Dinamo Zagabria-Tottenham 3-0 d.t.s.: Orsic conquista l’impresa, croati ai quarti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:28
0

La Dinamo Zagabria ha ospitato il Tottenham nella gara di ritorno degli ottavi di finale di Europa League. Allo Stadio Maskimir si è ripartiti dal 2-0 a favore degli Spurs dell’andata. I croati, grazie ad una tripletta di Orsic, sono riusciti a rimontare e a ottenere il pass per i quarti.

dinamo zagabria tottenham
La doppietta di Harry Kane nella gara di andata non è bastata al Tottenham per conquistare il pass per i quarti di finale di Europa League (Photo by Julian Finney/Getty Images)

Dinamo Zagabria-Tottenham | La diretta

L’incubo di José Mourinho è divenuto realtà nei tempi regolamentari della gara di ritorno degli ottavi di finale di Europa League tra Dinamo Zagabria Tottenham. Gli Spurs, nonostante le numerose occasioni, non sono infatti riusciti a blindare il risultato di 2-0 messo a segno nel match di andata grazie a una doppietta di Kane. Proprio quest’ultimo, insieme al compagno Lucas, ha sfiorato il gol che avrebbe portato i suoi ai quarti, ma ciò non è accaduto. Al contrario i padroni di casa hanno saputo cogliere le occasioni, realizzando due reti e riportando il risultato sull’equilibrio. Provvidenziale una doppietta di Orsic. L’attaccante al 62′ ha tirato una botta di potenza, spedendo il pallone all’incrocio dei pali, e all’83’ ha raddoppiato con un tiro forte al centro. Si va dunque a oltranza. Anche ai supplementari, tuttavia, non è arrivata la reazione degli ospiti. È dunque ancora Orsic a deciderla, mettendo a segno il gol del tris al 106′. Una magia dal limite, imparabile per Lloris. Il sogno si realizza. La compagine di Damir Krznar vola a sorpresa ai quarti di finale di Europa League.

Il tabellino

DINAMO ZAGABRIA (4-3-3): Livakovic; Ristovski (90′ Stojanovic), Lauritsen, Théophile-Catherine, Franjic (81′ Leovac); Majer (82′ Gavranovic), Jakic (75′ Atiemwen), Ademi (118′ Peric); Ivanusec, Petkovic (90′ Misic), Orsic. A disposizione: Burton, Cabraja, Josipovic, Kastrati, Tolic, Zagorac. All.: Krznar

TOTTENHAM (4-2-3-1): Lloris; Aurier (107′ Bergwijn), Sanchez, Dier, Davies (91′ Reguilon); Sissoko, Winks (68′ Ndombele); Lamela (60′ Bale), Alli (68′ Lo Celso), Lucas Moura (85′ Carlos Vinicius); Kane. A disposizione: Alderweireld, Doherty, Hart, Lavinier, Scarlett, Tanganga. All.: Mourinho

ARBITRO: Massa

Marcatori: 62′, 83′, 106′ Orsic

Ammoniti: Lamela (T), Jakic (D), Lauritsen (D), Stojanovic (D)

Espulsi: //

Le formazioni ufficiali

DINAMO ZAGABRIA (4-3-3): Livakovic; Ristovski, Lauritsen, Théophile-Catherine, Franjic; Majer, Jakic, Ademi; Ivanusec, Petkovic, Orsic.

TOTTENHAM (4-2-3-1): Lloris; Aurier, Sanchez, Dier, Davies; Sissoko, Winks; Lamela, Alli, Lucas Moura; Kane.

La presentazione di Dinamo Zagabria-Tottenham

La resa dei conti tra Dinamo Zagabria Tottenham è in programma quest’oggi. Allo Stadio Maksimir, a partire dalle 18.55, andrà in scena la gara di ritorno degli ottavi di finale di Europa League. I padroni di casa dovranno rincorrere gli avverarsi, che nel match di andata hanno trionfato tra le mura amiche per 2-0 grazie ad una doppietta realizzata da Kane. I croati, tuttavia, in questa settimana hanno avuto anche parecchi altri problemi con cui fare i conti. L’allenatore Zoran Mamic si è dimesso dalla carica di plenipotenziario (allenatore e presidente) dopo che la corte suprema ha confermato la sua condanna a quattro anni e otto mesi di carcere per frode. In panchina, dunque, ci sarà il suo vice Damir Krznar. La voglia di spazzare via le questioni extra-campo e rilanciarsi è per cui tanta. Gli inglesi, da parte loro, sono reduci invece dalla sconfitta in campionato contro l’Arsenal. La squadra di José Mourinho non vuole più sbagliare.

