Arsenal, Arteta: “Non è ancora finita, giochiamocela”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:25
0

Il tecnico dell’Arsenal presenta il match di ritorno contro l’Olympiacos. Si parte dall’1-3 ottenuto dai Gunners sul campo ateniese. Arteta, però, non si fida e chiede il massimo ai suoi giocatori.

arteta arsenal
Mikel Arteta suona la carica – meteoweek.com (photo by Getty Images)

Mikel Arteta si augura che non accada la stessa beffa dello scorso anno. L’avversario è lo stesso, ovvero l’Olympiacos, così come è uguale anche il contesto, ovvero una gara a eliminazione diretta in Europa League. Dodici mesi fa gli ellenici eliminarono il suo Arsenal proprio espugnando l’Emirates Stadium ai tempi supplementari, dopo aver rimontato la sconfitta patita al “Karaiskakis” nella gara di andata. Il tecnico spagnolo non vuole eventuali remuntade da parte della compagine greca, pertanto c’è da gestire nel migliore dei modi l’1-3 di sette giorni fa.

Nella conferenza stampa prepartita, Arteta ha fatto capire che ci sono tutte le condizioni per fare bene. Anche perchè la squadra è in crescita anche sul piano fisico: “Tutti stanno più o meno bene, ho ancora un paio di dubbi ma tutti i giocatori verranno chiamati in causa. Per la squadra è un ottimo momento, la partita è molto importante per noi, non c’è niente di deciso. Ci sono ancora 90 minuti da giocare e sappiamo quanto sarà tosta, perciò dovremo farci trovare pronti. Abbiamo l’opportunità di ruotare un po’ la rosa, poi ci sono cinque sostituzioni e posso gestire tutto al meglio”.

Uno dei problemi più grandi in casa Arsenal è rappresentato da Pierre-Emerick Aubameyang. L’attaccante gabonese, simbolo dei Gunners, ha saltato il derby contro il Tottenham e si vocifera di problemi disciplinari. Arteta, in tal senso, fa capire che il capitano potrebbe non giocare domani: “Abbiamo parlato, la situazione si è risolta nel migliore dei modi e andremo avanti. Tutti devono trovarsi nelle migliori condizioni per potersi giocare il posto. Sicuramente non farò eccezioni, devo schierare la migliore formazione possibile per riuscire a vincere la partita di domani e passare il turno. Non ci sono molte altre cose da dire“.

E per un Aubameyang che sembra ai ferri corti con il club, c’è un Martin Odegaard che sta trascinando a suon di grandi partite. Il fantasista norvegese sta facendo ottime cose con la maglia dell’Arsenal e Arteta non potrebbe essere più felice di così: “Sta facendo sempre meglio di volta in volta. Credo che sia capace di capire in maniera eccellente ciò che deve fare e come lo deve fare. Il suo spirito di sacrificio è fenomenale, credo che abbia ancora margini di miglioramento. Ha segnato due gol importanti nelle ultime gare, sta capendo meglio anche come giocare in area avversaria. Sta diventando un giocatore completo“.

Leggi anche -> Olympiacos-Arsenal 1-3, blitz dei Gunners: cronaca e tabellino del match

Arteta ha già fatto capire che c’è ancora da chiudere la pratica Olympiacos. Nonostante i due gol di vantaggio ottenuti in trasferta, il manager dell’Arsenal non si fida della voglia di rimonta degli ellenici: “Abbiamo già visto che hanno vinto diverse partite negli ultimi minuti in questa stagione, significa che c’è una grande forza di volontà e ci credono tanto. Sarà difficile domani sera per noi, dovremo fare del nostro meglio per riuscire a portare a casa la partita e la qualificazione. C’è ancora tanto da giocare, non c’è assolutamente niente di deciso ancora“.

Leggi anche -> Premier League, 28a giornata: in alto vincono tutte. Risultati e classifica

Infine c’è da parlare dello spauracchio in casa Olympiacos, ovvero Youssef El Arabi. L’attaccante marocchino ha segnato il gol della beffa un anno fa, oltre a quello del momentaneo 1-1 allo stadio Karaiskakis all’andata. Arteta ne parla così: “È vero, ha segnato due gol e ha creato tante occasioni quando ha giocato contro di noi. È un attaccante molto pericoloso che trova bene gli spazi giusti nell’area avversaria. Si muove in maniera molto intelligente e dovremo stare attenti a lui domani sera“.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here