Milan, senti Brahim Diaz: “Non penso al Real, ho in testa solo i rossoneri”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:27

Il numero 10 del Milan Brahim Diaz ha parlato della sua esperienza in rossonero e del futuro che lo attende: ecco le sue parole.

Brahim Diaz, trequartista del Milan (credit: Getty Images)
Brahim Diaz, trequartista del Milan (credit: Getty Images)

Brahim Diaz dopo una prima stagione di apprendistato, è diventato un giocatore determinante per il Milan di Stefano Pioli. Dopo l’addio di Calhanoglu in estate, il classe ’99 ha ereditato la maglia numero 10 e la titolarità nello scacchiere rossonero. Dopo un avvio di stagione straripante, con 4 gol e 2 assist nelle prime otto tra Serie A e Champions League, Brahim Diaz ha recuperato da poco da un infortunio e non è ancora al 100%. Il Real Madrid lo osserva da lontano e aspetterà la fine del prestito biennale per decidere se puntare su di lui. Ai microfoni di “El Pais“, Brahim Diaz ha parlato della sua esperienza con il Milan e del futuro che lo attende.

LEGGI ANCHE –> Spartak Mosca – Napoli: formazioni ufficiali e match live

LEGGI ANCHE –> Roma, Mourinho dà la carica: “Contro lo Zorya è una finale” VIDEO

Milan, le parole di Brahim Diaz

“Ibrahimovic è un attaccante completo, in area di rigore comanda lui”

Brahim Diaz ha speso elogi per Zlatan Ibrahimovic: il trequartista spagnolo gli invidia la capacità di essere decisivo e di capire il calcio prima di tutti gli altri. Il motivo per cui risulta decisivo ancora all’età di 40 anni è il fatto di sapere già prima dove andrà il pallone e dare consigli a tutti affinché sia seguito come un capo. A Brahim Diaz dice sempre di avere personalità, perché con i mezzi tecnici che si ritrova può andare lontano nella sua carriera.

“Mi trovo benissimo nel ruolo in cui mi schiera Pioli”

Nello scacchiere messo in campo da Pioli in ogni partita, Brahim Diaz deve svolgere il compito di stare in mezzo tra le due linee di difesa e centrocampo. Disponendosi bene in quella posizione, i difensori avversari non sanno mai se uscire a prenderlo o se indietreggiare e lasciargli spazio, risultando in ogni caso sempre pericoloso. Brahim Diaz è un giocatore eclettico che può agire anche come esterno o falso nueve, con l’abilità di usare indifferentemente tutti e due i piedi.

“Ho imparato qualcosa di nuovo da Guardiola, Zidane e Pioli”

Brahim Diaz ha giocato sempre in grandi squadre ed è stato allenato da grandissimi allenatori che lo hanno migliorato sempre di più. Ai tempi del Manchester City, Pep Guardiola lo considerava uno dei migliori giovani nel panorama mondiale, e Diaz ha imparato tanto soprattutto per quanto riguarda la fase di recupero immediato del pallone. Al Real Madrid con Zidane non ha avuto molte chance ma ha continuato il suo percorso di crescita, mentre grazie a Pioli è migliorato nel posizionamento in campo.

“Sono concentrato esclusivamente sul Milan”

Brahim Diaz è al Milan in prestito biennale con diritto di riscatto fissato a 22 milioni per i rossoneri. Il Real Madrid però non ha voluto perderlo d’occhio e ha fissato un controriscatto a 27 milioni se decidesse di puntare su di lui. Almeno fino alla fine della prossima stagione il trequartista spagnolo vestirà la maglia rossonera e ha ammesso di essere concentrato solo su quello. Il Real lo segue da lontano ma Diaz vuole godersi il fatto di giocare in un club importante e in ripresa come il Milan.