Hellas Verona-Milan: probabili formazioni, statistiche e curiosità

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:28

La domenica di Serie A si chiude con il posticipo del Bentegodi di Verona tra i padroni di casa dell’Hellas e il Milan.

Una partita delicatissima quella di Verona dove il Milan cerca 3 punti che gli permetterebbero di controsorpassare i cugini dell’Inter contro un Hellas senza pretese ma con la voglia di stupire.

 

Giovanni Simeone e Olivier Giroud [Credit: ANSA] - Meteoweek
Giovanni Simeone e Olivier Giroud [Credit: ANSA] – Meteoweek

Quella tra Milan e Verona non è mai una partita casuale in Serie A.

I gialloblu padroni di casa stanno portando avanti una stagione davvero incredibile che li ha portati a sognare l’accesso in Europa in alcuni momenti, gli uomini di Tudor non hanno quindi nessuna motivazione se non quella dell’orgoglio personale ma come dimostrato nella sfida contro il Cagliari non vogliono assolutamente lasciarsi andare.

Il Milan, vista la vittoria di venerdì sera dell’Inter, necessità assolutamente dei 3 punti per riposrtarsi a più due a 180 minuti dal termine della stagione. I rossoneri dovranno evitare di avere fretta o ancor peggio di distrarsi quindi in una delle partite più importanti in assoluto delle ultime stagioni.

LEGGI ANCHE—->Inter-Empoli 4-2: cronaca del match e tabellino

Hellas Verona-Milan: probabili formazioni

Hellas Verona

Tudor non vuole rilassamenti da parte dei suoi e si prepara a schierare i migliori 11 a sua disposizione cambiando qualche interprete rispetto alla gara contro il Cagliari di una settimana fa. In difesa torna Gunter con Ceccherini e Casale ai suoi fianchi, Tameze ritorna a centrocampo affianco a Ilic mentre a sinistra Lazovic è favorito su Depaoli.

Probabile formazione Hellas Verona (3-4-2-1): Montipò; Casale, Gunter, Ceccherini; Faraoni, Tameze, Ilic, Lazovic; Barak, Caprari; Simeone.
Allenatore: I. Tudor

Milan

Inevitabile anche per Stefano Pioli la scelta dei migliori a sua dipsoizione. In difesa confermatissima la coppia Kalulu-Tomori, a contreocampo con Tonali dovrebbe agire Bennacer con Kessiè che scala in avanti nel ruolo di trequartista alle spalle di Giroud, a completare il terzetto Leao e Messias che parte favorito su Saelemaekers.

Probabile formazione Milan (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Kalulu, Tomori, Theo; Tonali, Bennacer; Messias, Kessiè, Leao; Giroud.
Allenatore: S. Pioli

Un'immagine del match d'andata [Credit: ANSA] - Meteoweek
Un’immagine del match d’andata [Credit: ANSA] – Meteoweek

Squadra arbitrale

Arbitro: Doveri
Assistenti: Carbone-Bresmes
IV uomo: Ayroldi
VAR: Aureliano
AVAR: Passeri

Hellas Verona-Milan: statistiche e precedenti

Questo sarà l’incontro numero 60 in Serie A TIM tra Hellas Verona e Milan: nei 59 precedenti 10 vittorie dei veneti (l’ultima datata 17 dicembre 2017, 3-0), 21 pareggi e 28 successi rossoneri, tra cui quattro nelle ultime sei sfide in ordine di tempo (2N).

Nell’era dei tre punti a vittoria, solo una volta il Milan è riuscito a battere l’Hellas Verona sia all’andata che al ritorno di uno stesso campionato di Serie A TIM: nel 2001/02, due vittorie del Diavolo per 2-1.

Il Milan ha vinto le ultime due trasferte contro l’Hellas Verona in Serie A TIM e nella sua storia non ha mai ottenuto tre successi di fila in casa dei veneti nel massimo campionato.

L’Hellas Verona – successo a Cagliari nell’ultima giornata – non vince due gare di fila in Serie A TIM da gennaio e nelle ultime 13 partite di campionato non ha mai ripetuto due volte di fila lo stesso risultato.

Solo il Liverpool (che non perde in Premier League da dicembre), ha una striscia di imbattibilità aperta più lunga del Milan nei maggiori cinque campionati europei: 13 gare senza perdere per i rossoneri in Serie A TIM, con otto vittorie e cinque pareggi.

L’ultima volta che il Milan aveva conquistato almeno 77 punti dopo 35 gare stagionali di Serie A TIM risaliva al 2010/11, anno dell’ultimo Scudetto vinto (con Allegri in panchina); nelle ultime 15 stagioni, i rossoneri non hanno mai toccato la soglia degli 80 punti dopo 36 gare giocate in campionato.

Da inizio marzo in avanti, il Milan è la squadra che ha subito meno gol nei maggiori cinque tornei europei (uno solo in otto partite) e quella insieme al Liverpool (sette entrambe) che ha collezionato più clean sheet nel parziale.

Gianluca Caprari (sette passaggi vincenti) è a solo due assist di distanza dal record per un giocatore dell’Hellas Verona in un singolo campionato di Serie A TIM dal 2004/05 ad oggi (nove Hallfredsson nel 2014/15); sommando anche le 12 reti segnate, potrebbe diventare il secondo italiano dell’Hellas in questi ultimi 17 anni in grado di partecipare ad almeno 20 gol in un singolo torneo di A TIM (l’altro è stato Luca Toni).

Junior Messias ha segnato in entrambe le sfide di Serie A TIM giocate contro l’Hellas Verona: entrambi i gol nello scorso campionato con la maglia del Crotone, mentre nel match d’andata con il Milan non è sceso in campo.

Rafael Leão è il quarto giocatore per dribbling riusciti (93) nei maggiori cinque campionati europei in corso, dopo Allan Saint-Maximin, Adama Traoré e Kylian Mbappé (ma tra questi è il più giovane): l’attaccante del Milan non trova il gol in trasferta in campionato da ottobre contro il Bologna, visto che gli ultimi sei gol segnati in Serie A TIM sono arrivati in casa.

[Fonte: Lega Serie A]

LEGGI ANCHE—->Attento Napoli, tante big sull’obiettivo di mercato

Nella gara d’andata giocatasi a San Siro a imporsi fu il Milan con uan rimonta incredibile da 0-2 a 3-2.