Venezia-Atalanta: probabili formazioni, precedenti e statistiche

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:20

La 34a giornata di Serie A si apre sabato alle ore 15 con il delicatissimo match del Penzo tra Venezia ed Atalanta.

Una sfida dal grande significato quella che vedrà affrontarsi Venezia ed Atalanta. I lagunari inseguono i 3 punti che mancano dal 12 febbraio e che sarebbero vitali in ottica salvezza, per gli orobici l’occasione di rialzarsi dopo 3 sconfitte consecutive in campionato che hanno complicato la corsa all’Europa.

Mattia Aramu e Duvan Zapata [Credit: ANSA] - Meteoweek
Mattia Aramu e Duvan Zapata [Credit: ANSA] – Meteoweek

Una sfida che non permette errori quella tra Venezia ed Atalanta. Le due squadre, sebbene in posizioni di classifica dimetralmente opposte, vengono da un momento di crisi che ha notevolmente complicato il percorso alla ricerca dei rispettivi obbietivi.

Per il Venezia, ultimo dopo la vittoria in settimana della Salernitana nel recupero contro l’Udinese, i 3 punti significherebbero chiudere una serie senza vittorie che si prolunga dal 12 febbraio (ultima vittoria ottenuta sul campo del Torino). Gli uomini di Paolo Zanetti sembrano attualmente la candidata numero 1 al ritorno nella cadetteria ma non vogliono arrendersi proprio ora e proveranno ad approfittare del momento no dell’Atalanta.

I bergamaschi arrivano da 3 sconfitte consecutive in Serie A e dall’eliminazione in Europa League per mano del Lipisa. Gasperini, sempre più incerto della sua permanenza sulla panchina nerazzurra anche nella prossima stagione, cerca di ritrovare le sue certezze e quelle della sua squadra in un match che sa di dentro o fuori sulla strada per l’Europa.

Nella gara d’andata a imporsi fu l’Atalanta con un sonoro 4-0 al Gewiss Stadium.

LEGGI ANCHE—->Inter, Inzaghi in conferenza stampa: “Settimana importantissima”

Venezia-Atalanta: probabili formazioni

Venezia

Paolo Zanetti, alla disperata ricerca di una vittoria, ritrova Ampadu dopo la squalifica dell’ultima giornata ma perde Haps e Kiyine per la stessa ragione. A queste assenze si aggiungono le assenze per infortunio di Modolo, Ebuhei e Vacca, con Caldara e Crnigoj non al meglio. La difesa sarà quindi totalmente rimaneggiata con una chance dal primo minuto per Ullman sulla sinistra e con Svoboda a far coppia con Ceccaroni al centro. In attacco chance per Aramu.

Venezia (4-3-3): Maenpaa; Mateju, Ceccaroni, Svoboda, Ullman; Fiordilino, Ampadu, Cuisance; Aramu, Henry, Okereke.
Allenatore: P. Zanetti.

Un'immagine del match d'andata [Credit: ANSA] - Meteoweek
Un’immagine del match d’andata [Credit: ANSA] – Meteoweek

Atalanta

Gasperini deve fare fronte a varie assenze per la trasferta di Venezia, oltre a quella di Toloi che ne avrà ancora per qualche giorno si aggiungono quelle di Pezzella e di Malinovskyi. A spalleggiare Zapata spazio quindi a Muriel e Koopmeiners, dietro confermato Scalvini.

Atalanta (3-4-1-2): Musso; Scalvini, Demiral, Palomino; Hateboer, De Roon, Freuler, Zappacosta; Koopmeiners; Zapata, Muriel.
Allenatore: G. Gasperini.

Squadra arbitrale

Arbitro: Fourneau
Assistenti: Longo di Paola-Bercigli
IV uomo: Marchetti
VAR: Di Paolo
AVAR: De Meo

Venezia-Atalanta: precedenti e statistiche

L’Atalanta ha vinto senza subire gol tutte le ultime quattro sfide di Serie A TIM contro il Venezia: mai nella sua storia nella competizione la Dea è arrivata a cinque successi di fila mantenendo sempre la porta inviolata contro una singola avversaria – quattro anche contro il Pisa tra il 1988 e il 1991.

Negli ultimi 75 anni di storia, Venezia e Atalanta si sono affrontate 13 volte in Serie A TIM: nel parziale i lagunari hanno ottenuto solamente un successo (3N, 9P), datato 10 febbraio 1963 e firmato dalla rete di Can Bartu, unico marcatore turco nella storia del club nella competizione.

Venezia e Atalanta si affronteranno al Penzo in Serie A TIM per la prima volta dal 24 marzo 2002, a 7335 giorni di distanza da questo match – in quell’occasione vittoria nerazzurra 1-0 grazie al gol di Fausto Rossini al minuto 85.

Il Venezia ha perso tutte le ultime sette gare di Serie A TIM, solo una volta i lagurani hanno registrato otto sconfitte consecutive in una singola stagione nella competizione: tra settembre e ottobre 1949.

L’Atalanta conta nove sconfitte in questa Serie A TIM: risale al 2017/18 l’ultima stagione in cui la Dea ne ha registrate di più in un interno campionato – 10 in quella stagione, chiusa con il 7º posto in classifica.

L’Atalanta arriva da tre sconfitte di fila in Serie A TIM e non ne registra quattro consecutive dal gennaio 2016, sotto la guida di Edoardo Reja – inoltre la Dea non subisce più di un gol per quattro gare di fila nella competizione da marzo 2015, con Stefano Colantuono.

Dall’inizio di febbraio, l’Atalanta ha perso tre delle quattro trasferte disputate in Serie A TIM (1V), tante sconfitte esterne quante nelle precedenti 56 giocate fuori casa dai bergamaschi.

L’Atalanta è la squadra più prolifica nel quarto d’ora finale di partita in questo campionato (16 reti all’attivo) – i bergamaschi in questo parziale hanno realizzato tre gol in più di quelli messe a segno in tutti i secondi tempi dal Venezia finora (13).

LEGGI ANCHE—->Serie A, rush finale: ecco i diffidati della 34esima giornata

Thomas Henry ha segnato gli ultimi due gol del Venezia in campionato: l’ultimo giocatore arancioneroverde ad aver realizzato tre reti consecutive della sua squadra in Serie A TIM è stato Filippo Maniero tra settembre e ottobre 2001.

Luis Muriel ha preso parte ad almeno un gol in tutte le sue ultime sette sfide di Serie A TIM contro formazioni neopromosse, collezionando un totale di 11 partecipazioni nel parziale (sei reti e cinque assist).

[Fonte: Lega Serie A]