Verstappen: “La Mercedes fa pretattica, ma dominerà”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:38
0

Il pilota della Red Bull vuole togliersi di dosso le pressioni derivate dai test in Bahrain. Secondo Verstappen è ancora presto per stabilire una gerarchia nel mondiale che inizierà domenica prossima.

verstappen
Max Verstappen non si lascia condizionare – meteoweek.com (photo by Getty Images)

Le prime carte sono state scoperte nella Formula 1 che tornerà a viaggiare in giro per il mondo a partire da domenica prossima. Tra sette giorni si correrà infatti il Gran Premio del Bahrain, prima tappa di un Mondiale ancora una volta condizionato dalla diffusione del Covid-19. Ma se l’anno scorso c’è stato un problema decisamente più grave, che ha costretto il Circus ad aprire i battenti con oltre tre mesi di ritardo, questa volta c’è stato tempo e modo per organizzarsi al meglio. Ma tornando alla pista, si è vista subito una Red Bull assai performante tra le mani di Max Verstappen.

L’olandese è stato forse il migliore nei test di Sakhir, sia nel giro secco che nel passo gara. In un’intervista rilasciata per Ziggo Sport e tradotta dai colleghi di Motorsport Italia, però, Verstappen ribadisce che sia ancora la Mercedes la monoposto da battere. “Dai dati si può capire cosa stanno facendo – sostiene Max – . Hanno ottenuto il giro più veloce con una mappatura conservativa, poi hanno fatto due giri a ritmo più calmo per poi tornare a girare mezzo secondo più veloci aumentando daccapo la potenza del motore. Senza dubbio sono competitivi”.

Dalle analisi dei dati raccolti in pista, Verstappen passa ad assestare una frecciata piuttosto secca alla scuderia tedesca. “Adesso che le cose per loro sono state un po’ più complicate – punzecchia Max – cercano di indicare noi come favoriti e poi torneranno daccapo al vertice. È geniale!”. Secondo il numero 33 della griglia, questa sarebbe una strategia assai usuale in casa Mercedes: “Hanno fatto lo stesso in alcune gare lo scorso anno quando dicevano che la Red Bull al venerdì sembrava molto forte e poi tornavano improvvisamente a dominare”.

Leggi anche -> Domenicali: “La Formula 1 lancia grandi messaggi”

Dunque Max Verstappen sostiene di essere uno dei pretendenti per un Mondiale che, però, pende ancora dalla parte delle frecce d’argento. E ribadisce ancora una volta che i tedeschi stiano facendo una evidente pretattica, per poi rimettersi a dominare come di consueto. “Non mi vedo affatto come il favorito – ribadisce il pilota olandese – . Se negli ultimi sette anni hai avuto la miglior monoposto sulla griglia, anche se adesso hai un fondo che non funziona, non vuol dire che non sei ancora forte. La Mercedes è ancora la favorita. È normale che siano i favoriti, no?”.

Leggi anche -> Ferrari, Charles Leclerc: “Non credo che lotteremo per il titolo”

Il pilota di punta della Red Bull, dunque, prova a restituire il ‘favore’ a quelli che saranno i rivali per la prossima stagione. Ovvero cerca di gettare una pressione che, a differenza di quella subita, è legata ai numeri e ai fatti. Si prevede dunque un’altra annata dominata dalla Mercedes, almeno secondo Max: “Per sette anni di fila hanno vinto tutto. Io sono contento di come sono andati i test e dell’equilibrio della nostra vettura, ma non ho idea se questo sia abbastanza. Lo scopriremo nella Q3”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here