Porto-Chelsea 0-2: i Blues puntano la semifinale. Il tabellino

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:57
0

Porto e Chelsea si sono affrontate quest’oggi in occasione della gara di andata dei quarti di finale di Champions League. Ad avere la meglio sono stati i Blues grazie alle reti di Mount, alla mezz’ora, e Chilwell, nel finale. I portoghesi saranno costretti a rincorrere nel match di ritorno

porto chelsea
Pepe sarà uno dei protagonisti del match in programma questa sera (Photo by Silvio Avila/Getty Images)

Porto-Chelsea 0-2 | La cronaca

La gara di andata dei quarti di finale di Champions League allo Stadio Ramon Sanchez Pizjuan di Siviglia tra Porto Chelsea si è concluso sul risultato di 0-2. Gli uomini di Thomas Tuchel hanno avuto la meglio nonostante le numerose occasioni degli avversari. I Blues hanno sbloccato il risultato alla mezz’ora grazie a Mount, il quale ha sfruttato un assist di Jorginho per mettere il pallone all’angolino. La compagine di Sergio Conceicao cerca di reagire prima con Corona, poi con Pepe. I tentativi tuttavia non si concretizzano. La ripresa procede sullo stesso ritmo. I portoghesi sono alla disperata ricerca del pari, mentre gli inglesi difendono il vantaggio e attendono una ripartenza favorevole. Nel finale gli ospiti tornano a brillare. Prima Pulisic colpisce una traversa, poi arriva il gol del raddoppio. A firmarlo.è Chilwell approfittando di un brutto errore della difesa avversaria. Il difensore non sbaglia e punisce i padroni di casa. Risultato finale 0-2. Il Porto sarà costretto a rincorrere nel match di ritorno.

Il tabellino

PORTO (4-4-2): Marchesín; Manafá (37’st Conceicao), Pepe, Mbemba, Zaidu Sanusi; Otavio(37’st Fabio Vieira) , Uribe, Grujic, Jesús Corona; Marega (37’st Toni Martienz), Luis Diaz. A disposizione: Claudio Ramos, Sarr, Leite, Nanu, Loum, Barò, Felipe Anderson, Evanilson, Joao Mario.Allenatore: Sergio Conceicao

CHELSEA (3-4-2-1): Mendy; Azpilicueta, Christensen, Rüdiger; R. James (35’st Thiago Silva), Kovacic(45′ 1’st Emerson), Jorginho, Chilwell; Mount (35’st Kantè), Havertz(20’st Giroud); Werner (20’st Pulisic). A disposizione: Kepa, Caballero, Marcos Alonso, Zouma, Ziyech,  Abraham, Hudson-Odoi. Allenatore: Thomas Tuchel

RETI: 32’pt Mount, 39’st Chilwell

AMMONIZIONI: Mbemba, Grujic

ESPULSIONI: //

RECUPERO: 3’st

STADIO: Sanchez Pizjuan

Le formazioni ufficiali

PORTO (4-4-2): Marchesín; Manafá, Pepe, Mbemba, Zaidu Sanusi; Corona, Uribe, Grujic, Otávio; Marega, Luis Diaz.

CHELSEA (3-4-2-1): Mendy; Azpilicueta, Christensen, Rüdiger; James, Jorginho, Kovacic, Chilwell; Havertz, Mount; Werner.

Porto-Chelsea | La presentazione del match

I quarti di finale di Champions League mettono di fronte due squadre che in questa edizione della competizione hanno stupito in molti. Allo Stadio Ramon Sanchez Pizjuan — scelto come sede del doppio confronto in virtù delle misure di restrizione dettate dalla pandemia di Coronavirus in corso — si affronteranno infatti Porto Chelsea. La gara di andata è in programma questa sera a partire dalle 21.00, mentre quella di ritorno è fissata per martedì 13 aprile. I portoghesi arrivano a questa fase da sfavorita, o meglio da piccola contro le grandi. La squadra di Sergio Conceicao tuttavia ha già dimostrato di potere dire la sua eliminando nello scorso turno la Juventus e non intendono mollare proprio adesso. I Blues, da parte loro, hanno battuto senza difficoltà i campioni spagnoli dell’Atletico Madrid e adesso sono pronti a ripetersi, senza sottovalutare l’avversario. Per gli uomini di Thomas Tuchel, d’altronde, in settimana è arrivata la sconfitta in Premier League contro il West Brom, penultimo in classifica. Un risultato che brucia ancora e che ha contribuito a caricare gli inglesi.

Le probabili formazioni

Il tecnico dei portoghesi Sergio Conceicao dovrà fare i conti con diverse assenze, soprattutto in attacco. I due bomber Taremi Oliveira saranno infatti out per squalifica. L’allenatore dovrà dunque ricorrere all’impiego di Marega, che potrebbe essere affiancato da un Luis Diaz avanzato. In alternativa potrebbe esserci spazio anche per uno tra EvanilsonToni Martinez. A centrocampo non dovrebbero esserci grandi problemi invece con Uribe Grujic in mezzo e Otavio Corona sulle fasce. Al centro della difesa, ad affiancare Pepe, dovrebbe essere uno tra Mbemba Diogo Leite, con il primo favorito. A completare il reparto, davanti a Marchesin, ci saranno ai lati Manafà Sanusi.

PORTO (4-4-2): Marchesin; Manafà, Pepe, Mbemba, Sanusi; Corona, Uribe, Grujic, Otavio; Marega, L. Diaz. All. Conceiçao

Leggi anche -> Porto, Conceicao: “Nulla è impossibile, sarà dura ma siamo pronti”

Il tecnico degli inglesi Thomas Tuchel invece non deve fronteggiare particolari assenze. L’allenatore dei Blues avrà ampia scelta per l’undici titolare. Sono stati recuperati infatti Pulisic Kanté, ma nessuno dovrebbe scendere in campo dall’inizio del match. Anche Rudiger e Kepa, protagonisti di una rissa divenuta caso mediatico, sono stati convocati. Il primo dovrebbe essere in campo dal 1′ al centro della difesa, con al fianco uno tra Christensen Thiago Silva. A completare il reparto, davanti a Mendy, ci sarà Azpilicueta. A centrocampo linea a quattro composta da Jorginho Kovacic in mezzo con James Marcos Alonso ai lati. Sulla trequarti spazio a Mount, con Giroud Werner in avanti.

CHELSEA (3-4-1-2): Mendy; Azpilicueta, Rudiger, Thiago Silva; James, Jorginho, Kovacic, Marcos Alonso; Mount; Giroud, Werner. All: Tuchel

Leggi anche -> Chelsea, Tuchel: “Dobbiamo essere umili, ma so che possiamo vincere”

Precedenti e curiosità

Porto Chelsea si sono incontrate nella loro storia in altre otto occasioni, tutte in Champions League. Il bilancio è a favore dei Blues, che hanno vinto in cinque occasioni a fronte di due ko e un pari. L’ultimo incontro risale alla stagione 2015/16, nella fase a gironi, e terminò sul risultato di 2-0 a favore degli inglesi. La compagine di Sergio Conceicao è dunque sfavorita sulla carta, ma cercherà di tendere delle insidie agli avversari. D’altra parte è l’unica squadra non appartenente ai cinque massimi campionati europei rimasta nella competizione. I portoghesi sono in genere pericolosi in attacco: nelle ultime due vittorie casalinghe sono riusciti a segnare nei primi 5′. Questa sera, tuttavia mancheranno i titolatissimi in avanti. I Blues invece hanno dalla loro parte grande esperienza e tanta voglia di riscatto in virtù dell’ultimo turno di campionato.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here