Scontri prima di Napoli-Lazio: agenti contusi e 5 arresti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:09

Prima della sfida tra Napoli e Lazio sono andati in scena degli scontri al di fuori dello Stadio Diego Armando Maradona: agenti feriti e ultrà arrestati. Ecco la ricostruzione dei fatti.

Scontri Napoli-Lazio
I fumogeni dei tifosi del Napoli davanti alla statua dedicata a Diego Armando Maradona [credit: Getty Images] – Meteoweek

Napoli-Lazio, spettacolo e disagi

La partita fra Napoli e Lazio ha regalato grande spettacolo in campo, con gli azzurri che si sono imposti con un netto 4-0 grazie ad una prestazione eccellente. La squadra di Spalletti ha così conquistato il primato in solitaria superando il Milan, sconfitto a San Siro dal Sassuolo.
Fuori dallo Stadio Diego Armando Maradona, però, lo spettacolo non è stato altrettanto bello. Nel giorno dell’inaugurazione della statua dedicata al Pibe de Oro un anno dopo la sua scomparsa, un brutto scontro è andato in scena tra i tifosi del Napoli e le forze dell’ordine: di seguito la ricostruzione degli eventi.

LEGGI ANCHE -> Fantacalcio, i nostri consigli per la quindicesima giornata di Serie A
LEGGI ANCHE -> Giornalista molestata in diretta tv: individuati i tifosi responsabili

Napoli-Lazio, scontri prima della partita

Prima del match di ieri sera, alcuni tifosi del Napoli si sono avvicinati ai mezzi che trasportavano i supporter laziali. Lo scontro è avvenuto in via Barbagallo: gli ultrà azzurri hanno usato bottiglie, fumogeni, petardi, caschi, passamontagna e bastoni chiodati.

L’intenzione era quella di arrivare allo scontro diretto con i laziali. Degli agenti si sono opposti, raggiungendo gli aggressori che hanno opposto una forte resistenza con mazze, caschi e cinghie. Sei poliziotti sono rimasti feriti dopo lo scontro

Rosario Lo Monaco, Davide Romano, Alessandro Borrelli, Pasquale Forte e Giuseppe Mazzocchi (napoletani di età compresa fra i 30 e i 39 anni) sono stati arrestati per resistenza al pubblico ufficiale e per possesso o uso di oggetti pericolosi. Borrelli e Mazzocchi sono stati anche denunciati per delle lesioni aggravate e Mazzocchi per la violazione del Daspo a cui è sottoposto.

Altri due tifosi sono stati denunciati per resistenza al pubblico ufficiale e possesso di oggetti pericolosi. Tutti e sette i supporter sono appartenenti a gruppi ultrà napoletani: la procedura per il Daspo è già stata avviata.

Fermati altri 6 tifosi

Durante l’ingresso allo stadio sono stati fermati altri 6 tifosi azzurri. Tre di loro erano in possesso di un biglietto il cui proprietario non corrispondeva alla loro identità, mentre gli altri hanno tentato di entrare nell’impianto con sostanze stupefacenti per uso personale.

Nei pressi di via Marino è stato sanzionato dalla Guardia di Finanza anche un 40enne parcheggiatore abusivo: non è la prima volta che l’uomo è stato identificato mentre svolgeva quella attività.