Atalanta, Pessina, Toloi e Muriel sul Real Madrid: “Peccato l’espulsione, ci giocheremo il ritorno”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:48
0

Oltre agli allenatori Zidane e Gasperini, anche i nerazzurri Pessina, Toloi e Muriel hanno parlato a fine della gara Atalanta-Real Madrid commentando il risultato e l’espulsione di Freuler. Ecco che cosa hanno detto ai microfoni di Sky.

Da sinistra: Luka Modric del Real Madrid in corsa sul pallone insieme a Luis Muriel e Matteo Pessina dell'Atalanta durante gli ottavi di Champions League del 24 febbraio 2021 (foto di Emilio Andreoli/Getty Images)
Da sinistra: Luka Modric del Real Madrid in corsa sul pallone insieme a Luis Muriel e Matteo Pessina dell’Atalanta durante gli ottavi di Champions League del 24 febbraio 2021 (foto di Emilio Andreoli/Getty Images)

Al termine della partita di Champions League fra Atalanta e Real Madrid, anche Toloi, Muriel e Pessina hanno parlato ai microfoni di Sky per commentare la sconfitta 0-1 nel Gewiss Stadium di Bergamo. Ecco le loro parole e le loro attese per la gara di ritorno del 16 febbraio in Spagna.

Toloi: “Siamo forti, ci possiamo ancora qualificare”

Rafael Toloi parla da vero capitano, ed esalta la prestazione di tutta la squadra: “Abbiamo combattuto fino alla fine, abbiamo fatto ancora una grande partita. Siamo vivi: dobbiamo andare lì e vincere perchè oggi gli abbiamo tenuto testa. Questa sfida ci dice che siamo forti e giochiamo insieme“.


Leggi anche:


Toloi, insieme a Djimsiti e Romero ha giocato un’ottima partita tenendo un livello altissimo nel settore difensivo. Per questo motivo, la rete subita a quattro minuti dal 90′ dà vita ad un risultato bugiardo. Toloi ammette: “C’è tanto amaro in bocca per il gol alla fine, ma abbiamo fiducia di poterci ancora qualificare nella gara di ritorno“.

Pessina: “Real Madrid, Kroos è il mio idolo”

Pessina, il giocatore-rivelazione dell’Atalanta, avrebbe potuto consacrarsi durante questa con il Real Madrid. Il trequartista che nei fatti ha sostituito Papu Gomez senza farlo rimpiangere spiega: “Siamo amareggiati, perchè l’abbiamo giocata così in dieci senza concedere granchè“.

Poi rivela di aver potuto incontrare uno dei suoi idoli proprio questa sera nella gara con il Real Madrid: “Kroos è il mio idolo, è stato un sogno poterlo incontrare. Ma sono un professionista, sia chiaro che quando entro in campo diventa un avversario.Ci alleniamo  tutto l’anno per questo tipo di partite, le sognamo. Peccato per il gol subito“.

Muriel: “L’Atalanta ha subito un’ingiustizia”

Luis Muriel cerca di vedere solo i lati positivi della gara: “Abbiamo cercato di andare sempre più avanti possibile.Quando si è in dieci si ha poco ossigeno, ed è anche difficile organizzare delle ripartenze. Questo risultato, comunque, ci permette di giocare bene la partita di ritorno. Non è finita qui“.


Leggi anche:


Poi torna sull’espulsione di Freuler, che inevitabilmente ha condizionato il corso della partita e soprattutto il risultato finale della gara di Champions: “Siamo convinti di aver subito un’ingiustizia. Abbbiamo rivisto insieme l’azione negli spogliatoi durante l’intervallo del primo tempo. Non era da cartellino rosso“.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here