Manchester United, il nuovo tecnico punta ad un fedelissimo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:00

Il Manchester United sta provando ad iniziare un nuovo corso e per farlo il primo tassello è stato l’ingaggio del tecnico olandese Erik Ten Hag. L’allenatore prenderà il posto di Ralf Rangnick che passerà dalla panchina alla scrivania.

Lo United in questa stagione, però, è matematicamente fuori dalla qualificazione alla Champions League e questo potrebbe mettere i bastoni fra le ruote alla dirigenza in fase di mercato.

 

Cristiano Ronaldo
Cristiano Ronaldo, attaccante del Manchester United [credit: ANSA] – MeteoWeek
Il compito dell’allenatore si prospetta, quindi, molto arduo con la missione di riportare i red devils nei palcoscenici a cui sono abituati.

Tante cessioni ma in entrata ancora tutto tace

Il Manchester United che prenderà in mano Erik Ten Hag a partire dal prossimo luglio rischia di essere un vero e proprio cantiere a cielo aperto. Sono tanti, infatti, i calciatori con le valigie in mano e altri ancora in bilico. Due vecchie conoscenze della Serie A come Paul Pogba ed Edinson Cavani lasceranno quasi certamente l’Old Trafford a zero, così come Juan Mata e Jesse Lingard. Le loro possibilità di rinnovo, infatti, rasentano lo zero, con forse qualche possibilità in più per l’esterno offensivo inglese. Un altro giocatore pronto a partire, anzi ripartire, è Anthony Martial. Il prestito al Siviglia non è stato esaltante con gli andalusi che hanno deciso di rispedire il francese al mittente dove, però, sarà solo di passaggio.

In bilico anche la posizione di Marcus Rashford, in netto calo rispetto agli anni passati. Il Manchester United, dunque, ripartirà da Cristiano Ronaldo, dopo lungo tempo senza Champions League, ma con lui urgono mosse nel mercato in entrata.

LEGGI ANCHE ->Juventus, Chiellini dirà addio a fine stagione: le sue dichiarazioni

I red devils ci provano, il colpo potrebbe cambiare le carte in tavola

Per rinforzare il reparto centrale del campo, vero punto debole di questo United, Ten Hag starebbe pensando di affidarsi a due vecchi pallini allenati con i lancieri. Il primo è Donny Van de Beek, già di proprietà dei red devils che lo hanno girato in prestito all’Everton. L’olandese fino ad ora è stato un flop dalle parti di Old Trafford ma il tecnico punta a rilanciarlo.

L’altro è stato compagno di mille battaglie di Van de Beek ai tempi dell’Ajax e fa gola a mezza Europa: si tratta di Frenkie De Jong.

 

de Jong, Barcellona
Frenkie de Jong, centrocampista del Barcellona [credit: ANSA] – MeteoWeek
Il centrocampista olandese, secondo Gerard Romero, sarebbe il sacrificato per far quadrare i conti del Barça. I blaugrana chiedono, però, più dei 75 milioni spesi per acquistarlo dall’Ajax e per questo la trattativa appare tutt’altro che semplice con i red devils pronti a giocarsi la carta Ten Hag, tecnico che ha favorito l’esplosione di Frenkie.

LEGGI ANCHE ->Inter, le parole di Perisic sono forti: ecco la situazione attuale

Inoltre, il giocatore ha manifestato la volontà di approdare in un club che giochi la Champions League, traguardo sfuggito a Ronaldo e co. La Juventus guarda gli sviluppi con interesse e spera che la carta Champions possa frenare l’approdo in Inghilterra e aprire le porte dello Stadium a De Jong.