Le probabili formazioni

Mister Damir Krznar non dovrebbe cambiare molto rispetto alle scelte fatte dal suo predecessore nelle scorse gare. Il tecnico confermerà infatti il 4-4-2. Gli unici indisponibili sono gli infortunati Gvardiol e Moharrami. In difesa, davanti al capitano Livakovic, si posizioneranno in mezzo Lauritse e Theophile-Catherine, mentre ai lati Ristovski Leovac. A centrocampo confermate le presenze di Ademi Jakic in mezzo, con Ivanusec Majer sulle fasce. In attacco ad affiancare Orsic, autore di una doppietta nell’ultimo turno di campionato, dovrebbe essere ancora Petkovic.

DINAMO ZAGABRIA (4-4-2): Livakovic; Ristovski, Lauritsen, Theophile-Catherine, Leovac; Majer, Jakic, Ademi, Ivanusec; Orsic, Petkovic.

Mister José Mourinho dovrà invece fare i conti con l’assenza di Son, che si è infortunato nel corso dell’ultimo impegno di campionato contro l’Arsenal. Assente per squalifica, invece, Hojbjerg. L’allenatore in compenso ritrova Lo Celso, che però è reduce da una lunga assenza e con ogni probabilità partirà dalla panchina. Davanti a Lloris, nella linea a quattro di difesa, in mezzo dovrebbero esserci ancora Sanchez Dier, entrambi diffidati, mentre ai lati Doherty dovrebbe sostituire Auririer. Confermato, invece, Davies. In mediana verrà riproposto il duo composto da Sissoko Ndombele. Dietro a Kane, a cui non sarà concesso riposo, ci saranno invece LamelaAlli Bergwijn, quest’ultimo chiamato a sostituire Son

TOTTENHAM (4-2-3-1): Lloris; Doherty, Sanchez, Dier, Davies; Sissoko, Winks; Lamela, Alli, Bergwijn; Vinicius.

Leggi anche -> Dinamo Zagabria-Tottenham: le conferenze pre-gara di Krznar e Mourinho

Precedenti e curiosità

Dinamo Zagabria Tottenham, prima della gara di andata della edizione in corso di Europa League, si erano incontrate soltanto in un’altra occasione. Era la Coppa Uefa dell’annata 2008/09 e, anche in quel caso, a trionfare tra le mura amiche furono gli Spurs, i quali vinsero la fase a gironi nel gruppo D e passarono al turno successivo. Il risultato fu un netto 4-0. Il bilancio è dunque di due sconfitte su due per i croati. La squadra di Damir Krznar deve sfatare un tabù.

Il risultato della gara di andata, tuttavia, non è insormontabile. La Dinamo Zagabria, d’altronde, è rimasta imbattuta in 15 delle ultime 16 partite casalinghe europee. L’unica sconfitta è stata con un’altra squadra inglese: il Manchester City. Nulla, dunque, è ancora deciso, anche se l’avversario è ostico. I croati hanno da parte loro ampiamente dimostrato le qualità che hanno in campionato, dove hanno vinto cinque delle sei ultime partite a rete inviolata. La storia dell’Europa League, ad ogni modo, sorride al Tottenham. Gli Spurs hanno passato il turno in 18 dei 20 precedenti turni europei in cui hanno vinto la gara di andata tra le mura amiche. Quel che appare certo è che l’esito del doppio confronto verrà deciso entro l’ora di gioco. Gli inglesi, infatti, in genere segnano sempre entro il 70′ ed il loro obiettivo sarà proprio quello di chiudere il match il prima possibile.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here