Italia, la decisione sull’addio sembra ormai definitiva

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:40

Dopo la sconfitta, pesante, contro la Macedonia del Nord, l’Italia calcistica si lecca ancora le ferite.

La sconfitta che ha sancito la mancata qualificazione ai mondiali, per la seconda volta consecutiva, pga portato con sé domande e interrogativi sul futuro della nazionale.

 

Mancini
Roberto Mancini, commissario tecnico dell’Italia [credit: ANSA] – Meteoweek
Il movimento calcistico italiano ha subito un’altra battuta d’arresto che impone di cambiare marcia una volta per tutte.

Riflessioni sul panorama calcistico italiano

La sconfitta del Renzo Barbera di Palermo contro la Macedonia del Nord ha rimesso l’attenzione sui problemi presenti, da tempo, all’interno del calcio italiano. L’Europeo vinto ha solo mascherato lo stato di inadeguatezza che l’Italia, da sempre grande potenza calcistica mondiale, sta vivendo negli ultimi 10-15 anni. A testimonianza di tutto ciò vi è anche il fatto che l’Italia non vede trionfare una propria squadra di club nelle competizioni interazionali da ben 11 anni, ossia dalla vittoria della Champions League dell’Inter di José Mourinho.

LEGGI ANCHE ->Napoli, a giugno probabile un altro addio

Conferme e addii per la ripartenza azzurra

Il giorno dopo l’eliminazione dai play off validi per l’accesso ai mondiali di Qatar, si sono susseguite le voci che cercavano colpevoli o capri espiatori per il fallimento della nazionale. In un primo momento si era anche pensato ad un addio del commissario tecnico Roberto Mancini. In tanti, infatti, ne chiedevano la testa come accadde quattro anni addietro con Giampiero Ventura dopo l’eliminazione da parte della Svezia. Il ct campione d’Europa ha, però, deciso di rimanere in sella alla squadra azzurra per proseguire il progetto iniziato nel maggio 2018.

Roberto Mancini proverà a ripartire dallo zoccolo duro che lo ha portato sul tetto d’Europa ma, per portare di nuovo la nazionale azzurra a battagliare tra le migliori del mondo, una rifondazione sembra necessaria. Tra gli addii quasi certi c’è quello di Giorgio Chiellini. Qatar2022 sarebbe stata la sua ultima grande competizione in maglia azzurra. L’età e le condizioni fisiche non ottimali rendono impossibile contare su di lui a lungo termine. Discorso simile per Leonardo Bonucci che, però, potrebbe tornare utile alla causa per qualche anno ancora. Tra quelli finiti nell’occhio del ciclone c’è poi l’attaccante della Lazio, Ciro Immobile.

 

Immobile, Lazio
Ciro Immobile, attaccante della Lazio [credit: ANSA] – Meteoweek
Il campione d’Europa e scarpa d’oro è stato pesantemente criticato dopo l’eliminazione degli azzurri. Il calciatore non ha gradito il comportamento subito da fans e addetti ai lavori e avrebbe deciso di dire addio alla nazionale.

LEGGI ANCHE ->Juventus – Allegri vuole concedere l’ultima chance, la dirigenza cerca alternative

Secondo quanto riportato da La Repubblica, a breve ci sarà un colloquio tra Immobile e il ct Mancini che, con ogni probabilità, proverà a convincerlo ma l’attaccante della Lazio sembrerebbe inamovibile e non vorrebbe partecipare nemmeno al match celebrativo contro l’Argentina.