Ultim’ora: morto Hugo Maradona, fratello minore del Pibe

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:08

Tredici mesi dopo la scomparsa di Diego (25 novembre 2020), oggi è venuto a mancare il fratello minore Hugo Maradona. Il decesso è avvenuto in provincia di Napoli.

Hugo Maradona
Hugo Maradona insieme al fratello Diego nel 1993 [credit: Getty Images] – Meteoweek

Hugo Maradona, la scomparsa 13 mesi dopo il Pibe

Poco dopo un anno, stamattina si è spento Hugo Maradona, fratello minore di Diego. Il decesso è avvenuto per arresto cardiaco nella sua casa di Monte di Procida (provincia di Napoli).
Hugo aveva 52 anni e viveva in Campania da qualche anno: la corsa dei sanitari per il soccorso è stata inutile. Il 118, arrivato sul luogo, ha solo potuto constatare il decesso dell’argentino.

LEGGI ANCHE -> Inter, Brozovic e non solo: avanti con i rinnovi di contratto
LEGGI ANCHE -> Spezia, svolta per l’allenatore: ecco com’è andato l’incontro con Giampaolo

La carriera di Hugo Maradona

Anche Hugo era calciatore (centrocampista) come Diego e ha vissuto la carriera fra Argentinos Juniors, Napoli (1987-1988, era 18enne e arrivò su pressione del fratello), Ascoli (due esperienze), Rayo Vallecano e Rapid Vienna in Europa, prima di trasferirsi in Giappone, Paese in cui ha vestito le maglie di Avispa Fukuoka e Consadole Sapporo.

Ha avuto anche qualche esperienza da dirigente e allenatore, tra cui una permanenza molto lunga sulla panchina del Boys Quarto (dal 2005 al 2011) e un periodo passato ad allenare una squadra campana nelle serie minori. Dopo il ritiro si è dedicato alla direzione di una scuola calcio a Napoli.

La parentesi in politica per aiutare i ragazzi di Napoli

Recentemente si era anche dedicato alla politica, proponendosi come candidato a consigliere comunale a Napoli nella lista di Catello Maresca per un partito del centro-destra (“Napoli Capitale”). Questa sua iniziativa ha scatenato delle polemiche. Tuttavia, lui ha dichiarato di non identificarsi in nessun schieramento politico, spiegando così la sua scelta: “Non sono né di destra né di sinistra. Voglio fare qualcosa per i ragazzi in difficoltà che non hanno alternative alla strada”.
La sua idea, dunque, era quella di continuare a dedicarsi all’aiuto dei più piccoli avvicinandoli al mondo del calcio.

Il cordoglio del Napoli

Il Napoli ha voluto omaggiare Hugo Maradona tramite un comunicato di cordoglio, esprimendo la più assoluta vicinanza alla famiglia per il momento.
Questo un estratto: “Il Presidente Aurelio De Laurentiis, il Vice Presidente Edoardo De Laurentiis, i dirigenti, lo staff tecnico, la squadra e tutta la SSC Napoli si stringono attorno alla famiglia Maradona”.