Milan-Salernitana 2-0: cronaca del match, tabellino e dichiarazioni post partita

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:38

Il Milan vince contro la Salernitana grazie ai gol di Kessié e Saelemaekers: ecco la cronaca, il tabellino e le dichiarazioni degli allenatori.

Franck Kessié e Alexis Saelemaekers, centrocampisti del Milan (credit: Getty Images)
Franck Kessié e Alexis Saelemaekers, centrocampisti del Milan (credit: Getty Images)

Cronaca del match

Primo tempo

Il Milan parte subito forte e dopo 5′ trova già la rete del vantaggio con Kessié, bravo a girare con il sinistro dopo una bella giocata di Leao. I rossoneri continuano a spingere e creano un’altra occasione con Brahim Diaz che, servito da Bakayoko in area, trova solo l’esterno della rete. Al 18′ ecco però arrivare il raddoppio: passaggio di Diaz per Saelemaekers che rientra sul sinistro e la mette nell’angolo dove Belec non può arrivare. La squadra di Pioli nonostante il doppio vantaggio continua a spingere e crea altre occasioni con Leao e Diaz, che però non sono abbastanza decisi sotto porta e sprecano. Sul finire del primo tempo prima Krunic trova una grande risposta di Belec su un tiro a botta sicura, poi è ancora Kessié ad andare vicino al 3-0 con un tiro al volo dal limite dell’area che sibila il palo del portiere della Salernitana.

Secondo tempo

Il secondo tempo inizia sulla falsa riga del primo, con il Milan che gestisce la partita e la Salernitana che non riesce a tenere il pallone quando ne entra in possesso. I rossoneri vanno vicino al gol ancora con Kessié che non arriva di un soffio sul bel cross rasoterra di Florenzi. Belec è decisivo nel mantenere il match sul 2-0 con due interventi prima su Brahim Diaz e poi sul neoentrato Messias, vicino al suo quarto gol con la maglia rossonera. A dieci minuti dalla fine Diaz ha la migliore occasione del secondo tempo, ma il trequartista spagnolo non inquadra incredibilmente la porta davanti al portiere della Salernitana. Finisce 2-0 per il Milan, che si porta momentaneamente in testa alla classifica in attesa di Napoli-Atalanta.

LEGGI ANCHE –> Bologna-Fiorentina: probabili formazioni, precedenti e curiosità

LEGGI ANCHE –> Spezia-Sassuolo: probabili formazioni, precedenti e curiosità

Milan-Salernitana 2-0: tabellino

Reti: 5′ Kessié, 18′ Saelemaekers.

Milan (4-2-3-1): Maignan; Florenzi, Tomori, Romagnoli, Theo Hernandez (62′ Ballo-Touré); Bakayoko (46′ Bennacer), Kessié (79′ Tonali); Saelemaekers, Brahim Diaz, Leao (46′ Messias); Pellegri (15′ Krunic).
A disposizione: Mirante, Tătărușanu, Ballo-Touré, Conti, Gabbia, Kalulu, Bennacer, Krunić, Messias, Tonali, Ibrahimović, Maldini.
All.: S. Pioli.

Salernitana (3-5-2): Belec; Veseli, Gyomber, Bogdan; Zortea (61′ Kechrida), L.Coulibaly, Di Tacchio (46′ Kastanos), Schiavone, Ranieri (79′ Jaroszynski); Ribery (61′ Bonazzoli), Simy (61′ Djuric).
A disposizione: Fiorillo, Guerrieri, Jaroszynski, Bonazzoli, Djuric, Kastanos, Obi, Kechrida, Capezzi, Delli Carri, Vergani.
All.: S. Colantuono.

Ammoniti: Bakayoko (M); Di Tacchio, Djuric (S)

Dichiarazioni post partita

Stefano Pioli

Pioli si è detto soddisfatto per la prestazione e per la vittoria dei suoi, perché il risultato positivo non era scontato e bisognava meritarselo. Il Milan ha creato tante occasioni e poteva segnare anche più gol, ma era importante mostrare maturità e i rossoneri l’hanno fatto. Adesso il Milan dovrà concentrarsi sulla decisiva partita di Champions League contro il Liverpool, recuperare le energie e cercare di sfruttare gli spazi che la squadra inglese potrà concedere. Il campionato è equilibrato e per vincerlo ci vuole continuità, ma è ancora troppo presto per guardare alla classifica.

Sulla sostituzione a fine primo tempo di Leao ha dichiarato: “Leao ha preso una botta, non abbiamo voluto rischiare, per questo l’ho sostituito”.
Su Brahim Diaz: “Può crescere ancora, fare qualche gol in più e migliorare nel muoversi fra le linee”.
Mentre sull’infortunio di Pellegri: “Mi spiace per l’infortunio di Pellegri che lo costringerà a fermarsi, stava entrando in forma”.

Stefano Colantuono

Colantuono non è soddisfatto della prova dei suoi: fin dall’inizio l’approccio è stato sbagliato e in pochi minuti si è compromessa una partita già difficile. La Salernitana avrebbe dovuto cercare di tenere il risultato più in bilico e di creare qualche pericolo in più dalle parti di Maignan. Se una partita contro una squadra forte come il Milan si indirizza così, è difficile recuperarla non solo per la Salernitana ma per tutti.

Su Bonazzoli e i tanti infortunati ha dichiarato: “Bonazzoli non l’ho potuto far giocare dall’inizio perché non era al 100%, di cose potremmo farne tante, ma se non ho i calciatori al meglio della loro condizione non possiamo dare continuità di squadra e di gioco”.