Legia Varsavia-Napoli 1-4: cronaca del match, tabellino e dichiarazioni post partita

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:16

Il Napoli vince contro il Legia Varsavia grazie ad un ottimo secondo tempo: di seguito il tabellino del match.

Legia Varsavia tabellino
Piotr Zielinski esulta dopo il gol del pareggio [credit: profilo Twitter ufficiale del Napoli] – Meteoweek

Cronaca del match

Primo tempo

Il Legia sblocca il match dopo 10 minuti grazie all’asse Mladenovic-Emreli, con l’attaccante bravo a rimanere freddo e a battere Meret col sinistro. La squadra di Spaletti risponde al 17 con la traversa di Zielinski: il destro del polacco si stampa sul legno. Gli azzurri insistono e sfiorano il pareggio due minuti dopo, ma il buon colpo di testa di Anguissa non sorprende Miszta. Il portiere del Legia è reattivo anche sul destro di Elmas al 25′: il macedone è ben assistito da Petagna, ma il suo tentativo non trova il gol.

Secondo tempo

Il Legia riparte con grande aggressività, centrando il palo dopo il tiro di Ribeiro: il suo destro a giro non trova il raddoppio per questione di centimetri. Il Napoli riesce a trovare il pareggio al 51′: Zielinski si guadagna un rigore e poi lo trasforma incrociando bene il tiro dal dischetto. Gli azzurri possono tornare a calciare dagli 11 metri dopo un fallo su Politano: Mertens opta per il cucchiaio, segnando il gol del vantaggio. Poco dopo arriva il tris: Petagna, davanti al portiere, è altruista e regala a Lozano un tap in a porta vuota facilissimo. La squadra di Spalletti mette a segno il quarto gol con Ounas: bel sombrero di sinistro e destro potente dell’esterno algerino.

LEGGI ANCHE -> Empoli, Andreazzoli: “Il Genoa non molla mai, dobbiamo essere bravi” VIDEO
LEGGI ANCHE -> Champions League: il punto sulle qualificazioni delle italiane ed estere

Legia Varsavia-Napoli – Il tabellino

Legia Varsavia-Napoli 1-4 (10′ Emreli, 51′ Zielinski (r), 75 Mertens (r), 79′ Lozano, 90′ Ounas)
Ammonzioni: 54′ Elmas, 68′ Jedrzejczyk

Legia Varsavia (3-4-2-1): Miszta; Johansson, Wieteska, Jedrzejczyk; Ribeiro, Soares, Slisz, Mladenovic; Kastrati (67′ Muci), Luquinhas; Emreli (80′ Lopes).
A disposizione: Tobiasz, Rose, Martins, Kharatin, Celhaka, Kostorz, Ciepiela, Pekhart, Muci, Lopes, Skibicki, Wlodarczyk.
Allenatore: M. Golebiewski

Napoli (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Jesus; Anguissa, Demme (65′ Lobotka); Lozano (83′ Ounas), Zielinski (73′ Mertens), Elmas (65′ Politano); Petagna (82′ Zanoli).
A disposizione: Idasiak, Ospina, Zanoli, Lobotka, Mertens, Politano, Ounas.
Allenatore: L. Spalletti

Dichiarazioni post partita

Luciano Spalletti

Spalletti ha definito il suo Napoli una squadra “da bosco e da riviera”: gli azzurri sanno giocare partite difficili in campi difficili. L’allenatore si è detto soddisfatto per le risposte ricevute a livello di disponibilità e qualità. Il gol preso è stato l’unico neo di una gara ottima, ma nel secondo tempo è emersa la bravura dei calciatori. Un elogio, in particolare, per chi è entrato dalla panchina: “Ancora una volta, quello che entra dopo fa la differenza”.