Eriksen torna a parlare: “Sono morto per cinque minuti” VIDEO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:48

L’ex centrocampista dell’Inter Christian Eriksen è tornato a parlare di quanto successo durante gli Europei, puntando già il prossimo obiettivo: “Voglio i Mondiali”. Ecco le sue dichiarazioni.

Eriksen
Christian Eriksen, ex centrocampista dell’Inter [credit: Getty Images] – Meteoweek

Eriksen torna a parlare

Quanto accaduto in estate è storia nota: Christian Eriksen è stato ad un passo dalla morte, ma grazie all’intervento dei medici è sopravvissuto. Il danese ha vissuto degli interminabili minuti con il cuore fermo, che hanno portato all’innesto di un defibrillatore cutaneo e alla successiva rescissione contrattuale con l’Inter. Per le norme medico-sportive italiane, infatti, il centrocampista non può giocare in Serie A.
Dopo circa sei mesi, oggi Eriksen è tornato a parlare di quello che gli è successo e del suo futuro tramite due video pubblicati sul proprio profilo Instagram: ecco le sue parole.

LEGGI ANCHE -> Serie A, emergenza Covid: ecco tutti i casi delle squadre
LEGGI ANCHE -> Milan, Pioli può sorridere: in tre rientrano dall’infermeria

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Christian Eriksen (@chriseriksen8)

“Molte persone mi hanno mandato dei fiori”

Eriksen ha definito “incredibile” il fatto che moltissime persone abbiano sentito il bisogno di scrivergli o di mandargli dei fiori: “Quanto accaduto ha avuto un impatto su molte persone e hanno sentito il bisogno di farlo sapere a me e alla mia famiglia. All’ospedale dicevano che continuavo a ricevere fiori su fiori”.

“Sono morto cinque minuti”

“Non mi aspettavo di ricevere dei fiori per essere morto cinque minuti, ma è stato straordinario”: così Eriksen ha commentato l’affetto delle persone, aggiungendo che per lui ha rappresentato un grande aiuto ricevere tutte quelle dimostrazioni di speranza.

“Ho ringraziato tutti”

Il centrocampista ha ricordato di aver ringraziato tutti, ma ha voluto dedicare un saluto speciale ai tifosi: “Ho ringraziato dottori, compagni di squadra e le loro famiglie di persona. I tifosi hanno mandato migliaia di lettere, email e fiori, mi sono venuti incontro in strada in Italia e Danimarca: voglio ringraziarli per il supporto”. Eriksen ha dichiarato di aver sentito il supporto da tutto il mondo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Christian Eriksen (@chriseriksen8)

“Il mio obiettivo è il Mondiale del 2022”

Eriksen è stato molto chiaro: “Il mio obiettivo è il Mondiale in Qatar. Voglio giocare. È un sogno, se verrò convocato o meno è un’altra cosa, ma il mio sogno è quello di tornare”.

“So di poter tornare”

L’ex Inter e Tottenham si dice sicuro di poter tornare a giocare: “So di poter tornare. Non sento niente di diverso. Sono di nuovo in forma fisicamente. Giocherò a calcio e dimostrerò di essere ancora al mio livello”.

“Voglio tornare in Nazionale”

Eriksen ha confessato di avere il sogno di tornare in Nazionale e di voler giocare ancora al Parken (stadio in cui è avvenuto l’episodio):“Voglio dimostrare che si è trattato di un caso isolato e che non succederà più. Posso giocare ancora con la Nazionale, il mio cuore non è un ostacolo”. 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Christian Eriksen (@chriseriksen8)