Atalanta-Lipsia 0-2: cronaca del match e tabellino

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:36

Si chiude con una sconfitta interna l’avventura europea dell’Atalanta, in semifinale ci va il Lipsia ora atteso dai Rangers di Glasgow.

Un’altra sconfitta al Gewiss Stadium per l’Atalanta. Gli uomini di Gasperini lottano ma non basta, il Lipsia passa 2-0 a Bergamo e accede alle semifinali di Europa League. In casa Atalanta è ora tempo di riflessioni.

 

Uno scatto dal match di ieri [Credit: ANSA] - Meteoweek
Uno scatto dal match di ieri [Credit: ANSA] – Meteoweek

Un’altra grande delusione per la Dea. Gli orobici perdono l’ultima grande chance per accedere lla prossima edizione della Champions League cedendo ancora una volta tra le mura amica contro un Lipsia cinico.

Per l’Atalanta la stagione si complica ulteriormente la permanenza di Gasperini sulla panchina degli orobici sembra essere sempre più a rischio.

LEGGI ANCHE—->Serie A, la classifica del girone di ritorno: sorprese in testa e in coda

Atalanta- Lipsia 0-2: cronaca del match

Primo tempo

La sfida è delicata, più per la Dea che per il Lipsia e l’inizio del match non fa altro che confermarlo.

L’Atalanta ci prova al 6′ con un tiro di Zappacosta agilmente parato da Gulacsi ma da lì in poi si apre un momento decisamente favorevole ai tedeschi che ci provano con Andrè Silva e Henrichs senza grande successo.

E’ l’anticamera del gol che stappa il match: AL 18′ Laimer trova Nkunku completamente solo in area, per il francese è un gioco da ragazzi insaccare e Lipsia avanti.

L’Atalanta accusa parzialmente il colpo, macina gioco ma non crea pericoli almeno fino al 37′ quando Koopmeiners, ben imbeccato da Zapata, colpisce a botta sicura trovando un grande intervento di Gulacsi.

Nel finale di primo tempo un’altra occasione per parte: prima il Lipsia con Laimer che da buona posizione calcia a lato non di molto e poi con Boga che trova Zapata in mezzo ma salva tutto Orban.

Cristopher Nkunku esulta dopo il gol del vantaggio [Credit: ANSA] - Meteoweek
Cristopher Nkunku esulta dopo il gol del vantaggio [Credit: ANSA] – Meteoweek

Secondo tempo

Il secondo tempo si apre con un episodio che sicuramente farà discutere. Punizione di Malinovskyi che trova la deviazione con la mano di un giocatore del Lipisa, l’arbitro anche dopo un consulto audio con la sala VAR decide di non dare rigore.

Passano 5 minuti e il Lipsia sfiora il raddoppio. Musso manca la presa, la palla arriva a Laimer che a porta spalancata si mangia il gol del possibile 2-0.

L’Atalanta si salva e Gasperini prova a cambiare qualcosa inserendo Muriel per Malinovskyi l’occasione però capita ad Hateboer che in spaccata mette alto.

Cambia anche il Lipsia inserendo Szoboszlai per Andrè Silva e poco più tardi sfiora ancora il 2-0 con Nkunku che sfonda in area e calcia da posizione defilata, bravo Musso a restare in piedi e respingere di spalla.

LEGGI ANCHE—->Atletico Madrid- Manchester City: alta tensione a fine match, interviene la polizia

Continua la partita a scacchi tra le due panchine. Gasperini inserisce Miranchuk e Scalvini per Boga e Demiral e poco più tardi l’Atalanta va vicino al pari con Koopmeiners che servito da Muriel prova il tiro ma ancora una volta Orban salva.

Tedesco risponde ai cambi del Gasp inserendo prima Adams e Klostermann per Henrichs e Laimer e poi Poulsen e Halstenberg per Gvardiol e Kampl.

All’87’ l’espiodio che chiude il match. Musso atterra in area Nkunku, calcio di rigore netto, sul dischetto si presenta lo stesso trequartista francese che non sbaglia, 2-0 e partita in ghiaccio.

Nei 7 minuti di recupero concessi dall’arbitro l’Atalanta prova a crederci ma la gara termina 0-2. Altra delusione per i bergamaschi che ora dovranno aumentare lo sforzo in campionato per provare una rimonta Champions che sembra impossibile.

Atalanta-Lipsia 0-2: il tabellino del match

Marcatori: 14′ e 87′ (R) Nkunku
Ammoniti: Zapata (A), Freuler (A), Demiral (A), Orban (L), Koopmeiners (A), Zappacosta (A), Simakan (L)

Atalanta (3-4-2-1): Musso; De Roon, Demiral (70′ Scalvini), Palomino; Hateboer, Koopmeiners, Freuler (88′ Pasalic), Zappacosta; Malinovskyi (58′ Muriel), Boga (70′ Miranchuk); Zapata.
A disposizione: Rossi, Sportiello, Pezzella, Djimsiti, Cittadini, Pessina, Mihaila.
Allenatore: G. Gasperini

Lipsia (3-4-1-2): Gulacsi; Simakan, Orban, Gvardiol (79′ Poulsen); Henrichs (73′ Klostermann), Laimer (73′ Adams), Kampl (79′ Halstenberg), Angelino; Olmo; Nkunku, Andè Silva (63′ Szoboszlai).
A disposizione: Tschauner, Martinez, Mukiele, Forsberg, Raebiger, Novoa.
Allenatore: D. Tedesco