Salernitana-Sampdoria 0-2: cronaca del match, tabellino e dichiarazioni post partita

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:26

La Sampdoria vince il delicato scontro salvezza contro la Salernitana e si tira fuori dalla zona retrocessione: ancora decisivo Candreva.

Antonio Candreva, centrocampista della Sampdoria e Fabio Quagliarella, attaccante della Sampdoria (credit: Getty Images)
Antonio Candreva, centrocampista della Sampdoria e Fabio Quagliarella, attaccante della Sampdoria (credit: Getty Images)

Cronaca del match

Primo tempo

Partita equilibrata all’Arechi di Salerno per i primi 30 minuti: la Salernitana parte forte nei primi minuti ma è la Sampdoria a creare le occasioni più pericolose con Caputo, Quagliarella e Candreva che però peccano di precisione sotto porta. Al 40′ dopo un cross di Candreva sugli sviluppi di calcio d’angolo, la partita si sblocca con un autogol di Di Tacchio che devia con la schiena nella propria porta. La Sampdoria sfrutta il momento e raddoppia dopo soli tre minuti: gran contropiede dei blucerchiati dopo un corner della Salernitana, con Quagliarella che conduce e serve a Candreva l’assist dello 0-2.

Secondo tempo

La Salernitana rientra in campo cercando subito di accorciare le distanze, ma trova davanti a sé un grande Audero che salva la porta blucerchiata prima su Ranieri e poi su L. Coulibaly. La Samp cerca di mantenere il punteggio e si fa vedere dalle parti di Belec solo al 60′ quando viene giustamente annullato un gol per fuorigioco a Caputo. La Salernitana prova fino all’ultimo a tenere alta la pressione, ma la difesa blucerchiata regge bene e permette a D’Aversa di portare a casa tre punti e di salvare la panchina.

LEGGI ANCHE –> Bologna-Venezia 0-1: cronaca del match, tabellino e dichiarazioni post partita

LEGGI ANCHE –> Inter – Napoli: formazioni ufficiali e match live

Salernitana-Sampdoria 0-2: tabellino

Reti: 40′ aut. Di Tacchio, 43′ Candreva

Salernitana (4-3-1-2): Belec; Zortea (55′ Kechrida), Gyomber, Gagliolo, Ranieri; L. Coulibaly, Di Tacchio (67′ Schiavone), Kastanos (46′ Obi); Ribery (67′ Simy); Djuric, Gondo (55′ Bonazzoli).
A disposizione: Fiorillo, Delli Carri, Bogdan, Kechrida, Jaroszynski, Capezzi, Obi, Schiavone, Bonazzoli, Simy, Vergani.
Allenatore: S. Colantuono

Sampdoria (4-4-2): Audero; Bereszynski (61′ Dragusin), Ferrari (65′ Chabot), Colley, Augello; Candreva, Thorsby, Ekdal, Verre (61′ Askildesn) ; Quagliarella (87′ Gabbiadini), Caputo.
A disposizione: Ravaglia, Falcone, Chabot, Depaoli, Dragusin, Murru, Trimboli, Yepes, Ciervo, Askildsen, Gabbiadini.
Allenatore: R. D’Aversa

Ammoniti: Bereszynski, Ekdal, Chabot (S)

Dichiarazioni post partita

Stefano Colantuono

Colantuono è apparso molto amareggiato per la sconfitta della sua Salernitana, nonostante una buona prestazione che ha visto equivalere la squadra granata a quella blucerchiata. Nei cinque minuti finali del primo tempo si è però compromessa la partita, un po’ per sfortuna e un po’ per un errori.

Sull’infortunio di Ribery ha dichiarato: “Credo che sia un problema fisico, lo valuteremo nei prossimi giorni”. Mentre sui pochi gol segnati e in particolare sul brutto momento di Simy, Colantuono ha dichiarato: “Lo dicevo anche nel pre partita, si trova in una fase di scarsa brillantezza. Nessuno lo abbandona e lo recupereremo. Abbiamo ruotato i giocatori perché abbiamo tanti impegni, ma Simy fa parte del progetto”

Roberto D’Aversa

D’Aversa si è voluto complimentare con tutti i membri della sua squadra per la prestazione fatta e il risultato ottenuto. Nonostante non fosse una partita facile, i giocatori blucerchiati si sono allenati bene e hanno giocato liberi di testa, come richiesto dallo stesso D’Aversa. La Sampdoria doveva delle risposte a tifosi e società per i risultati ottenuti fino a ora, nonostante le prestazioni siano state spesso buone.

Gli episodi decidono le partite e quasi sempre sono stati a sfavore della Sampdoria, mentre oggi nonostante qualche errore la squadra è stata concentrata per tutto il match e ha portato a casa una vittoria meritata.