Empoli-Entella 1-0: Casale regala la vittoria ai suoi. Tabellino e classifica

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:05
0

Empoli e Virtus Entella si sono sfidate nel testa-coda valido per la 30a giornata di Serie B. Allo Stadio Carlo Castellani la gara è iniziata alle 14.00. Al 37’ padroni di casa avanti con Casale. È proprio il gol del difensore che ha regalato una vittoria di misura agli azzurri.

empoli entella
Nedim Bajrami è stato uno dei protagonisti del match tra Empoli e Virtus Entella (Photo/Getty Images)

Empoli-Virtus Entella 1-0 | La cronaca

La gara dello Stadio Carlo Castellani è regolarmente iniziata alle 14.00. L’Empoli parte subito carico. Il tecnico Alessio Dionisi ha disegnato una squadra piuttosto diversa da quella dei precedenti turni, con il cambio dei terzini. A centrocampo, invece, riposa Haas, sostituito da Crociata. Intuizioni vincenti dell’allenatore. La squadra, infatti, si mostra immediatamente capace di organizzare un bel gioco e impensierire gli avversari. A soli quattro minuti dal fischio di inizio gli azzurri passano in vantaggio con Mancuso, che però ha controllato con un braccio. Si resta dunque sul risultato di 0-0. Il punteggio si sblocca invece al 37′, dopo un assedio dei toscani, grazie a Casale. Su un cross di Sabelli aggancia La Mantia che spinge in rete, ma il portiere avversario respinge. Il difensore si trova nel posto giusto al momento giusto e non sbaglia.

Nella ripresa prosegue la marcia della squadra di Alessio Dionisi, che spinge con tutte le sue forze. La Mantia sfiora più volte il gol, senza però trovarlo. L’Empoli, nonostante le numerose occasioni, non riesce chiuderla. La porta sembra stregata. La Virtus Entella cerca di riorganizzarsi per provare quantomeno ad andare al tiro, ma nulla da fare. I numerosi cambi effettuati dal tecnico Vincenzo Vivarini non portano all’obiettivo. I padroni di casa ottengono una vittoria di misura, che vale tanto in relazione alla corsa alla promozione. Restano in fondo alla classifica, invece, i liguri.

Il tabellino

EMPOLI (4-3-1-2) : Brignoli; Sabelli, Romagnoli, Casale, Terzic; Ricci, Stulac (85′ Damiani), Crociata (68′ Zurkowski); Bajrami (77′ Matos) ; Mancuso (85′ Olivieri) La Mantia (68′ Moreo). A disposizione: Furlan, Pirrello, Nikolaou, Fiamozzi, Parisi, Cambiaso, Haas. Allenatore: Alessio Dionisi

VIRTUS ENTELLA (4-3-1-2) : Borra; Coppolaro (73′ De Col) Pellizzer, Poli, Pavic; Koutsoupias (40′ Mazzocco, 86′ Mancosu), Paolucci (73′ Brescianini) Dragomir; Schenetti; Brunori (73′ De Luca) Capello. A disposizione: Paroni, Cleur, Chiosa, Marcucci, Cardoselli, Morosini, Rodriguez. Allenatore: Vincenzo Vivarini

ARBITRO: Sig. Marchetti di Roma. Assistenti: Colarossi/Di Monte

Marcatori: 37′ Casale

Ammoniti: 35′ Koutsoupias (VE), 58′ Pavic (VE), 96′ Matos (E)

Espulsi: //


Leggi le dichiarazioni rilasciate nel post-gara:


La classifica

L’Empoli conquista tre punti fondamentali per continuare la sua corsa verso la promozione in Serie A, blindando la vetta dalle insidie delle dirette contendenti. La Virtus Entella, invece, resta sempre più giù.

Le formazioni ufficiali

EMPOLI (4-3-1-2): Brignoli; Sabelli, Romagnoli, Casale, Terzic; Crociata, Stulac, Ricci; Bajrami; La Mantia, Mancuso. All.: Dionisi

VIRTUS ENTELLA (4-3-1-2): Borra; Coppolaro, Pellizzer, Poli, Pavic; Dragomir, Paolucci, Koutsoupias; Schenetti; Capello, Brunori. All.: Vivarini

La presentazione di Empoli-Virtus Entella

Un vero e proprio testa-coda nella trentesima giornata del campionato di Serie B. La capolista Empoli infatti ospiterà allo Stadio Carlo Castellani la Virtus Entella, ultima in classifica. La gara sembra già scritta, ma nessuno vuole darsi per vinto né sottovalutare gli avversari. La squadra di Alessio Dionisi, infatti, è alla ricerca della terza vittoria consecutiva — dopo quelle conquistate contro Vicenza e Pordenone — e non intende commettere errori che potrebbero ridurre il gap sulla seconda, il Monza. I biancocelesti, invece, non vincono da ben dieci turni. Nello scorso turno, in particolare, è arrivato il ko contro la Cremonese, al termine di una striscia di quattro pareggi. Gli uomini di Vincenzo Vivarini, nonostante il momento sia critico, non possono e non devono mollare. È per questa ragione che tenteranno di dare il massimo, anche contro l’avversario più ostico della stagione.

