Real Madrid, derby vinto e vetta a -3 | Casemiro: “C’è fiducia, ma non siamo macchine”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:46
0

Il Real Madrid ha portato a casa la vittoria nel derby contro l’Atletico Madrid. La vetta della classifica, tuttavia, è occupata dagli uomini di Diego Simeone a parità di punti con la Real Sociedad. A parlare del momento dei Blancos è stato il centrocampista Casemiro.

casemiro
(Photo by OSCAR DEL POZO/AFP via Getty Images)

Il Real Madrid sta cercando di risalire la classifica dopo un avvio di stagione piuttosto altalenante. Le prestazioni non hanno mai convinto del tutto sia in Liga che in Champions League. In quest’ultimo caso, infatti, i madrileni hanno persino rischiato fino alla sesta giornata della fase a gironi di non qualificarsi agli ottavi. I risultati hanno fatto sì che si potesse pensare anche all’esonero del tecnico Zinedine Zidane. Adesso, tuttavia, in casa Merengues sembra essere tornato il sereno. La speranza è che il momento positivo possa durare.

LEGGI ANCHE -> Real Madrid padrone del derby | Simeone battuto e sotto accusa

I Blancos in particolare sperano che la vittoria casalinga conquistata quest’oggi nel derby contro l’Atletico Madrid possa essere un punto di svolta. La capolista è stata infatti battuta (r.f. 2-0) e, seppure resti in testa alla classifica, dovrà condividere quest’ultima con la Real Sociedad. La squadra di Zinedine Zidane si trova invece a -3 dalla vetta e in occasione delle prossime gare vuole tendere delle insidie alle due compagini al vertice. La classifica è corta e se troverà la costanza ricercata potrà senza dubbio puntare ancora una volta al titolo di Spagna.

LEGGI ANCHE -> La giovanile del Real Madrid vince 31-0 | Polemica e indignazione sui social

Il centrocampista Casemiro, intervenuto ai microfoni di Movistar TV al termine del testa a testa con i Colchoneros, ha parlato del momento non eccelso che i madrileni stanno vivendo. “Era normale avere una flessione e poi risalire, ci sono tante partite, ecco il problema. Non siamo qui per trovare scuse ma non siamo macchine. Abbiamo giocato tre partite contro squadra molto solide, dobbiamo essere fiduciosi. Il lavoro di tutti è stato fenomenale. Non solo siamo stati più intensi e aggressivi nel primo tempo, abbiamo anche avuto la palla e abbiamo giocato bene a calcio. Nella ripresa loro hanno fatti meglio, ma abbiamo giocato bene entrambi i tempi, soprattutto il primo“, ha detto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here