Milan, spuntano nuovi nomi per il difensore da regalare a Pioli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:05

Il Milan è alla ricerca di un nuovo difensore da regalare a Stefano Pioli: ecco i nomi studiati dalla dirigenza rossonera.

Pioli Milan
Stefano Pioli, allenatore del Milan [credit: Getty Images] – Meteoweek

Milan, difensore cercasi

Il Milan cerca un difensore centrale da diversi giorni ormai. L’infortunio grave che ha colpito Kjaer ha messo in moto la dirigenza rossonera, che da allora ha già sondato due alternative. Pioli, infatti, ha esplicitamente richiesto un rinforzo nonostante il buon rendimento di Gabbia e Kalulu contro Roma e Venezia.
Il primo nome, come noto, è quello di Sven Botman del Lille: il gigante olandese piace moltissimo a tutto l’ambiente rossonero, ma i francesi non sono disposti a lasciarlo partire in prestito con diritto di riscatto. Per averlo è necessario investire immediatamente €35 milioni, ma questa possibilità non è nei pensieri della società milanista.
Per questo motivo si è parlato anche col PSG per Diallo, ma in questo caso non si è parlato nello specifico di formule e cifre, anche se i parigini preferirebbero incassare subito dalla cessione del senegalese.
I nomi studiati da Maldini, Gazidis e Massara, però, non sono finiti qui: ecco i dettagli.

LEGGI ANCHE -> Supercoppa Italiana, Inter-Juventus: probabili formazioni e statistiche

Da Botman e Diallo ad Aké e Szalai: le piste rossonere

Il Milan aveva bisogno di una cessione per poter aprire il proprio mercato in entrata. Dopo l’addio di Conti direzione Samp è probabile che i rossoneri siano pronti all’accelerata decisiva per il difensore centrale: ecco i profili sul tavolo.

Botman e Diallo

Come anticipato, Botman e Diallo sono stati i primi due nomi sondati. Il primo è valutato €35 milioni e al momento è inavvicinabile, mentre per il secondo ci sono più possibilità. Il senegalese del PSG, attualmente impegnato in Coppa d’Africa, verrebbe ceduto solo a titolo definitivo per circa €25 milioni al momento, ma non è da escludere che i parigini abbassino le pretese o accettino il prestito verso la chiusura del mercato. Tuttavia, la pista resta non semplice, anche se il profilo piace perché mancino e duttile (può giocare centrale e terzino).

Nathan Aké

Aké può essere descritto come un mix fra Botman e Diallo. Olandese e forte fisicamente come il primo, duttile come il secondo e mancino come entrambi. Ex Chelsea, attualmente gioca al Manchester City, che per lui ha investito una cifra molto importante nell’estate del 2020 per acquistarlo dal Bournemouth (circa €45 milioni). Tuttavia, Guardiola gli preferisce costantemente Laporte, Stones e Ruben Dias: è possibile che i Citizens possano aprire al prestito, formula che il Milan gradisce.

Attila Szalai

Un altro nome gradito, ma attualmente più freddo, è quello di Attila Szalai, centrale ungherese del Fenerbahce classe ’98. Come gli altri è forte fisicamente (alto 1.92 m) e mancino. Può essere impiegato anche come terzino e in questi giorni è stato accostato al Napoli (prima che chiudesse per Tuanzebe) e al Chelsea. Il valore di mercato si aggira intorno ai €20 milioni, ma è difficile che al momento i turchi aprano al prestito con diritto di riscatto: l’ipotesi potrebbe scaldarsi negli ultimi giorni di mercato.

Gli altri: Bailly e Sarr

Altri due profili tenuti sotto osservazione sono quelli di Bailly (Manchester United) e Sarr (Chelsea). Il primo non trova spazio con Rangnick che gli preferisce Maguire, Varane e Lindelof, mentre il secondo è chiuso da Rudiger, Thiago Silva e Azpilicueta.
Il centrale del Chelsea è tornato in estate da un prestito al Porto: per questo motivo è possibile che i londinesi siano più propensi ad aprire per un altro prestito.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da AC Milan (@acmilan)