Ascoli, Sottil: “Dobbiamo fare bottino pieno, si deve vincere e basta”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:26

Al termine della partita di Serie B fra Pordenone ed Ascoli, il tecnico Andrea Sottil ha spiegato in conferenza stampa che la squadra deve trovare le forze per invertire la rotta e smettere di ribaltare le partite.

Ascoli, l'allenatore Andrea Sottil a bordocampo, gennaio 2021 (foto © Ascoli Calcio 1898)
Ascoli, l’allenatore Andrea Sottil a bordocampo, gennaio 2021 (foto © Ascoli Calcio 1898)

La partita Pordenone-Ascoli onora una triste statistica per i bianconeri. Ben 11 dei 12 punti ottenuti nelle ultime nove giornate di Serie B sono stati conquistati recuperando da situazioni di svantaggio. Nel primo tempo in casa dei neroverdi, infatti, sono andati sotto di una rete, per poi pareggiare e andare vicini al vantaggio nella ripresa.

Sottil: “Meritavamo i tre punti, dobbiamo essere più concreti”

Nella conferenza stampa post-partita di Pordenone-Ascoli, l’allenatore Andrea Sottil ripercorre così le ultime prestazioni: “Per quanto fatto vedere in campo avremmo meritato la vittoria, ma alla fine non abbiamo vinto ed è un peccato perché le partite in cui non facciamo bottino pieno iniziano a diventare troppe“.

Poi, però, prosegue: “Faccio i complimenti ai ragazzi perché non era facile oggi fare questa prestazione contro un Pordenone che fino a poco tempo fa occupava le prime posizioni di classifica. Non ho dubbi che l’Ascoli possa giocarsela con tutti. Per questo, quando si devono vincere le gare, si devono vincere e basta“.

Ascoli, Sottil: “Ripartiamo da questo punto”

Dopo le due sconfitte consecutive, per Sottil questo è il punto della speranza: “Quello di oggi è sicuramente un punto di ripartenza. Però dobbiamo renderci conto e avere consapevolezza della nostra forza. Oggi meritavamo di vincere, ma spesso, purtroppo, regaliamo episodi su cui dobbiamo essere più concentrati.

Sottil conferma di essere a conoscenza della triste statistica: “Facciamo tutto da soli: ci complichiamo le partite con dei nostri errori e dopo facciamo delle prestazioni ottime per rimediare, e la stessa cosa è avvenuta oggi nel secondo tempo“. Anche gli acquisti dal mercato invernale sembrano, per il momento, non aver invertito significativamente la rotta.


Leggi anche:

L’allenatore bianconero sintetizza dunque così il suo giudizio sulla gara di oggi a Pordenone, giocata a due velocità diverse: “Non è semplice in questa categoria ribaltare le partite, non dobbiamo finire le gare col rammarico. Oggi siamo stati bravi a recuperarla, ma dobbiamo essere ancora più bravi”.