Marcell Jacobs è d’oro! Vittoria nei 60 metri piani

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:21
0

Marcell Jacobs porta a casa la prima medaglia azzurra agli Europei di Torun. Con il tempo di 6″47 mette a segno il record italiano sulla distanza e il miglior crono al mondo dall’inizio del 2020.

marcell jacobs
La gioia del neo-campione d’Europa – meteoweek.com (Photo by Piotr Hawalej/Getty Images)

Un lampo italiano acceca i Campionati Europei indoor di atletica leggera. Sulla pista italiana, infatti, sfreccia la figura di Marcell Jacobs, che porta a casa la medaglia d’oro nella gara dei 60 metri piani. Si tratta, come ci si può immaginare, del primo alloro portato a casa dalla nostra spedizione nella kermesse continentale in corso di svolgimento a Torun, in Polonia. Si tratta tra l’altro di una gara molto importante per l’intera storia dell’atletica leggera italiana, visto che il tempo fatto segnare dal velocista azzurro è uno dei migliori di sempre.

Tagliando il traguardo in 6 secondi e 47 centesimi, infatti, Marcell Jacobs è diventato il nuovo primatista italiano sulla distanza dei 60 metri. A questo si aggiunge il fatto che l’atleta delle Fiamme Oro, classe 1994, ha ottenuto il quarto miglior tempo al mondo dall’inizio del 2020. E nel giorno in cui porta a casa la sua prima medaglia d’oro in una manifestazione internazionale, Jacobs riesce a seguire le orme di uno degli ultimi grandi velocisti della nostra storia, ovvero Stefano Tilli. Era stato quest’ultimo, nell’edizione del 1983 a Budapest, a portare a casa l’unica medaglia d’oro sui 60 metri ai Campionati europei indoor.

Leggi anche -> Tamberi: “Olimpiadi di Tokyo mio mantra post-infortunio, al rinvio ho pianto”

Si tratta inoltre della nona medaglia su questa distanza nella storia dell’atletica leggera italiana. L’ultima risaliva al 2013 ed era stato un bronzo per Michael Tumi, che ha succeduto di quattro anni un altro azzurro che arrivò terzo nei 60 metri piani, ovvero Emanuele Di Gregorio. In precedenza erano arrivati quattro argenti: Antonio Ullo nel 1984, Pierfrancesco Pavoni nel 1987 e tre anni dopo, e infine Fabio Cerutti nel 2009. L’altra medaglia di bronzo la portò a casa sempre Antonio Ullo, ai campionati europei indoor disputati nel 1987.

Leggi anche -> Atletica: Larissa Iapichino in finale del salto lungo

Tornando alla gara di questa sera, Marcell Jacobs è stato senza dubbio il migliore. La sua è stata una cavalcata pazzesca, con un divario che su questa distanza non è così frequente da ritrovare in gare a livelli così alti. Con il tempo di 6″47 l’azzurro delle Fiamme Oro ha preceduto il tedesco Kevin Kranz, medaglia d’argento ma con un distacco di ben 13 centesimi dal vincitore della gara. Kranz ha preceduto di pochissimo Jan Volko, slovacco che difendeva il titolo conquistato nella scorsa edizione, ma che ha dovuto accontentarsi di una medaglia di bronzo.

Marcell Jacobs trionfa, Larissa Iapichino è quinta

Le speranze e i sogni di medaglie azzurre ai Campionati Europei indoor di Torun, almeno per la giornata odierna, non si limitavano alla gara dei 60 metri piani. C’erano grandi attese anche per quanto riguarda la gara del salto in lungo femminile, con Larissa Iapichino pronta in pedana. Purtroppo, però, la nuova primatista mondiale a livello juniores – nonchè figlia di Fiona May e del coach Stefano Iapichino – ha concluso la gara al quinto posto con il miglior salto di 6 metri e 59. L’oro è andato all’ucraina Maryna Bekh-Romanchuk, capace di spingersi fino a 6.92.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here