Finale di Europa League: Eintracht Francoforte – Glasgow Rangers 6-5(dcr): cronaca del match e tabellino

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:10

L’Eintracht Francoforte vince la cinquantunesima edizione dell’Europa League, battendo ai rigori i Glasgow Rangers.

Finisce ai calci di rigore la 51esima edizione della finale di Europa League. A portarla a casa è l’Eintracht Francoforte.

 

Immagine dalla partita - credits: Ansa Foto. Sportmeteoweek
Immagine dalla partita – credits: Ansa Foto. Sportmeteoweek

Secondo trofeo della storia dell’Eintracht Francoforte, dopo quello del 1980 nella doppia finale di Coppa UEFA tutta tedesca contro il Borussia Monchengladbach.

Partita non bellissima e molto bloccata nei 90′. Tedeschi in controllo del match per tutto il primo tempo ma che si trovano a dover rincorrere nella ripresa a causa di un gol piuttosto casuale degli scozzesi firmato da Aribo. Il solito Kostic però mette un gran pallone per l’1-1 di Borré.

Servono i calci di rigore però per decidere il vincitore dell’Europa League dopo 120′ con dei tempi supplementari ricchi di occasioni. L’errore decisivo dal dischetto è quello di Ramsey che consegna la coppa ai tedeschi.

LEGGI ANCHE -> Napoli, è rebus per il ruolo di portiere

Eintracht Francoforte – Glasgow Rangers 6-5(dcr): cronaca del match

Primo tempo

Dopo la classica e bellissima cerimonia d’apertura le squadre iniziano a darsi battaglia. Dopo un lungo stop per consentire i soccorsi a Rode, che ha perso sangue in uno scontro di gioco, la prima occasione è per i tedeschi al 12′ ed è doppia, prima con lo slalom di Kamada, parato da McGregor, poi con il tiro da fuori di Sow, che però non impensierisce il portiere scozzese.

Al 20′ una splendida azione di Knauff che fa fuori diversi avversari e calcia in porta, trovando però solo il corner. Dal calcio d’angolo successivo un colpo di testa di Ndicka prende solo l’esterno della rete. Ancora Sow che pochi minuti dopo prova un destro a giro che finisce alto.

Al 26′ si fanno vedere i Rangers, è Aribo a cercare la conclusione a giro con il sinistro ma la palla termina fuori di poco. Ma l’Eintracht insiste e prova ancora un paio di conclusioni verso la porta degli scozzesi, prima con Lindstrom poi con Kostic senza però trovare la via della rete. Ancora il serbo al 31′ a spingere il contropiede ed arrivare alla conclusione non inquadrando però la porta.

Al 37′ è Lundstrom a bussare dalle parti di Trapp, che si ripara in calcio d’angolo. Al primo minuto di recupero del primo tempo ci prova Jack che la tira però alta.

Immagine dalla partita - credits: Ansa Foto. Sportmeteoweek
Immagine dalla partita – credits: Ansa Foto. Sportmeteoweek

Secondo tempo

Nella ripresa l’Eintracht va subito vicinissimo al vantaggio con la conclusione di Lindstrom deviata da Kamara che spiazza McGregor ma finisce in calcio d’angolo molto vicina al palo. Al 52′ i tedeschi lamentano un calcio di rigore per un fallo di Goldson su Borré, che però per arbitro e VAR non c’è.

Al 55′ la prima occasione del secondo tempo per gli scozzesi con un’azione confusa che arriva alla conclusione di Kent, che però col sinistro non inquadra la porta. Al 57′ i Rangers si portano incredibilmente in vantaggio con Joe Aribo che sfrutta lo scivolone di Tuta sul retropa ssaggio errato di Sow e batte Trapp.

Al 60′ la reazione dell’Eintracht che arriva alla conclusione con Lidnstrom ma trova l’opposizione di Bassey. Su un errore della difesa Rode imbecca Kamada al 66′, ma a tu per tu col portiere il giapponese mette alto. Al 69′ arriva il pareggio dell’Eintracht, con il cross dalla sinistra del solito Kostic e l’anticipo sul primo palo di Rafael Santos Borré.

Al 77′ prova il destro il neo-entrato Hauge, ex Milan, che però spedisce alto sopra la traversa. All’89 è Kostic ad avere l’occasione per il vantaggio ma il suo tiro va fuori.

LEGGI ANCHE -> Barcellona, Laporta fa il punto sul mercato e parla di Mbappé

Tempi supplementari

Diverse occasioni nei tempi supplementari, come il tiro di Barisic parato da Trapp e quello di Jakic di poco alto sulla traversa. L’occasione clamorosa capita a Kent, murato però da Trapp che con un autentico miracolo tiene in vita i suoi al minuto 118. Sulla sua parata poi il sinistro di Davis che va alto. Al 121′ la parata di Trapp sul capocannoniere del torneo Tavernier, che ci prova direttamente da calcio di punizione.

Le squadre sono stanche e lunghe e non riescono a sbloccare la partita, che finisce ai calci di rigore.

Calci di rigore

Iniziano i Rangers. Il primo rigorista è Tavernier che tira centrale e segna. Per i tedeschi dal dischetto va Leinz che incrocia spiazzando l’avversario.

Secondo per gli scozzesi Davis che segna all’incrocio dei pali. Anche Krustic col mancino, lui però non incrocia e la mette in rete a fil di palo.

Il terzo è Arfield, anche lui tira un ottimo rigore incrociando e alzando la traiettoria. Kamada segna il 3-3 con un rigore perfetto anche con l’aiuto del palo.

Ramsey tira il rigore peggiore della serie calciando centrale e addosso a Trapp. A lui risponde Kostic con un rigore perfetto, fortissimo e accanto al palo per il vantaggio tedesco.

Roofe tiene in vita gli scozzesi incrociando la conclusione e segnando anche lui con l’aiuto del palo. Borré, l’uomo che l’ha pareggiata, decide la coppa con il quinto calcio di rigore, incrociato alla perfezione.

Eintracht Francoforte – Glasgow Rangers 6-5(dcr): tabellino

Marcatori: 57′ Aribo (GR), 69′ Borré (EF)

Eintracht Frankfurt (3-4-2-1): Trapp; Toure, Tuta (59′ Hasebe), Ndicka (100′ Lenz); Knauff, Sow (106′ Hrustic), Rode (90′ Jakic), Kostic; Kamada, Lindstrom (72′ Hauge); Borré. A disposizione: Grahl, Chandler, Da Costa, Hauge, Barkok, Lammers, Ache, Pacienca. Allenatore: O. Glasner

Glasgow Rangers (4-3-3): McGregor; Tavernier, Goldson, Bassey, Barisic (117′ Roofe); Jack (74′ Davis), Lundstram, Kamara (91′ Arfield); Kent, Aribo (101′ Sands), Wright (74′ Sakala (117’Ramsey)). A disposizione: McCrorie, Mclaughlin, Balogun, King, Lowry, Diallo. Allenatore: G. Van Bronchorst

Ammoniti: 62′ Aribo (GR), 73′ Wright (GR)