Serie A, la Top 11 del girone d’andata

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:30

Con la fine del 2021 si è concluso anche il girone d’andata del campionato di Serie A. Ecco la Top 11 fin qui.

Calhanoglu, Vlahovic, Koulibaly e Candreva - credits: Getty Images. Sportmeteoweek
Calhanoglu, Vlahovic, Koulibaly e Candreva – credits: Getty Images. Sportmeteoweek

Il 2021 ha decretato l’Inter campione d’Italia, 11 anni dopo il titolo arrivato l’anno del Triplete. Dopo un inizio complicato, i nerazzurri hanno ingranato nuovamente la marcia in campionato, laureandosi campioni d’inverno, davanti a Milan e Napoli, che avevano iniziato la stagione in maniera impressionante (8 vittorie consecutive per gli azzurri, 7 e un pareggio per i rossoneri nelle prime 8).

Difficoltà per due allenatori molto attesi, Sarri e Mourinho, che con Lazio e Roma hanno conquistato 31 e 32 punti (rispettivamente ottavo e sesto posto), ma soprattutto hanno collezionato molte polemiche. Anche la Juventus, nonostante il ritorno di Allegri, non ha vissuto un inizio di stagione semplice, fermandosi a 34 punti, 4 in meno dell’Atalanta di Gasperini.

Sorprendente invece il campionato della Fiorentina, trascinata al settimo posto, a pari punti con la Roma, da un impressionante Dusan Vlahovic. Ottimo anche il campionato dell’Empoli, che è incredibilmente già a 27 punti da neopromossa.

Nella parte bassa della classifica, molti gli esoneri di questa prima parte di campionato, con Cagliari, Genoa e Salernitana che non riescono però a sollevarsi dalla crisi, e navigano sempre più in zona retrocessione.

LEGGI ANCHE -> Calcio covid free

LEGGI ANCHE -> Serie A, guida al mercato di gennaio: tutti i nomi più caldi

La top 11

Stiliamo ora una top 11 del girone d’andata, con i giocatori che più si sono distinti nelle prime 19 gare di Serie A.

Porta e difesa

In porta Mike Maignan del Milan. Ha giocato solo 13 partite per infortunio, ma ha sfornato prestazioni incredibili, salvando più volte i rossoneri e tenendo la porta inviolata per ben 5 volte, non facendo rimpiangere Gigio Donnarumma.

In difesa troviamo tre giocatori con 2 gol in campionato, ma che hanno soprattutto fatto le fortune difensive dei rispettivi club. Milan Skriniar, in gol nelle prime due di campionato contro Genoa e Bologna, è il braccetto di destra della difesa dell’Inter, seconda miglior difesa dietro al Napoli. 

Proprio dagli azzurri prendiamo Kalidou Koulibaly. 2 gol anche per lui, ma soprattutto un calo incredibile del Napoli, che da quando ha dovuto fare a meno del suo baluardo difensivo, ha vinto solo una volta, perdendo in casa con Empoli e Spezia. Con lui in campo, 8 clean sheet in 11 presenze.

Affianco a loro due mettiamo Gleison Bremer, difensore del Torino. Impressionante in casa (con 20 punti conquistati, 3 soli in meno dell’Inter, prima in questa speciale classifica), il Toro ha faticato soprattutto in trasferta, dove ha segnato solo 4 gol. Difensivamente però la squadra granata è stata molto solida, concedendo solo 19 gol in tutto il campionato, e perdendo di misura tutti i match contro le big, ultimo contro l’Inter a San Siro per 1-0.

Centrocampo

Esterno a tutta fascia Antonio Candreva, che alla Samp sta vivendo una delle sue migliori stagioni in assoluto. 6 gol, 5 assist, 50 passaggi chiave, 110 cross, numeri impressionanti per il giocatore arrivato dall’Inter nel 2020.

Un altro azzurro, il polacco del Napoli, Piotr Zielinski. 5 gol e 5 assist, oltre a 31 occasioni da gol create, un giocatore che non sbaglia mai partita e che è stato fondamentale per la stagione azzurra.

Insieme a lui troviamo un dei trasferimenti più chiacchierati dello scorso mercato, arrivato all’Inter dai cugini del Milan a parametro zero. Stiamo parlando ovviamente di Hakan Calhanoglu. Dopo un inizio incredibile, il turco si è offuscato, per tornare a brillare proprio nel derby con i rossoneri, per non smettere più di farlo. 6 gol e 7 assist per l’arma in più dell’Inter.

Compagno di squadra di Calhanoglu, il nostro esterno sinistro è Ivan Perisic, che è probabilmente nella migliore stagione della sua carriera. Irreprensibile in fase difensiva, sta finalmente facendo gol e assist pesanti anche lì davanti, tanto che l’Inter sta trattando il suo rinnovo.

Attacco

Davanti pochi dubbi. Perno centrale Dusan Vlahovic, 16 gol in campionato e tanta tanta qualità, per l’attaccante serbo esploso nel 2021. La Fiorentina rischia di perderlo a zero il prossimo giugno.

Accanto a lui el cholito Giovanni Simeone, che con l’Hellas Verona ha già segnato 12 gol in campionato, segnando addirittura un poker alla Lazio di Sarri. Un attaccante letale, che con tudor è riuscito a sfruttare alla grande il potenziale mostrato ai tempi del Genoa.

C’è un altro sudamericano, Dusan Zapata, che forte di 9 gol e 5 assist ha relegato in panchina il connazionale Muriel, portandosi già a -6 da quota 15 gol segnati lo scorso anno.

Schieramento

(3-4-3): Maignan; Skriniar, Koulibaly, Bremer; Candreva, Zielinski, Calhanoglu, Perisic; Simeone, Vlahovic, Zapata