Juventus-Fiorentina 1-0: cronaca del match, tabellino e dichiarazioni post partita

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:11

La Juventus vince di misura contro la Fiorentina con un gol di Cuadrado nei minuti di recupero: ecco il tabellino del match.

Juan Cuadrado, difensore della Juventus (credit: Getty Images)
Juan Cuadrado, difensore della Juventus (credit: Getty Images)

Cronaca del match

Primo tempo

In questo primo tempo Juventus e Fiorentina si equivalgono sul terreno di gioco. La partita dell’Allianz Stadium è molto equilibrata e intensa ma non ci sono da segnalare particolari occasioni da rete. Dopo un paio di opportunità per Morata e Dybala, è la Fiorentina ad andare maggiormente vicino al vantaggio: Odriozola passa in mezzo a due avversari e mette la palla dietro per Saponara che da dentro l’area calcia sopra la traversa. Nel finale di tempo meglio la Fiorentina che si fa vedere dalle parti di Perin senza riuscire però a creare occasioni nitide. Brivido finale con un check del VAR per possibile tocco di mani di Danilo in area di rigore, ma non ci sono gli estremi per una review.

Secondo tempo

Il secondo tempo si apre come si era concluso il primo, e l’impressione è che possa essere decisa solamente da un episodio. Così effettivamente sarà: al 73′ Milenkovic stende Chiesa, secondo giallo netto e Fiorentina che rimane in dieci uomini. A questo punto la Juventus prende coraggio e comincia a prendere d’assalto la porta di Terracciano. Dopo una traversa di Chiesa e un gol giustamente annullato a Morata per fuorigioco, ecco che nei minuti di recupero il neoentrato Cuadrado batte Terracciano sul primo palo dopo una deviazione decisiva di Biraghi. La Juve riesce a vincere un’altra partita per 1-0 e raggiunge i 18 punti in classifica, raggiungendo proprio la Fiorentina.

LEGGI ANCHE –> Napoli, De Laurentiis su Insigne: “Ce ne faremo una ragione”

LEGGI ANCHE –> Spezia-Torino 1-0: cronaca del match, tabellino e dichiarazioni post partita

Juventus-Fiorentina: il tabellino

Juventus-Fiorentina 1-0 (Cuadrado 90’+1′)
Ammonizioni: 
26′ Quarta, 45’+2′ Danilo, 66′ Milenkovic, 81′ Nastasic, 86′ Sottil,
88′ Rugani
Espulsioni: 73′ Milenkovic

Juventus (4-4-2): Perin; Danilo, De Ligt, Rugani, Alex Sandro; Chiesa, Locatelli, McKennie, Rabiot; Dybala, Morata.
A disposizione: Pinsoglio, Israel, Bonucci, Cuadrado, Pellegrini, Ramsey, Bentancur, Arthur, Kulusevski, Kaio Jorge, Bernardeschi.
Allenatore: M. Allegri

Fiorentina (4-3-3): Terracciano; Odriozola, Milenkovic, Martinez Quarta, Biraghi; Bonaventura, Torreira, Castrovilli; Callejon, Vlahovic, Saponara.
A disposizione: Rosati, Cerofolini, Nastasic, Igor, Venuti, Terzic, Amrabat, Benassi, Maleh, Duncan, Egharevba, Sottil.
Allenatore: V. Italiano

Dichiarazioni post partita

Massimiliano Allegri

Massimiliano Allegri ha espresso soddisfazione per la prestazione della sua squadra e per la vittoria ottenuta che dà morale in vista delle prossime partite. Allegri ha voluto sottolineare come la Juventus oggi abbia vinto tutti i contrasti correndo e giocando tecnicamente bene, mostrando le sue qualità. I complimenti di Allegri vanno in particolari a Rugani e Pellegrini, due giocatori che hanno giocato poco ma che si sono fatti trovare pronti una volta chiamati in causa. Il mister bianconero ha spiegato come l’assetto di difesa e centrocampo sia stato trovato, e che i miglioramenti debbano essere fatti davanti in base alle caratteristiche della partita.

Su Morata invece si è espresso così: “Oggi Morata ha lavorato bene, si è creato situazioni favorevoli, gli hanno annullato un gol, poteva stare più attento in un paio di occasioni, ma è stata una prestazione importante”. Dopo le critiche delle ultime settimane l’attaccante spagnolo è sembrato in crescita, ma l’appuntamento con il gol è rimandato a dopo la sosta quando cercherà di sbloccarsi.

Vincenzo Italiano

Vincenzo Italiano mostra tutto il suo rammarico per la sconfitta maturata negli ultimi istanti contro la Juventus. La Fiorentina aveva disputato una grande partita fino all’espulsione di Milenkovic giocandosela alla pari con i bianconeri. L’ingenuità del difensore serbo è stata grave perché ha cambiato una partita nella quale la Viola aveva concesso poco e niente. Nonostante ancora una volta i suoi ragazzi escano dal campo con 0 punti contro una big, Italiano è fiducioso per la crescita della sua squadra che potrà solo imparare da partite del genere.

Su Vlahovic ha dichiarato: “Non si può parlare di mercato tutti i giorni, oggi ha dato l’anima, ha giocato tanto spalle alla porta contro un grande difensore come de Ligt”. E chissà che la Juventus non possa essere la sua prossima squadra.