Le probabili formazioni

Mister Alessio Dionisi non vuole sentire parlare di turnover. Allo Stadio Carlo Castellani, contro il fanalino di coda di Serie B, scenderanno in campo i migliori. Il tecnico dei toscani riproporrà dunque il consueto 4-3-1-2 con sostanzialmente poche variazioni rispetto alle scorse giornate. La linea di difesa, davanti a Brignoli, dovrebbe essere ancora una volta composta da Romagnoli Casale al centro e Fiamozzi Parisi ai lati. Da valutare le condiizoni di Nikolaou, che potrebbe tornare in campo a gara in corso. Qualche cambiamento tra i titolari, invece, si potrebbe vedere a centrocampo. In mezzo dovrebbe esserci il solito Stulac. Anche Haas potrebbe non ottenere riposo. Dall’altro lato, invece, l’allenatore azzurro potrebbe scegliere Ricci per dare il cambio a Zurkowski. I due fanno spesso staffetta. Nessun turno di riposo anche per l’instancabile Bajrami, che si posizionerà sulla trequarti. Davanti potrebbe invece tornare La Mantia al fianco di bomber Mancuso.

EMPOLI (4-3-1-2): Brignoli; Fiamozzi, Casale, Romagnoli, Parisi; Ricci, Stulac, Haas; Bajrami; Mancuso, La Mantia. All.: Dionisi

Leggi anche -> Empoli, Dionisi: “Non guardo la classifica, cerchiamo continuità”

Mister Vincenzo Vivarini dovrà senza dubbio schierare i migliori uomini che ha a disposizione per provare a tendere delle insidie alla capolista. Davanti a Borra, nella linea a quattro di difesa, potrebbe rivedersi De Col. Nelle ultime gare in cui il terzino è sceso in campo, infatti, la Virtus Entella non ha subito gol. Sulla fascia opposta, invece, potrebbe esserci Pavis. In mezzo confermata la coppia composta da Chiosa Pellizzer. A centrocampo l’allenatore dei liguri dovrebbe proporre ancora Koutsoupias, che però dovrà stare attento poiché diffidato, e Paolucci. Entrambi nello scorso turno hanno lasciato il campo anzitempo. A completare il reparto potrebbe essere Brescianini. Al centro del tridente ci sarà ancora Schenetti, con Capello Mancosu.

VIRTUS ENTELLA (4-3-3): Borra; De Col, Pellizzer, Chiosa, Pavic; Brescianini, Paolucci, Koutsoupias; Schenetti; Brunori, Capello. All.: Vivarini

Leggi anche -> Entella, Vivarini: “Matematica non ci condanna, a Empoli per fare risultato”

Precedenti e curiosità

Empoli e Virtus Entella, nella loro storia, si sono incontrate altre nove volte: quattro nel girone B di Serie C e cinque in Serie B. Il bilancio è a favore dei toscani, che hanno conquistato 5 successi a fronte di 3 ko e 1 pari. La prima gara in terza categoria tra le due compagini terminò con le reti inviolate: si tratta dell’unico risultato di parità tra tutti i confronti. Se si guarda soltanto alle sfide in cadetteria, invece, il bilancio è sostanzialmente più equilibrato, con 3 vittorie degli azzurri e 2 trionfi dei liguri. La classifica, tuttavia, in questa stagione dà poche speranze alla squadra di Vincenzo Vivarini.

La compagine biancoceleste dovrà stare molto attenta alla fase difensiva. L’Empoli è infatti imbattuto da 23 giornate di campionato: 10 le vittorie azzurre, 13 i pareggi, con ultimo k.o. (ed unico nella stagione in corso) a Venezia, 0-2 lo scorso 1 novembre. I toscani segnano da 16 partite ufficiali di fila, con un totale di 31 marcature. Molte di queste sono arrivate da giocatori subentrati. Gli azzurri, inoltre, non hanno mai perso in casa in questa annata. La Virtus Entella, al contrario, ha subito ben 19 dei suoi 46 gol nei primi 15’ della ripresa, dove è decisamente la squadra più distratta del torneo. I liguri non vincono da dieci turni e non segnano da 366’.

Allo Stadio Carlo Castellani andrà in scena un testa-coda su tutti i fronti: prima contro ultima nella classifica generale (56 punti contro 21); squadra plurivittoriosa (14 volte) contro quella che vince di meno (4, come il Cosenza);  meno sconfitte (1 gli azzurri) contro seconda squadra che perde di più (16 volte i liguri, come il Pescara, peggio a 17 solo la Reggiana); seconda difesa bunker del torneo (24 reti subite dai toscani) contro una delle 3 più perforate (46 reti al passivo l’Entella, come Reggiana e Pescara).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here