Serie A, 7 giornate per salvarsi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:09

La 31a giornata di Serie A non ci ha consegnato solo risultati pesanti in testa alla classifica ma ha ulteriormente aperto la lotta salvezza.

Una corsa a 3 quella per la salvezza, una corsa dove il minimo errore può significare fine delle speranze di rimanere in Serie A, non solo la lotta scudetto, anche quella per evitare la Serie B si infiamma.

 

Joao Pedro, Mattia Aramu e Mattia Destro (Credit: ANSA foto) - Meteoweek
Joao Pedro, Mattia Aramu e Mattia Destro (Credit: ANSA foto) – Meteoweek

La 31a giornata di Serie A ci ha regalato una lotta salvezza più aperta che mai. La vittoria dello Spezia ai danni del Venezia ha avvicinato quasi definitivamente i liguri alla salvezza, all’opposto la sconfitta dei lagunari, abbianata a quelle di Genova e Cagliari autorizzano a pensare che queste tre squadre saranno coloro che si giocheranno il quartultimo posto.

LEGGI ANCHE—->UFFICIALE: il Bari è promosso in Serie B

Cagliari 25 punti

Giusto iniziare con la squadra che al momento si trova davanti a tutte e tre: il Cagliari.

La squadra di mister Mazzarri dopo un periodo di buona forma in termini di risultati a cavallo tra fine gennaio e febbraio ha vissuto un marzo terribile e un inzio aprile di certo non migliore: 4 sconfitte nelle ultime 4 gare con 1 solo gol fatto e 11 subiti. Le sconfitte contro lo Spezia nello scontro diretto e contro l’Udinese con un sonoro 5-1 hanno gettato i sardi nello sconforto.

Il Cagliari avrà un calendario da qui alla fine fatto di alti e bassi. Assieme a match proibitivi come quello contro la Juve della 32a o contro l’Inter alla penultima, ci saranno da giocare gli scontri diretti contro Venezia, Genova e Salernitana.

Calendario Cagliari (in maiuscolo le gare in trasferta): Juventus, Sassuolo, GENOVA, Verona, SALERNITANA, Inter, VENEZIA.

Venezia 22 punti*

Il Venezia dopo un avvio di stagione di buon livello si è improvvisamente inceppato e ora si trova in piena lotta per non retrocedere.

I lagunari si sono impantanati dalla 13a giornata in poi (vittoria contro il Bologna): da quel momento per gli uomini di Zanetti una sola vittoria (2-1 contro il Torino alla 25a) in 18 gare. L’unico vanatggio che il Venezia sembra avere rispetto alle dirette concorrenti è la gara in meno, i veneti dovranno infatti giocare a Salerno contro la Salernitana fanalino di coda per ottenere 3 punti che potrebbero essere di grande peso.

Il calendario del Venezia prevede, oltre al recupero già citato, 1 solo scontro diretto (contro il Cagliari all’ultima giornata) e ben 3 gare contro squadre nelle prime 7 posizioni della classifica (Roma, Juve e Atalanta) e un complesso match contro la Fiorentina. Un calendario molto difficile, secondo per difficoltà forse solo a quello del Genova.

Calendario Venezia (in maiuscolo le gare in trasferta): Udinese, FIORENTINA, Atalanta, JUVENTUS, Bologna, ROMA, Cagliari.

David Okereke, attaccante del Venezia (Credit: ANSA) - Meteoweek
David Okereke, attaccante del Venezia (Credit: ANSA) – Meteoweek

LEGGI ANCHE—->Serie A, decise le date dei recuperi delle partite rinviate

Genova 22 punti

La squadra che forse vive il momento di forma migliore è il Genova.

I liguri dall’arrivo di Alexander Blessin hanno decisamente cambiato marcia aumentando notevolmente la propria qualità di gioco e aggiungendo un forte senso di appartenenza e una gran voglia di salvarsi. I 10 punti in 9 gare raccolti dai liguri sono un bottino scarno ma che rappresenta quasi la metà del bottino totalizzato dal Genova in stagione, motivo per cui sperare ha ancora senso nonostante la sconfitta di Verona dell’ultima giornata.

Il calendario non è benevolo con gli uomini di Blessin che oltre al derby contro la Samp avranno un solo scontro diretto (contro il Cagliari alla 34a) e ben 4 match contro squadre che dopo 31 partite si trovano in top 6: Juventus, Lazio, Milan e Napoli.

Calendario Genova (in maiuscolo le gare in trasferta): Lazio, MILAN, Cagliari, SAMPDORIA, Juventus, CAGLIARI, Bologna.

Salernitana e Samp, situazioni lontane (o forse no?)

All’interno di questa corsa alla permanenza in A sembrano non essere iscirtte Sampdoria e Salernitana per motivi tra loro opposti.

I campani sono attualmente ultimi con 16 punti ma con due gare da recuperare contro Venezia e Udinese. Gli uomini di mister Davide Nicola non danno l’idea di poter rientrare nella lotta per confermarsi in A ma i 6 punti ancora in ballo possono indubbiamente rilanciare i granata in classifica.

Diametralmente opposta la situazione della Samp. I blucerchiati si trovano al momento a più 4 dal Cagliari quartultimo e a più 7 dalla zona retrocessione occupata da Venezia e Genova, la gara da recuperare dei lagunari potrebbe avvicinare la Samp alle zone bollenti della classifica ma i liguri sembrano al momento poter dormire a sogni tranquilli.