Atletico Madrid- Manchester City: alta tensione a fine match, interviene la polizia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:50

Un finale di partita ad altissima tensione quello vissuto tra Atletico e Manchester City, necessario l’intervento della polizia spagnola.

Un post partita che è stato estremamente movimentato quello vissuto al Wanda Metropolitano dove, tramite uno 0-0 molto intenso, il Manchester City ha ottenuto il pass per le semifinali di Champions League dove affronterà il Real Madrid.

 

Un'immagine della rissa di fine match [Credit: ANSA] - Meteoweek
Un’immagine della rissa di fine match [Credit: ANSA] – Meteoweek

Che quella tra Manchester City e Atletico Madrid potesse essere una sfida ad alta intensità era cosa nota a tutti. Le due squadre hanno dato vita ad un quarto di finale memorabile che sicuramente è stato tra i più belli di questa Champions.

Cholismo contro Guardiolismo, questo il leitmotiv che ha accompagnato la settimana dei quarti ogni qual volta si sia citata la sida tra Simeone e Guardiola. La gara d’andata vinta per 1-0 dai Citizens dominando per tutti e 90 i minuti senza concedere nessuna occasione agli avversari lasciava presagire a un ritorno in stile passerella d’onore per De Bruyne e compagni ma guai a dare per morta una squadra di Simeone.

Dopo 45 minuti di City più convincente e più vicino a segnare con il palo colpito da Gundogan, i Colchoneros si sono finalmente iscritti alla gara creando diversi grattacapi alla difesa avversaria.

Una seconda frazione che ha rianimato tutto il Wanda Metropolitano entrato di prepotenza nella partita sotenendo come non mai i propri beniamini scaldando un ambiente già bollente. Questa situazione caldissima mista a qualche perdita di tempo di troppo dei giocatori del Manchester City hanno acceso oltre i limiti la sifda che è proseguita anche oltre i 90 minuti.

LEGGI ANCHE—->Milan, il punto sul mercato

Maxi rissa a fine match, interviene la polizia

La goccia che fa traboccare il vaso arriva a pochissimi minuti dal termine del match. Foden si invola verso la bandierina, Felipe interviene in maniera dura ma sul pallone, sulla caduta del giovanissimo talento inglese però Felipe complica la sua situazione colpendo duramente lo stesso Foden il quale da terra si rotola per il dolore sino a rientrare in campo.

L’ennesima perdita di tempo d parte dei giocatori del City non va giù a quelli dell’Atletico, Savic su tutti. Il centrale con un passato alla Fiorentina corre verso Foden con l’obbiettivo di “spingerlo” verso l’esterno del campo di gioco. L’aggressiva mossa del centrale dei Colchoneros scatena l’ira dei citizens ed in particolare quella di Grealish già protagonista di qualche screzio nella gara d’andata.

Il rosso sventolato a Felipe dopo il fallo su Foden costatogli il secondo giallo [Credit: ANSA] - Meteoweek
Il rosso sventolato a Felipe dopo il fallo su Foden costatogli il secondo giallo [Credit: ANSA] – Meteoweek
Dopo qualche minuto la situazione in campo si placa seppur parzialmente e la gara termina sullo 0-0.

Al triplice fischio si scatena nuovamente il finimondo. Nel tunnel che porta agli spogliatoi altri screzi ma stavolta più veementi. Vista la qualificazione in semifinale Grealish stuzzica il già nervosissimo Savic che ovviamente risponde al numero 10 dei Citizens scatenando una nuova rissa a cui partecipano anche altri giocatori e dirigenti. La situazione si fa caldissima al punto che solo l’intervento della polizia evita il peggio.

LEGGI ANCHE—->Ronaldo il Fenomeno si sbilancia: “Ecco chi vincerà scudetto e Champions League”

Una bruttissima scena quella del post partita tra Atletico e City che sicuramente porterà a ulteriori indagini che potrebbero avere conseguenze dirette anche in vista delle semifinali.