: “I calciatori hanno interpretato bene la situazione”.

Vincenzo Italiano

L’allenatore della Fiorentina ritiene la sconfitta un passo indietro sul livello del risultato. I Viola volevano ripartire dopo la sconfitta col Napoli, ma Italiano ha ribadito: “È ancora lunga, mancano 31 partite e lavoreremo per fare meglio“.

Italiano si è detto rammaricato per le occasioni non concretizzate nonostante corner, punizioni e cross pericolosi. L’allenatore è anche tornato sull’espulsione di Sottil: “L’ho visto pimpante, andava via facilmente, l’ho lasciato dentro. Purtroppo il risultato negativo conta più di tutto. Abbiamo creato e giocato, ma il risultato è questo”.