Atalanta, Gosens a tuttocampo: “Ronaldo mi ha detto NO, volevo lo Schalke 04”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:10
0

Mancano ormai pochi giorni all’uscita del libro “Vale la pena sognare?”. Sono però già uscite alcune indiscrezioni che vedono coinvolto l’autore, Robin Gosens, con Cristiano Ronaldo e lo Schalke 04. Ecco che cosa è successo.

Atalanta, il terzino sinistro Robin Gosens festeggia il suo gol al Torino. Serie A, 6 febbraio 2021 (foto di Emilio Andreoli/Getty Images).
Atalanta, il terzino sinistro Robin Gosens festeggia il suo gol al Torino. Serie A, 6 febbraio 2021 (foto di Emilio Andreoli/Getty Images).

A pochi giorni dall’uscita ufficiale del primo libro del numero 8 dell’Atlanta, dal titolo “Vale la pena sognare?“, sono filtrate alcune indiscrezioni riguardo il contenuto. In particolare, sono stati rivelati due aneddoti che coinvolgono Gosens con lo Shalke 04 e Ronaldo e risalgono a non più di due anni fa.

Robin Gosens, la copertina della sua autobiografia in lingua tedesca
Robin Gosens, la copertina della sua autobiografia in lingua tedesca

Gosens: “Che imbarazzo quando Ronaldo ha detto NO”

Gosens racconta nel suo libro di aver sempre ammirato Ronaldo. Dopo la vittoria 3-0 in Coppa Italia nel 2019, pensò di realizzare il sogno di scambiare la sua maglietta con lui. Il tedesco racconta: “Come si usa di solito fare, dopo il triplice fischio finale sono andato subito da lui. Non sono nemmeno andato dal pubblico per festeggiare…“.

L’esito non è stato però positivo. Gosens prosegue: “Ronaldo non ha accettato. Gli ho chiesto: ‘Cristiano, posso avere la tua maglietta?’. Lui non mi ha nemmeno guardato e ha detto solo: ‘No!“. Gosens ha confermato che, oltre alla delusione ricevuta da CR7, questo è stato per lui uno dei momenti più imbarazzanti.

Gosens ed il sogno dello Schalke 04: ecco perchè non si è realizzato

Nel libro di Gosens, oltre all’aneddoto su Ronaldo, viene rivelato un retroscena di calciomercato che coinvolge la sua squadra del cuore, cioè lo Schalke 04. Il numero 8 dell’Atalanta non ha mai nascosto che a Bergamo si trova benissimo, ma il suo sogno rimane giocare con un club della Bundesliga.

Come rivelato da goal.com, Gosens racconta quanto successo a fine stagione 2019/20: “Sapevo esattamente quello che volevo. Andare allo Schalke non solo avrebbe realizzato il mio sogno di giocare in Bundesliga, ma avrei anche militato nel club del mio cuore e, soprattutto, sarei tornato a vivere in Germania“.


Leggi anche:

Durante i festeggiamenti per la qualificazione in Champions, Gosens ricevette questo messaggio dall’ex direttore tecnico dello Schalke: “Ciao Robin, saresti interessato all’argomento S04? David Wagner contatterebbe il tuo agente lunedì. Buone celebrazioni! Michael Reschke“. Inutile dire che il giocatore aveva già trovato l’accordo verbale col club.

Anche qui arriva una delusione per Gosens, che forse non aveva preventivato il rifiuto all’operazione da parte della famiglia Percassi: “Ero incredibilmente felice. Le condizioni erano perfette, ma purtroppo non è cambiato assolutamente nulla. L’Atalanta non mi ha voluto lasciare andare in nessuna circostanza“.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Atalanta B.C. (@atalantabc)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here