Olympiacos, Martins: “Risultato troppo severo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:07
0

Il tecnico dell’Olympiacos sostiene che il 3-1 maturato con l’Arsenal sia eccessivo. Parlano anche M’Vila e Papastathopoulos, i quali contestano la decisione arbitrale sul gol che ha riportato i Gunners in vantaggio.

martins olympiacos
Pedro Martins mastica amaro – meteoweek.com (Photo by UEFA – Handout/UEFA via Getty Images)

Olympiacos chiamato a un’altra missione impossibile e ancora una volta contro l’Arsenal. La formazione del Pireo, esattamente come un anno fa, esce sconfitta dal proprio campo nella gara di andata, questa volta valida per gli ottavi di finale di Europa League. Il 3-1 maturato allo stadio “Georgios Karaiskakis” ha manifestato la superiorità della formazione londinese al cospetto degli ellenici. Tuttavia, gli uomini allenati da Pedro Martins possono recriminare per aver subìto la rete dell’1-2 nel proprio miglior momento, ovvero dopo il momentaneo pareggio di El Arabi.

Secondo il tecnico della formazione greca, il risultato finale è bugiardo. Soprattutto perchè nel primo tempo l’Olympiacos ha creato dei pericoli all’Arsenal. Gli inglesi, però, sono stati cinici nell’occasione del 2-1: “Abbiamo pensato di iniziare con Ba, la squadra ha iniziato la gara con un po’ di paura, ma poi la mentalità è cambiata. Nel primo tempo loro hanno avuto più occasioni, ma le più pericolose sono le nostre. Nel secondo tempo abbiamo giocato molto bene, siamo riusciti a trovare il gol e un’altra grande occasione, ma poi abbiamo subito il secondo gol e subito dopo il terzo. Secondo me il risultato non rispecchia del tutto l’andamento della partita“.

Proprio la rete realizzata da Gabriel ha mandato su tutte le furie i padroni di casa. Pedro Martins sostiene che l’arbitro ha sbagliato a non andare al Var. Anche perchè M’Vila è rimasto contuso nei contatti in area: “È stata una decisione presa dall’arbitro che ha risentito delle proteste e del fatto che l’Arsenal è una squadra più blasonata. Probabilmente si doveva andare a vedere il secondo gol, ma non possiamo cambiare quello che è successo. Ora la situazione si fa difficile, andremo a Londra per vincere, anche se non sarà facile vogliamo giocarci tutte le nostre carte“.

Leggi anche -> Olympiacos-Arsenal 1-3, blitz dei Gunners: cronaca e tabellino del match

Olympiacos, parlano M’Vila e Papastathopoulos

Proprio Yann M’Vila, uno dei protagonisti dell’azione incriminata, ha parlato al termine della gara. L’ex interista sostiene che la sua squadra abbia giocato bene e non sia stata supportata dalla buona sorte: “Non siamo scesi in campo troppo concentrati, soprattutto nel primo tempo. Nel secondo gol loro c’è un fallo su di me, secondo me l’arbitro ha commesso anche altri errori nei nostri confronti. Noi come squadra abbiamo dato tutto ma non siamo riusciti a evitare la sconfitta. Di certo crediamo di avere ancora delle speranze di qualificazione. Crediamo nelle nostre qualità e daremo il massimo a Londra, anche se prima abbiamo una gara di campionato da vincere“.

Leggi anche -> Arsenal, Arteta: “Abbiamo dominato ma non è finita”

Nel post-partita ha parlato anche Sokratis Papastathopoulos. Il difensore greco dell’Olympiacos era anche un ex della gara del “Karaiskakis”. Queste le sue riflessioni a fine gara: “Penso che abbiamo giocato contro una grande squadra. Non abbiamo iniziato bene ma con il passare dei minuti siamo cresciuti. Abbiamo avuto la chance di pareggiare nel finale di primo tempo, poi ci siamo riusciti nella ripresa ma il gol del 2-1 ha influenzato la gara. Ho detto all’arbitro che avrebbe dovuto andare a vederlo al VAR, per me c’era fallo su Yann. Peccato perchè stavamo risalendo la corrente e siamo stati colpiti da un episodio sfortunato. Possiamo ancora farcela, ci ricordiamo tutti di cosa è successo un anno fa, ci sono ancora 90 minuti per dimostrare il nostro valore“.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here