Olympiacos, Martins: “Ci proveremo, tutto è possibile”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:54
0

Il tecnico dell’Olympiacos parla della gara di ritorno da giocare sul campo dell’Emirates Stadium. Pedro Martins perde per infortunio un paio di elementi importanti e cerca l’impresa. Parla El Arabi: “Dobbiamo credere in noi stessi”.

martins olympiacos
La carica di Pedro Martins – meteoweek.com (photo by Getty Images)

L’Olympiacos ha bisogno di una vera e propria impresa, ancor più difficile di quella messa a segno un anno fa. La formazione ellenica si trova in una situazione abbastanza simile a quella della stagione scorsa. L’avversario è lo stesso, ovvero l’Arsenal, così come è uguale lo scenario dell’Europa League che c’è da affrontare. E proprio come nell’ultimo incrocio, i Gunners si presentano sul proprio campo forti del vantaggio ottenuto all’andata. Ma se nel 2020 gli inglesi vinsero per 1-0, questa volta si riparte dal 3-1. È quindi molto complicato per l’Olympiacos tentare la stessa rimonta dello scorso anno.

Pedro Martins, in conferenza stampa, ha fatto capire che non sarà facile riuscire in un clamoroso bis. In ogni caso, la formazione del Pireo darà tutto prima di uscire dal campo: “Abbiamo avuto tante gare difficili quest’anno, ora siamo ben preparati sul piano fisico e mentale. Siamo qui per dare tutto, come abbiamo sempre fatto. Con la stessa mentalità di sempre. Ovviamente le cose non stanno andando in nostro favore, ma già l’anno scorso tutti ci davano per sconfitti dopo la gara di andata. In quella occasione ci abbiamo creduto, ci abbiamo provato e ci siamo riusciti. Quest’anno le cose sono più difficili perchè dobbiamo segnare 3 gol, ma tutto è possibile“.

Con questo atteggiamento l’Olympiacos scenderà sul campo dell’Emirates per tentare una vera e propria impresa. Ma non mancano i problemi, soprattutto dal punto di vista della profondità di organico: “Semedo, Avraam, Hassan e Mathieu non sono in condizione per giocare – svela Martins – . Vrousai invece si aggregherà al gruppo, con Ba che è a disposizione. La nostra mentalità non cambierà, sappiamo che veniamo da una partita di andata molto difficile ma nel calcio tutto può succedere. Andremo in Inghilterra con una mentalità positiva, cercando di attaccare fin dall’inizio per onorare i nostri colori“.

Leggi anche -> Arsenal, Arteta: “Non è ancora finita, giochiamocela”

Martins, in ogni caso, non intende fare paragoni tra l’impresa centrata un anno fa e la partita di domani. Anche perchè tutta la Grecia – più o meno – farà il tifo per la squadra del Pireo: “Ne abbiamo già parlato, ci proveremo ancora. Le cose dovranno cambiare, stiamo pur sempre parlando dell’Olympiacos. Naturalmente giocheremo per l’orgoglio nazionale, per noi è importante tanto quanto riuscire a portare avanti la nostra squadra. In ogni caso, il nostro principale obiettivo per domani è battere l’Arsenal“.

Olympiacos, parla El Arabi

Si è presentato in conferenza stampa anche El Arabi. L’attaccante ha segnato il gol della storia un anno fa, ma anche l’unica rete dell’Olympiacos all’andata. Queste le sue impressioni alla vigilia dell’ennesima gara all’Emirates Stadium: “Dobbiamo credere in noi stessi e lottare fino alla fine se vogliamo provare a farcela. L’obiettivo è quello di segnare prima dell’intervallo per inseguire l’obiettivo fino al 90° o anche ai tempi supplementari. L’anno scorso siamo stati fortunati e alla fine siamo stati noi a festeggiare. Spero che succederà anche quest’anno“.

Leggi anche -> Olympiacos-Arsenal 1-3, blitz dei Gunners: cronaca e tabellino del match

Naturalmente, negli occhi di tutti c’è ancora l’impresa del 2020. L’Olympiacos ci proverà, El Arabi ci mette la mano sul fuoco e darà il massimo per trascinare la sua squadra: “Io lavoro duramente ogni giorno, è importante allenarsi bene, specialmente per un attaccante. Il mio obiettivo è aiutare la squadra, credo di esserci riuscito finora e questo mi rende felice. Voglio contribuire il più possibile a fare tanti gol per la squadra, per il bene dei miei compagni. I tifosi vorrebbero che noi tentassimo un’altra impresa, a loro prometto che ci proveremo fino alla fine“.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here