Superlega, la delusione di Ferguson: “Rinnegato il calcio europeo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:58
0

Si unisce anche una leggenda del calcio inglese alle critiche contro la Superlega: Sir Alex Ferguson non è a favore della nuova competizione elitaria.

Ferguson Superlega
Sir Alex Ferguson, ex allenatore del Manchester United [credit: Getty Images]
Il calcio europeo è scosso. La nascita della Superlega sta dividendo le opinioni di tifosi e lavoratori del mondo del calcio. La competizione, che è stata annunciata nella notte, prevede la partecipazione dei top club europei in una competizione che non prevede le retrocessioni o nuovi ingressi. Le maggiori critiche sono state rivolte alla mancanza dei valori fondamentali dello sport e la UEFA ha minacciato i club fondatori con l’esclusione dalle competizioni Nazionali (campionati e coppe).

Tra le reazioni più furiose c’è quella di Gary Neville, che si è scagliato contro i club inglesi ed in particolar modo contro il “suo” Manchester United. Il difensore ha passato una vita con i Red Devils e con il suo allenatore: Sir Alex Ferguson, che ha voluto esprimere la propria opinione nei confronti della Superlega. Di seguito le sue dichiarazioni.

LEGGI ANCHE -> La Super League nasce con il favore delle tenebre: scoppia la guerra nel calcio
LEGGI ANCHE -> Sassuolo, Carnevali: “La Superlega uccide la Serie A, brutta storia l’avidità”

Superlega, Ferguson amareggiato

Lo storico allenatore del Manchester United ha rilasciato la propria opinione riguardante la SuperlegaReuters. Ferguson ha espresso la propria delusione:
“La Superlega vuol dire rinnegare 70 anni di calcio europeo. Da allenatore dell’Aberdeen vincere la Coppa delle Coppe (successo ottenuto nel 1983, ndr) è stato come scalare il monte Everest. L’Everton ora sta spendendo 500 milioni di sterline per il nuovo stadio, con l’ambizione di giocare in Champions League. I tifosi amano la competizione così com’è ora. Ho allenato in quattro finali e sono state le notti più speciali. Il Manchester United? Non faccio parte del processo decisionale”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here