Dinamo Zagabria, il commento di Mamic: “Kane un campione”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:07
0

L’allenatore della Dinamo Zagabria Zoran Mamic ha commentato la sconfitta contro il Tottenham (2-0, doppietta di Kane). Ecco le sue dichiarazione al termine dei 90 minuti.

Mamic Dinamo Zagabria
Zoran Mamic, allenatore della Dinamo Zagabria (credit: Getty Images)

La Dinamo Zagabria si difende bene, ma contro il Tottenham non basta: 2-0 il risultato finale. La squadra croata cade sotto i colpi dell’uragano Harry Kane che, con una doppietta, spinge gli Spurs verso i quarti di finale di Europa League. La squadra di Mamic ha provato a difendere l’unico gol di svantaggio per potersi giocare la qualificazione in casa al ritorno, ma la seconda rete dell’attaccante inglese ha stravolto i piani. La Dinamo ha sfiorato anche il gol del 2-1, non riuscendo però a dimezzare lo svantaggio. Ora i croati aspettano il match di ritorno per giocarsi tutte le ultime chance di qualificazione ai quarti: appuntamento a giovedì prossimo.
Al termine dei 90 minuti, Mamic ha commentato la partita e ha anche voluto elogiare Harry Kane per la doppietta messa a segno: ecco le sue parole di seguito.

LEGGI ANCHE -> Tottenham, Mourinho commenta la vittoria sulla Dinamo Zagabria

Dinamo Zagabria, le dichiarazioni di Mamic dopo la partita contro il Tottenham

L’allenatore della Dinamo ha sottolineato la buona prova dei suoi calciatori: la squadra croata si è difesa bene, ma un po’ di sfortuna ed un errore individuale hanno contribuito al 2-0 finale con cui il Tottenham ha chiuso la gara. In conferenza stampa, Zoran Mamic ha commentato così la partita:
“Congratulazioni al Tottenham, hanno sfruttato l’occasione. Kane ci ha mostrato quale maestro calcistico sia. Abbiamo giocato una gara solida, ma avremmo potuto fare qualcosa di più in attacco. Gli Spurs hanno giocato una gara aggressiva e vinto tanti duelli. In attacco hanno giocatori fantastici, sono veloci, le ali e i centrocampisti vogliono sempre il pallone. Kane ci ha mostrato che campione sia: il primo gol è stato semplice, ma il secondo no: il suo tiro era impossibile da difendere”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here