Perez: “Ditemi che non sto sognando” | Verstappen è arrabbiato

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:35

Podio insolito per il Gran Premio di Sakhir. Perez e Ocon piangono rispettivamente per la prima vittoria e il primo piazzamento sul podio in carriera. Lance Stroll è contento per il suo compagno di squadra ma svela: “Avrei potuto vincere anch’io oggi”.

perez sakhir sport meteoweek
Sergio Perez esulta con la bandiera messicana – meteoweek.com

Il Gran Premio di Sakhir, penultimo appuntamento del campionato del mondo di Formula 1 2020, presenta un podio completamente inedito. Per la prima volta Sergio Perez sale sul gradino più alto dopo 190 gare disputate, al termine di una corsa al limite dell’incredibile. Al suo fianco ci sono il suo vecchio compagno in Force India Esteban Ocon, che per la prima volta in carriera sale sul podio, e quello che fino all’appuntamento di Abu Dhabi condividerà il box della Racing Point con il messicano, ovvero Lance Stroll che chiude al terzo posto.

Andiamo a leggere le parole dei tre protagonisti del podio di Sakhir.

Parlano Perez, Ocon e Stroll

Sergio Perez, Racing Point: Sono senza parole, spero non sia un sogno perché tante volte l’ho sognato. Dopo 10 anni in F.1 non so cosa dire, la gara era persa dopo appena un giro come lo scorso weekend. Ho anche commesso un errore durante la Safety Car, con un bloccaggio della gomma posteriore. Poi sono riuscito a recuperare al secondo stint, e ho detto al mio team che la macchina sembrava una limousine. Era perfetta da guidare, senza vibrazioni e con un passo fantastico. Abbiamo letto bene la gara oggi, pensavamo a un GP con due soste, ma sono rimasto fuori e dopo il grande long run di venerdì potevamo fare qualcosa di speciale.

Esteban Ocon, RenaultFantastico per il team, io però sono leggermente nervoso. Avrei potuto vincere la gara, c’è stato un problema al pit-stop e Ocon mi ha passato in quel momento. Pensavo di avere il passo, visto anche Pérez, ma non sono riuscito a superare Esteban. Un risultato che comunque ci serve per il campionato. Il duello con Sergio in curva 4? C’è stata una battaglia e io ero in ritardo con il Drs, così Pérez mi ha passato. Ho sbagliato i calcoli e non sono riuscito a difendermi. Ma sono contento per la prima vittoria in carriera del mio compagno di squadra.

Leggi anche -> Leclerc: “Ho sbagliato io” | Vettel: “Non ha funzionato nulla”

Leggi anche -> Mick Schumacher campione del mondo Formula 2!

Lance Stroll, Racing PointHo pianto sul traguardo per quanto sono emozionato. È stata una stagione difficile per noi, non sempre il lavoro ha pagato in qualche GP. Noi abbiamo sempre spinto, con grande motivazione, ed è un bene aver ottenuto questo risultato. Oggi meglio di Ricciardo? Daniel è un punto di riferimento fantastico, ha fatto una seconda stagione alla Renault positiva. Ma credo valga anche per me, che sono riuscito ad avvicinarmi ai suoi risultati e alla fine ho ottenuto questo podio che è davvero straordinario.

Verstappen non è contento

Max Verstappen torna a casa a mani vuote – meteoweek.com

Ma la gara è cambiata già dopo le prime curve, quando Charles Leclerc ha preso in pieno proprio Perez. A pagarne le conseguenze, oltre al monegasco della Ferrari, è stato Max Verstappen, il quale ha svelato un po’ di nervosismo a fine gara: “Non sono arrabbiato, ma è frustrante ritirarsi così, senza avere responsabilità. Potevamo fare una bella gara e per questo avevo deciso di non prendere rischi in partenza. Charles (Leclerc, ndr) è un buon ragazzo, ma credo sia stato troppo ottimista in curva 4 e abbia tentato una manovra troppo rischiosa. Penso che abbia esagerato un po’“.