Conte-Tottenham, ultim’ora: l’allenatore è appena atterrato a Londra

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:39

Svolta inattesa fra Antonio Conte e il Tottenham: l’allenatore italiano è pronto a dire di sì alla proposta degli Spurs. Ecco le ultime novità.

Conte Tottenham
Antonio Conte [credit: Getty Images] – Meteoweek

Conte, il Tottenham è fiducioso

Conte ha cambiato idea: in estate la trattativa per portare l’ex allenatore dell’Inter sulla panchina degli Spurs era crollata, ma ora siamo vicini alla chiusura.
La società di Londra, dopo una lunghissima ricerca, aveva ingaggiato Nuno Espirito Santo: l’allenatore portoghese si era liberato dal Wolverhampton e aveva accettato la panchina del Tottenham con grande entusiasmo. Il suo primo estimatore era Fabio Paratici, da poco diventato direttore sportivo degli inglesi.

Tuttavia, dopo appena dieci giornate, il Tottenham, dopo lunghi colloqui, ha deciso di esonerare Espirito Santo dopo la pesantissima sconfitta contro lo United in casa. È il caso di chiamare questo risultato una vera e propria sliding door: i Red Devils stavano pensando di sollevare Solskjaer dall’incarico per affidare la panchina ad Antonio Conte dopo la sconfitta per 0-5 contro il Liverpool ad Old Trafford. A seguito di alcune discussioni interne, il norvegese è stato confermato.
Nel turno seguente, il Manchester ha dominato il Tottenham vincendo 0-3 grazie ad una grande prestazione di squadra: fiducia a Solskjaer, addio Espirito Santo. Ed ecco la chiamata a Conte.

LEGGI ANCHE -> “Ronaldo devi andare al circo” l’aneddoto raccontato da Ferdinand
LEGGI ANCHE -> ULTIM’ORA SHOCK: SQUADRA ESCLUSA DAL CAMPIONATO

Conte, giornate frenetiche

Conte ha vissuto delle giornate molto frenetiche nell’ultima settimana. La sconfitta dello United contro il Liverpool aveva gettato dei dubbi su Solskjaer, tanto che l’allenatore italiano era già pronto a subentrare. I Red Devils, però, non hanno mai contattato l’ex CT della Nazionale, anche se lui avrebbe accettato con entusiasmo l’incarico. Il norvegese, il giorno dopo lo 0-5, ha incassato la fiducia della dirigenza, allontanando definitivamente lo spettro di Conte.

Nella giornata successiva è andato in scena lo scontro fra Tottenham e Manchester United: in palio i 3 punti o… Conte. Una sconfitta, infatti, avrebbe compromesso quasi certamente la permanenza di uno dei due allenatori. Solskjaer ha vinto, Espirito Santo ha perso e così si è arrivati alla svolta.

Stamattina gli Spurs hanno deciso di esonerare il portoghese convinti di riuscire a portare a Londra l’ex allenatore del Chelsea. Si tratta di uno scenario inedito: Conte si è sempre detto contrario a subentrare a stagione in corso, ma la voglia di tornare in panchina era troppa per non ascoltare l’offerta del Tottenham.

Conte, ecco le prime richieste al Tottenham

La trattativa tra Conte e il Tottenham era saltata in estate per richieste economiche eccessive dell’allenatore, che comunque non era convinto del progetto tecnico offerto da Levy e Paratici.
Questa volta, però, la dirigenza sembra essere riuscita a far breccia nella mente di Conte: i suoi agenti hanno già parlato con il Tottenham e l’accordo è ormai ad un passo. Non è da escludere che già oggi l’ex Inter possa prendere un areo verso Londra per firmare il contratto e dirigere l’allenamento di domani.

Ultim’ora: Conte è a Londra – ore 14:39

Antonio Conte è atterrato a Londra dieci minuti fa: ora incontrerà la dirigenza del Tottenham per poi firmare il contratto che lo legherà agli Spurs fino al 2023.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Antonio Conte (@antonioconte)