Hellas Verona-Juventus 2-1: cronaca del match, tabellino e dichiarazioni post partita

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:59

L’Hellas Verona batte la Juventus grazie ad un super Simeone nel primo tempo, crisi per i bianconeri: ecco il tabellino del match.

Hellas Verona Juventus tabellino
L’Hellas Verona esulta dopo il secondo gol di Simeone [credit: Getty Images] – Meteoweek

Cronaca del match

Primo tempo

Il primo squillo del match è targato Hellas: Lazovic prova il destro secco sul primo palo da posizione defilata, ma Szczesny è attento e blocca. Poco dopo passa avanti il Verona: il destro in diagonale di Barak è respinto dal portiere bianconero addosso a Simeone, che deve solo spingere il pallone in rete. Tre minuti dopo si ripete il Cholito con un gol pazzesco: l’argentino sfrutta il movimento di Casale per liberare il destro a giro da fuori area, piazzando il pallone sotto l’incrocio. La Juve prova a rispondere al 40′ con una percussione laterale di Alex Sandro che scarica il sinistro: pallone sull’esterno della rete. L’uomo più attivo dei bianconeri è sempre Dybala: al 43′ riceve da Morata e piazza il sinistro giro verso l’incrocio opposto, ma la traversa gli nega la rete.

Secondo tempo

Simeone cerca la tripletta al 51′, ma il suo destro da fuori area è troppo centrale per battere Szczesny. La Juventus è pericolosa al 58′ grazie al destro in spaccata di McKennie, entrato in campo da pochi secondi: il riflesso di Montipò da due passi è provvidenziale. I bianconeri riaprono il match a 10 minuti dalla fine: è ancora l’americano a dettare il passaggio a Danilo e a scaricare un destro molto potente sotto la traversa dai 15 metri. Il Verona fallisce il colpo del KO: il mancino di Kalinic in allungo è troppo largo. Montipò compie una parata fantastica al 90′ sul mancino di Dybala da fuori area: palla in angolo.

LEGGI ANCHE -> Udinese, Gotti in conferenza: “Inter squadra forte, ma vogliamo vincere”
LEGGI ANCHE -> Napoli: Spalletti perde il suo top player per la Salernitana

Hellas Verona-Juventus: il tabellino

Hellas Verona-Juventus 2-1 (11′, 14′ Simeone; 80′ McKennie)
Ammonizioni: 26′ Lazovic, 29′ Danilo, 57′ Casale, 61′ Faraoni, 61′ Arthur, 76′ Gunter, 77′ Morata

Hellas Verona (3-4-2-1): Montipò; Dawidowicz, Gunter, Casale (67′ Ceccherini); Faraoni, Tameze (75′ Bessa), Veloso, Lazovic (67′ Sutalo); Barak, Caprari, Simeone (83′ Kalinic).
A disposizione: Pandur, Berardi, Cetin, Ceccherini, Magnani, Sutalo, Ruegg, Bessa, Hongla, Kalinic, Lasagna, Cancellieri.
All. Tudor

Juventus (4-4-2): Szczesny; Danilo, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro (82′ Pellegrini); Cuadrado (69′ Kulusevski), Bentancur (58′ Locatelli), Arthur (69′ Bernardeschi), Rabiot (58′ McKennie); Dybala, Morata.
A disposizione: Pinsoglio, Perin, De Ligt, Pellegrini, McKennie, Bernardeschi, Locatelli, Kulusevski, Kaio Jorge.
All. Allegri

Dichiarazioni post partita

Igor Tudor

Tudor si è detto felice per la vittoria contro la Juve, sottolineando come i suoi calciatori abbiano meritato questo risultato. L’allenatore ha aggiunto che, secondo lui, dopo il secondo gol “si poteva ancora andare di là, potevamo fare qualcosa davanti”. Elogiato anche lo spirito difensivo, fondamentale per riuscire a tenere il risultato nel second tempo.

Secondo Tudor si può migliorare nello spirito difensivo: “Dobbiamo subire meno tiri”. Un elogio anche per Caprari, completamente rivitalizzato dalla gestione dell’allenatore croato: “È intelligente, umile e ha voglia di fare. Deve continuare così”.

Massimiliano Allegri

Allegri ha dichiarato che parlare ora non serve: bisogna lavorare e basta. L’allenatore bianconero ha aggiunto che bisogna prendersi le proprie responsabilità e accettare la realtà. Piangersi addosso non serve, la concentrazione è già a martedì.

L’allenatore bianconero pensa che la sconfitta di oggi abbia definitivamente posto fine la corsa allo Scudetto: “Oggi step quasi finale per il campionato. Pensiamo alla Champions”. Allegri spera di ritrovare la vittoria contro la Fiorentina nel prossimo turno di campionato.