Molde-Granada 2-1: sintesi, tabellino e highlights

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:45
0

Ritorno degli ottavi di finale di Europa League sul campo neutro di Budapest. Molde e Granada si giocano l’accesso ai quarti di finale, si parte dal 2-0 per gli spagnoli maturato nell’andata. Sconfitta ininfluente per gli spagnoli che conquistano una storica qualificazione.

Ritorno degli ottavi di finale Europa League (Photo by Fran Santiago_Getty Images)

Una gara per entrare nella storia. Molde-Granada vale l’accesso ai quarti di finale di Europa League, si parte dal 2-0 dell’andata in terra spagnola. Norvegesi a caccia della partita perfetta, iberici forti del doppio vantaggio maturato in casa. Un percorso al di là delle aspettative per entrambe le formazioni nella competizione continentale che vogliono prolungare la propria favola. Si gioca sul campo neutro di Budapest, alla Puskas Arena, fischio d’inizio alle ore 18:55. Arbitro della gara sarà il russo Jovanovic. Partita dall’avvio scoppiettante, con gli spagnoli che controllano la prima parte di gara, fino al marchiano autogol di Vallejo, il terzino infila il proprio portiere alla mezz’ora. 1-0 Molde a fine primo tempo. Nella ripresa ci pensa Soldado a pareggiare i conti, entra al 64° e dopo 7 minuti con una zuccata segna una rete pesantissima. Sigla il calcio di rigore ininfluente ai fini della qualificazione Hestad per i norvegesi al 90°. Il Granada conquista i quarti di finale di Europa League. Norvegesi che lasciano la competizione a testa alta, oltre ogni aspettativa.

Tabellino | Molde-Granada 2-1

MOLDE: Linde; Pedersen, Bjornbak (46° Sinyan), Gregersen, Risa; Breivik, Aursnes, Wolff Eikrem; Hestad, Sigurdarsson, Ulland Andersen.

GRANADA: Rui Silva; Vallejo, Domingos Duarte, German, Victor Diaz; Montoro, Gonalons; Antonio Puertas, Herrera, Kenedy; Molina (64°Soldado).

Marcatori: 29°Vallejo (aut.), 72°Soldado, 90°Hestad (rig.)

Ammonizioni: 7°Diaz

Formazioni ufficiali

MOLDE (4-3-3): Linde; Pedersen, Bjornbak, Gregersen, Risa; Breivik, Aursnes, Wolff Eikrem; Hestad, Sigurdarsson, Ulland Andersen.

GRANADA (4-2-3-1):Rui Silva; Vallejo, Domingos Duarte, German, Victor Diaz; Montoro, Gonalons; Antonio Puertas, Herrera, Kenedy; Molina.

 

LEGGI ANCHE-> Molde-Granada, le dichiarazioni della vigilia

LEGGI ANCHE-> Dinamo Zagabria-Tottenham: le conferenze pre-gara di Krznar e Mourinho

Probabili formazioni

Molde:  4-2-3-1 per i padroni di casa che devono fare un’impresa per passare il turno. Moe sceglie Sigurdarson comune unica punta, sostenuto da Knudtzon, Eikrem e Andersen. Linde sarà il portiere titolare. Anche Bolly giocherà dal 1° in mezzo al campo.

MOLDE (4-2-3-1): Linde; Pedersen, Gregersen, Sinyan, Haugen; Aursnes, Ellingsen; Knudtzon, Eikrem, Andersen; Sigurdarson.

Granada:  Martinez schiererà un 4-2-3-1 uguale a quello degli avversari. Molina giocherà come unica punta. Al centro della difesa ci saranno Duarte e Sanchez. A fare da muro davanti ai difensori il duo Eteki ed Herrera.

GRANADA (4-2-3-1): Silva; Foulquier, Duarte, Sanchez, Diaz; Eteki, Herrera; Kenedy, Quina, Puertas; Molina.

LEGGI ANCHE-> Rangers-Slavia Praga: probabili formazioni, precedenti e curiosità

Precedenti e curiosità

Unico precedente tra le due formazioni è quello della gara di andata che ha visto prevalere il Granada per 2-0, risultato maturato in Spagna in favore dei padroni di casa grazie alle reti diMolina e Soldado. Le due squadre possono contare su calciatori che in questa edizione dell’Europa League si stanno distinguendo per numeri altissimi in alcune specialità, a volte positivamente a volte meno come nel caso di Omoijuanfo, attaccante dei norvegesi, secondo dietro a Nketiah dell’Arsenal per chiare occasioni da gol sbagliate (5 contro 6 dell’inglese) o come il poco invidiabile record di Herrera del Granada che è il giocatore ad aver commesso più falli (22). Il venezuelano però dalla sua può fregiarsi del titolo di re del gioco aereo, fondamentale in cui è oggettivamente fortissimo, grazie a numeri maggiori rispetto ai colleghi per duelli aerei fatti (58) e per quelli vinti (33). C’è poi il caso della velocissima ala degli spagnoli Darwin Machis, altro venezuelano dei biancorossi ed ex Serie A nell’Udinese, che oltre ad essere il calciatore che ha tirato più in porta (28) è anche quello a cui sono state respinte più conclusioni (13) primeggiando quindi in due classifiche. Se tra gli spagnoli c’è il giocatore che calcia più in porta dell’intera competizione, nel Molde c’è quello che quando tira non perdona, ovvero Eirik Ulland Andersen autore di 3 gol in soli 262 minuti giocati ma soprattutto frutto di solamente 3 conclusioni a rete che fanno un 100% di realizzazione davvero invidiabile.

LEGGI ANCHE->Schalke 04 in crisi, si pensa già alla prossima stagione: il nuovo acquisto

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here