Reggina penalizzata, 0-0 con la Salernitana. Baroni: “Rigore negato”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:48
0

Altra serata con beffa per la Reggina: rigore per la Salernitana (azione in fuorigioco) e clamoroso penalty negato agli amaranto per trattenuta su Montalto, ecco le parole di mister Baroni

Marco Baroni (Photo by Maurizio Lagana/Getty Images)
Marco Baroni (Photo by Maurizio Lagana/Getty Images)

Serata storta – l’ennesima – per la Reggina di Marco Baroni: 0-0 con la Salernitana dopo 10 tiri a 2 nel primo tempo, un rigore concesso agli ospiti al 51′ con fuorigioco di Gondo (Nicolas ha parato il tiro di Djuric dagli 11 metri) e clamoroso penalty negato agli amaranto qualche minuto dopo in occasione di una trattenuta in area su Montalto. Con il Var sarebbe stata un’altra storia: rigore tolto alla Salernitana per outside e tiro dagli 11 metri per la Reggina. Tra i locali ottimo esordio per Crimi e soprattutto Edera, protagonista di una palla-gol nel primo tempo. Graffiante anche Menez dopo pochi minuti, mentre Denis è entrato in campo soltanto all’88’ per rilevare un Montalto sempre vivo e vicino al gol in un paio di occasioni. Tra gli ospiti sempre pericolosissimo Djuric, padrone dei palloni aerei.

Baroni: “Contento di Edera e Montalto, Menez deve avere più voglia di fare gol”

La Reggina muove la classifica (19 punti, ancora zona pericolo) ma manca l’appuntamento con la vittoria alla vigilia degli scontri diretti con Pescara, Entella e Cosenza. A fine match c’è la rabbia del tecnico della Reggina Marco Baroni: “Il rigore? C’è poco da commentare…e mi dicono che anche il rigore per la Salernitana era viziato da fuorigioco netto di Gondo. Le situazioni sono sotto gli occhi di tutti. Io sono soddisfatto della prestazione e dico che abbiamo margini di miglioramento importanti. Adesso arriveranno anche gli altri rinforzi. Il nostro centrocampo non è mai andato in sofferenza. Le azioni della Salernitana in realtà sono arrivate su palloni persi da noi, per di più centralmente, cosa che continuavo a dire di non fare. E’ una squadra che fa benissimo la ripartenza ed è molto fisica. Complimenti a loro, se sono secondi c’è un motivo. Noi potevamo sfruttare meglio il 4-2-3-1 e l’ingresso dei terzini. Sono contento di Edera e Montalto, Menez deve avere più voglia di fare gol, in certi casi deve fare gol…”.

Ancora Baroni: “Abbiamo reagito al momento negativo dopo il rigore parato da Nicolas e siamo rimasti in partita a testa alta a differenza di altre volte. Non voglio parlare ancora della necessità di fare cambi. Semplicemente ora grazie al mercato possiamo contare su alcuni rinforzi che se chiamati in causa a partita in corso sono di pari livello. Volevo esattamente questo, che i calciatori potessero spremere tutte le energie per poi essere sostituiti da altri. Il tempo è poco, i nuovi arrivi devono inserirsi subito. Le prossime tre partite saranno importanti. Vogliamo vivere di sfide, di voglia e di coraggio e più difficili saranno le partite, meglio sarà. Noi non dobbiamo avere paura. Delprato? Non era nelle condizioni di giocare, non l’ho voluto rischiare. Situm ha avuto un risentimento muscolare, mentre Lakicevic ha avuto una distorsione alla caviglia. Penso sia recuperabile a breve”. 

Leggi anche >  Reggina-Salernitana 0-0: manca un rigore ai locali. Tabellino e highlights