Retroscena Napoli, telefonata di De Laurentiis a Sarri dopo Verona: “no” dell’allenatore

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:28
0

Dopo la sconfitta contro l’Hellas Verona, Aurelio De Laurentiis avrebbe chiamato Maurizio Sarri per offrirgli il posto sulla panchina del Napoli sostituendo Gennaro Gattuso. 

Aurelio De Laurentiis e Maurizio Sarri. Getty Images
Aurelio De Laurentiis e Maurizio Sarri. Getty Images

Il rapporto tra Gennaro Gattuso Aurelio De Laurentiis è ai minimi storici, dopo che il rinnovo dell’attuale contratto dell’allenatore sembrava cosa fatta. A far spezzare il filo tra il tecnico e il presidente, oltre alla sconfitta in Supercoppa italiana contro la Juventus, il pesante k.o. del Bentegodi contro l’Hellas Verona.

Leggi anche: Napoli, Gattuso: “Massacrato tutti i giorni. De Laurentiis? Io non tratto con altre squadre”
Leggi anche: Napoli, Mertens si ferma ancora: vola in Belgio per curarsi

Una debacle che ha portato il patron azzurro a contattare addirittura altri allenatori, per sostituire in corsa Gattuso. Comportamento, questo, che non sarebbe andato per nulla a genio all’ex Milan come dichiarato a gran voce nel post partita della vittoria di domenica scorsa contro il Parma. Ma l’allenatore contattato da De Laurentiis non sarebbe stato Rafa Benitez, come riportato da diverse voci a più riprese, bensì Maurizio Sarri.

Napoli, De Laurentiis e il ritorno in panchina di Sarri

Secondo quanto rivelato da Sportitalia, la scelta del presidente del Napoli sarebbe ricaduta proprio sull’ex allenatore azzurro dopo la sconfitta in casa del VeronaDe Laurentiis avrebbe contattato Sarri per chiedergli la disponibilità per un ritorno in panchina, proponendogli un contratto importante e mettendosi anche a disposizione per l’eventuale risoluzione del contratto che al momento lega ancora il tecnico alla Juventus. E la risposta di Sarri sarebbe stata negativa, ringraziando il suo ex presidente per la telefonata ma declinando cortesemente la proposta. L’allenatore toscano, inoltre, non avrebbe messo in preventivo nessun ritorno in panchina in questo periodo di pandemia da Covid-19.