Milan, comunicato ufficiale del club sulla questione Raiola

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:40

Il Milan ha pubblicato un comunicato ufficiale in cui prende le distanze dall’articolo pubblicato dalla Gazzetta dello Sport sulla questione Raiola.

Mino Raiola, procuratore sportivo (credit: Getty Images)
Mino Raiola, procuratore sportivo (credit: Getty Images)

Milan, l’articolo della Gazzetta dello Sport su Romagnoli

Il capitano del Milan Alessio Romagnoli avrebbe trattato da solo il rinnovo di contratto con il Milan in scadenza a giugno 2022. Il Milan infatti non avrebbe gradito l’intermediazione del suo procuratore, Mino Raiola, a causa dell’epilogo della vicenda Donnarumma. Maldini e Massara avrebbero chiesto a Romagnoli di presentarsi alla sede di via Aldo Rossi da solo, per non avere più nulla a che fare con l’agente. Secondo la Gazzetta dello Sport alla fine il giocatore avrebbe acconsentito a questa richiesta per cercare di trovare un accordo con il club. In questo momento Romagnoli guadagna al Milan 6 milioni di euro a stagione ed è il giocatore più pagato della rosa. Non essendo più neanche una prima scelta per Pioli dopo l’esplosione di Tomori, il Milan avrebbe offerto un rinnovo a 3,5 milioni a stagione, quasi dimezzando l’attuale stipendio del giocatore. Romagnoli ne vorrebbe 4,5 e potrebbero esserci i margini tra le parti per venirsi incontro. Tutto potrebbe concretizzarsi però solo se Raiola non si immischiasse nella trattativa.

LEGGI ANCHE –> Jorginho: “Penso al Pallone d’Oro ma resto con i piedi per terra”

LEGGI ANCHE –> Napoli, l’agente di Insigne sul rinnovo: “Lorenzo è spiazzato”

Milan, il comunicato ufficiale sulla questione Raiola

Attraverso un comunicato ufficiale il Milan ha precisato la propria posizione sulla questione Raiola: In merito all’articolo pubblicato oggi dalla Gazzetta dello Sport dal titolo “Il Milan espelle Raiola”, #ACMilan precisa che il Club mantiene rapporti professionali con tutti gli agenti, senza alcuna preclusione.” Una presa di distanza da parte del club dopo tutte le voci che sono circolate in merito a questa vicenda. Nel frattempo continuano a non arrivare notizie positive sul rinnovo di Kessié. Infatti l’agente George Atangana non sembra essere intenzionato a muoversi dalla richiesta di 8,5 milioni di euro a stagione per il suo assistito. Una cifra che i rossoneri non pagheranno, consapevoli di aver proposto un ingaggio triplicato (6 milioni) al giocatore a fronte degli attuali 2,2 milioni. Una situazione che più passa il tempo e più è difficile da risolvere, con i tifosi rossoneri che vedono sempre più concreta la possibilità di vedere andare via un altro giocatore a parametro zero.